Politica 20 Agosto 2019

Crisi di governo, Sileri (M5S): «Un peccato bloccare le tante cose da fare per la sanità»

Il presidente della Commissione Sanità di Palazzo madama commenta la crisi di governo e i suoi riflessi sulla sanità: «Molto del lavoro di questi 14 mesi rischia di essere buttato: penso ai nuovi provvedimenti sui vaccini, a quello che bisognava ancora fare per i contratti dei medici, all’intramoenia per gli infermieri, penso a tutti i temi legati alla formazione dei camici bianchi, penso alle borse di specializzazione per il prossimo anno. Tantissime cose che ora trovano uno stop che il comparto sanitario non meritava»

Immagine articolo

«La sanità paga, come altri settori, la caduta del Governo Conte. Una interruzione improvvisa come questa blocca tutti i provvedimenti che erano in discussione e in lavorazione». Così il Senatore Pierpaolo Sileri, Presidente della Commissione Sanità, commenta a caldo a Palazzo Madama gli sviluppi della crisi di Governo e le implicazioni per le attività dell’organo da lui guidato.

«Molto del lavoro di questi 14 mesi rischia di essere buttato: penso ai nuovi provvedimenti sui vaccini, a quello che bisognava ancora fare per i contratti dei medici, all’intramoenia per gli infermieri, penso a tutti i temi legati alla formazione dei camici bianchi, penso alle borse di specializzazione per il prossimo anno. Tantissime cose che ora trovano uno stop che il comparto sanitario non meritava», continua Sileri.

C’è la possibilità che il prossimo Governo abbia un diverso colore politico. Come dovrà tener conto del tanto lavoro fatto in Parlamento e nella Commissione Sanità da lei presieduta?

«Non so se, e che tipo, di Governo avremo. Certo è che sarebbe un peccato dover andare alle elezioni e ripartire con un nuovo Governo che avrebbe bisogno di mesi per essere formato e ricominciare da capo per tutti quei provvedimenti che citavamo sulla sanità. Vedrei molto meglio terminare ciò che fino ad oggi si è messo in cantiere e poi se e quando necessario ridare la parola agli elettori. La legislatura usualmente dura e dovrebbe durare 5 anni e 5 anni non sono pochi per cambiare il Paese. Ma la parola passa ora a Mattarella», conclude Sileri.

Articoli correlati
Salute, Pierpaolo Sileri (M5S) è il nuovo Vice Ministro: ecco le sue idee per la sanità
Insieme a Sileri arriva a Lungotevere Ripa come sottosegretario, in quota Pd, Sandra Zampa. Il Chirurgo romano ha guidato per 15 mesi la Commissione Sanità di Palazzo Madama. Dall'endometriosi ai contenziosi medico-paziente, idee e proposte per rilanciare la sanità
Salute, le reazioni del mondo della sanità alle nomine di Sileri e Zampa
Le nomine sono arrivate al termine di un Consiglio dei Ministri lampo, dopo però una settimana di intense trattative. Immediate le reazioni del mondo medico tra cui FNOMCeO, Federfarma e SUMAI
Sileri (M5S): «Ripartiremo dal personale sanitario». Sul tavolo della Commissione lo stop alle nomine politiche in Sanità
«Abbiamo incardinato provvedimenti che erano della minoranza e della maggioranza. Non credo cambierà il modo di lavorare», spiega il presidente della Commissione Igiene e Sanità, Pierpaolo Sileri. Il plauso del collega pentastellato, Gianluca Perilli: «Sileri sta facendo un lavoro molto importante e proficuo»
Medicina generale, Scotti (FIMMG): «Bene preintesa ACN, ora in finanziaria trovare fondi per i modelli organizzativi»
Il Segretario della Federazione dei Medici di Medicina Generale rilancia il tour #AdessoBasta ed elenca le priorità: «Microteam, diagnostica e telemedicina, occorre trovare meccanismi di finanziamento». Poi si rivolge al neo ministro Speranza: «Molti dei nostri progetti sono già sui tavoli dei funzionari ministeriali. Si tratta di capire se queste soluzioni devono continuare a rimanere sempre nei cassetti o vengono affrontate»
«Assunzioni straordinarie e potenziamento percorsi formativi», la ricetta del premier Conte per la Sanità
«Questo progetto politico segna l'inizio di una nuova stagione riformatrice», ha spiegato all'inizio del suo intervento il premier Giuseppe Conte
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali