Politica 28 Gennaio 2019

Tribunale della Salute, Stefano De Lillo (Agenas): «Ottima idea per rinnovare il rapporto di fiducia nei confronti della classe medica»

«La stragrande maggioranza dei contenziosi si risolvono in un nulla di fatto – specifica il presidente a Sanità Informazione – nostri medici tra i migliori a livello internazionale. Fondamentale trasmettere questo messaggio ai cittadini, per questo ho firmato petizione»

Immagine articolo

Crescono i consensi e le adesioni per la petizione online promossa dal network legale Consulcesi – ha quasi toccato quota ventimila firme –  sulla costituzione di un Tribunale della Salute per medici e pazienti, una camera di compensazione per relazionarsi nel rispetto dei diritti di ognuno.

L’iniziativa – nata in seguito diffusione dello spot che sollecita ricorsi legali per casi di malasanità e ha sollevato un vespaio di critiche e polemiche – continua a raccogliere i favori di politici e rappresentanti delle istituzioni medico-sanitarie, dei sindacati e delle associazioni di categoria.

Tra i firmatari anche il medico ed ex senatore del Pdl, Stefano De Lillo, presidente ad interim di Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) – dopo le dimissioni di Luca Coletto – che si è detto d’accordo con la costruzione del Tribunale della Salute come luogo di confronto, e non di contrapposizione, tra medici e pazienti.

De Lillo, infatti, nell’istituzione di questo organo competente, intravede la soluzione per migliorare la relazione tra i camici bianchi e i cittadini. Secondo la sua opinione, tornare ad un rapporto basato sulla complicità, la collaborazione ed il rispetto è l’obiettivo da perseguire: «Il Tribunale della salute è un’idea veramente valida per far tornare ad emergere la verità, ricostruendo il rapporto di fiducia che c’è sempre stato nei confronti della nostra classe medica, di altissimo livello a livello internazionale» ha commentato ai microfoni della nostra testata.

Non alimentare la “caccia al medico” è l’auspicio del presidente De Lillo: «La quasi totalità delle cause intentate nei confronti dei professionisti sanitari si conclude con la vittoria da parte di quest’ultimi che, spesso, vengono incautamente accusati – ha precisato il presidente -. È per questo motivo che ho firmato la petizione di Consulcesi: si tratta di un’iniziativa estremamente corretta, è fondamentale lanciare questo messaggio all’opinione pubblica».

Articoli correlati
Salute, Pierpaolo Sileri (M5S) è il nuovo Vice Ministro: ecco le sue idee per la sanità
Insieme a Sileri arriva a Lungotevere Ripa come sottosegretario, in quota Pd, Sandra Zampa. Il Chirurgo romano ha guidato per 15 mesi la Commissione Sanità di Palazzo Madama. Dall'endometriosi ai contenziosi medico-paziente, idee e proposte per rilanciare la sanità
Governo, Sandra Zampa è il nuovo sottosegretario alla Salute
L'ex deputata del Partito Democratico, vicinissima a Romano Prodi, in passato si è occupata di sanità in relazione al suo impegno verso le fasce più deboli. Affiancherà il nuovo viceministro, Pierpaolo Sileri
Ospedale Fatebenefratelli di Erba: «Morire di dolcezza… Ecco la pericolosità delle bevande zuccherate»
Il consumo di bibite, sia zuccherate sia con dolcificanti ipocalorici, può essere collegato a maggior rischio di morte per tutte le cause. Lo conferma la dietista dell’Ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como), Tiziana Casati, commentando lo studio condotto dallo IARC e pubblicato da JAMA Internal Medicine. Secondo lo studio, rispetto a un basso consumo […]
Malattie Mitocondriali, sabato 14 settembre parte la settimana di sensibilizzazione
Le malattie mitocondriali sono le patologie genetiche rare più diffuse al mondo. Si stima che in Europa colpiscano 1 persona su 5000, con importanti ripercussioni, data la gravità e complessità di queste patologie, su tutto il nucleo familiare. Le malattie mitocondriali sono un insieme di malattie ereditarie molto eterogenee tra di loro per le quali […]
Sifo al Governo: «Sanità e Salute siano sempre al centro delle riflessioni, delle scelte, delle programmazioni e degli investimenti»
«Buon lavoro al Ministro Speranza ed all’intero Governo Conte». E’ questo l’augurio che la Sifo (Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie) rivolge a Roberto Speranza ed a tutti i componenti del Governo presentato dal Presidente del Consiglio incaricato. «Il compito del neo-ministro – che raccoglie il “testimone” da Giulia […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali