Politica 13 Settembre 2019 10:45

Salute, le reazioni del mondo della sanità alle nomine di Sileri e Zampa

Le nomine sono arrivate al termine di un Consiglio dei Ministri lampo, dopo però una settimana di intense trattative. Immediate le reazioni del mondo medico tra cui FNOMCeO, Federfarma e SUMAI

Salute, le reazioni del mondo della sanità alle nomine di Sileri e Zampa

Completata la squadra di governo per il Ministero della Salute. Ad affiancare il lavoro del ministro Roberto Speranza adesso ci sono il suo Vice di area pentastellata, Pierpaolo Sileri e il sottosegretario in quota Pd, Sandra Zampa. Le nomine sono arrivate al termine di un Consiglio dei Ministri lampo, dopo però una settimana di intense trattative. Immediate le reazioni del mondo medico che hanno salutato con soddisfazione le due nuove nomine.

FNOMCEO
«A Pierpaolo Sileri, Sandra Zampa e a tutti i nuovi Viceministri e Sottosegretari nominati questa mattina gli auguri di buon lavoro, a nome di tutto il Comitato Centrale della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri oltre che mio personale».

A parlare per tutti i colleghi è il presidente della stessa Fnomceo, Filippo Anelli: le nomine sono infatti arrivate proprio mentre era in corso, a Bari, la riunione del Comitato Centrale, l’organo di governo della Federazione, in occasione della Giornata nazionale contro la violenza sugli operatori sanitari. «Siamo contenti di avere il collega Sileri come Viceministro alla Salute – continua Anelli – e siamo certi che saprà mettere a frutto la sua esperienza come Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato».

LEGGI: SALUTE, PIERPAOLO SILERI (M5S) È IL NUOVO VICE MINISTRO: ECCO LE SUE IDEE PER LA SANITÀ

«In questo periodo ha affrontato una serie di tematiche urgenti ed importanti per la tenuta del nostro Servizio sanitario nazionale: la carenza di specialisti e di Medici di Medicina generale e, di conseguenza, la Formazione, l’attenzione ai giovani professionisti, la violenza contro gli operatori, le disuguaglianze di salute – conclude -. La sua nomina determina dunque una serie di aspettative da parte della Professione medica e di tutti i cittadini».

FEDERFARMA
Federfarma augura buon lavoro al neo viceministro Paolo Sileri e al nuovo sottosegretario Sandra Zampa. «Confermo a entrambi – dichiara il presidente di Federfarma Marco Cossolo – la disponibilità delle farmacie italiane a collaborare attivamente per tutelare la salute pubblica, ampliando il ruolo di presidio sociosanitario integrato nel Servizio Sanitario Nazionale e assicurando un’assistenza farmaceutica capillare sul territorio, sempre più efficiente e moderna, in linea con le esigenze di salute della popolazione».

LEGGI: GOVERNO, SANDRA ZAMPA È IL NUOVO SOTTOSEGRETARIO ALLA SALUTE

SUMAI
«Complimenti al senatore Pierpaolo Sileri per la nomina a viceministro alla Salute. In quest’anno e mezzo di lavoro, alla guida della commissione Igiene e Sanità del Senato, il neo viceministro si è fatto apprezzare per la capacità politica, la competenza sanitaria, e per l’attenzione dimostrata nei confronti del territorio». È quanto dichiara il segretario generale del Sumai Assoprof, Antonio Magi.

«Il suo essere un medico- aggiunge il segretario del Sumai- sicuramente lo aiuterà nel suo lavoro all’interno di un ministero importante come quello della Salute e gli sarà di supporto anche per comprendere i bisogni di tutti i professionisti della salute che quotidianamente operano per rispondere ai bisogni dei cittadini. Ci sono dunque tutti gli elementi affinché il senatore Sileri possa svolgere con la sua competenza il nuovo prestigioso incarico».

«Bene anche la nomina di Sandra Zampa nel ruolo di sottosegretario, alla quale faccio i miei migliori auguri di buon lavoro. Con queste due designazioni- conclude Magi- la squadra alla guida del ministero della Salute è dunque al completo e può iniziare a operare a pieno regime per il bene del Paese».

AMSI

«A nome dell’Amsi e del Movimento Uniti per Unire ribadiamo il nostro augurio di buon lavoro al nuovo Governo e al Ministro della Salute Roberto Speranza; in più oggi si è completata la squadra di Governo con il Viceministro Pier Paolo Sileri e anche Sandra Zampa che conosciamo molto bene. Sono tutte persone con le quali abbiamo collaborato attivament ed in modalità molto proficua, speriamo pertanto di proseguire». È quanto ha dichiarato a Quotidiano Sanità Foad Aodi, Professore di origine arabo-palestinese e Fondatore/Presidente dell’Associazione Medici di origine Straniera in Italia (AMSI) e del Movimento Interprofessionale Uniti per Unire, membro del GdL della FNOMCEO Salute Globale.

«Noi vogliamo – spiega Aodi, che è anche Consigliere Omceo di Roma – lanciare 3 proposte in ambito sanitario: in primis, per ciò che concerne la fuga all’estero dei Medici e dei Professionisti, continuiamo a segnalare l’aumento, negli ultimi 3 anni, addirittura del 40% delle richieste a noi pervenute, come Amsi, per andare a lavorare all’estero. La carenza dei Medici si combatte migliorando la qualità del lavoro del Lavoro degli stessi, combattendo il lavoro sottopagato (non è pensabile pagare un medico 7 euro l’ora!) ed incrementando le specializzazioni. Confido in Sileri, che era anche intervenuto al Congresso dell’Amsi, e nella squadra».

«In secundis – prosegue il camice bianco -, sono fiducioso di trovare soluzioni con Zampa, Sileri e Speranza in particolare sui Concorsi per Medici stranieri, affinché anche loro possano accedere al sistema pubblico. Non possiamo dividere i Medici in Medici di Serie A e Medici di Serie B, parliamo di professionisti preparati, Medici che pagano le tasse, che conoscono bene l’Italiano. Troppi Medici italiani tornano nei Paesi di origine perché non trovano posto nelle strutture pubbliche».

«Infine – conclude Aodi – bisogna invertire il senso di paura, le fobie degli ultimi due anni, e garantire il Diritto alla Salute per Profughi e Migranti. Come ha dichiarato l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) i Migranti non portano malattie, ma si ammalano al loro arrivo. Archiviamo questa fase, purtroppo nera, della Politica italiana fatta di paure, fobie, pregiudizi anche nei confronti di Medici italiani di origine straniera, nella quale non sono affatto mancate le aggressioni. Basta con la politica sui Social: lavoriamo sul territorio, nelle ASL».

FNOPI 

«Buon lavoro al viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri, di cui abbiamo apprezzato il lavoro sin qui svolto a tutela dei diritti dei pazienti e a sostegno della valorizzazione e sviluppo della professione infermieristica, e al sottosegretario Sandra Zampa, da sempre sensibile al tema dei diritti umani, dell’infanzia e dell’adolescenza e per questo figura di sicuro riferimento per i tanti infermieri pediatrici che rappresentiamo». Così in una nota la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI), che conta oltre 450mila iscritti di cui 270mila alle dipendenze del Servizio Sanitario Nazionale.

MOVIMENTO 5 STELLE

«La nomina a viceministro della Salute di Pierpaolo Sileri ci riempie di orgoglio. Dopo il lavoro condiviso in Commissione Igiene e Sanità siamo certi che affronterà il suo nuovo ruolo con professionalità e precisione, la stessa con cui ha presieduto la nostra Commissione. Il nostro Servizio sanitario nazionale ha bisogno di persone del suo spessore e non possiamo che fargli i migliori auguri per il lavoro che lo aspetta». Così, in una nota, i senatori del MoVimento 5 Stelle in Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama.

Articoli correlati
Carenza medici, Foad Aodi (Amsi): «Nei prossimi sei anni saranno chiusi 100 ospedali»
«Salviamo la sanità italiana prima che sia tardi, vanno date risposte immediate e programmarne altre per combattere la fuga dei professionisti della sanità all’estero, dalle strutture pubbliche e in pensione». Così Foad Aodi, Fondatore dell’Amsi, Associazione medici stranieri in Italia, membro della Commissione Salute Globale Fnomceo e già 4 volte consigliere Omceo di Roma. «Nei […]
Quarta dose al palo, Anelli (Fnomceo): «Medico torni a essere punto di riferimento»
La quarta dose stenta a decollare. Per il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, solo restituendo al medico le sue competenze è possibile rilanciare il secondo richiamo
di Valentina Arcovio
Infermieri in fuga all’estero, in Svizzera stipendi d’oro e carriera
Migliaia di infermieri italiani hanno deciso di lavorare all'estero. Tra le mete ambite c'è la Svizzera
«Il decreto specializzandi è una soluzione tampone. No al task shifting». Intervista a Filippo Anelli
Il presidente della FNOMCeO: «Chiediamo una ristrutturazione della formazione specialistica: va esercitata all’interno degli ospedali. Il task shifting può essere adottato solo nei Paesi del terzo mondo o nei teatri di guerra. Il tempo della comunicazione fra il medico e paziente, così come per legge, è tempo di cura»
Nasce tavolo permanente FNO TSRM e PSTRP-FNOMCeO, Anelli: «Confronto progettuale tra Federazioni»
Un luogo di confronto, un percorso condiviso per garantire e tutelare la salute pubblica, gli assistiti e i professionisti sanitari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 maggio, sono 526.097.252 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.278.679 i decessi. Ad oggi, oltre 11,44 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto