Politica 14 Aprile 2021 10:32

Nuovo piano oncologico, Senato approva Odg unitario. Sileri: «Spero entro giugno in Conferenza delle Regioni»

Due mozioni presentate da Boldrini (Pd) e Binetti (Udc) sono poi confluite in un Odg che impegna l’esecutivo ad “adottare iniziative per provvedere con urgenza all’approvazione di un nuovo piano oncologico nazionale coordinato con il piano oncologico europeo”

Nuovo piano oncologico, Senato approva Odg unitario. Sileri: «Spero entro giugno in Conferenza delle Regioni»

Adottare quanto prima il nuovo piano oncologico nazionale. È quanto prevede un Ordine del giorno unitario approvato in Senato con 226 voti favorevoli, uno contrario e due astenuti che impegna il governo “ad adottare iniziative per provvedere con urgenza all’approvazione di un nuovo piano oncologico nazionale coordinato con il piano oncologico europeo di prossima adozione, che ponga al centro della programmazione le reti oncologiche regionali e la più vasta rete oncologica nazionale”.

L’Ordine di giorno unitario arriva dopo la presentazione di due mozioni, una a prima firma Paola Boldrini (Pd) e l’altra a prima firma Paola Binetti (Udc) volte a prevedere misure di sostegno per i malati oncologici, anche alla luce del fatto che l’ultimo triennio di validità del documento tecnico di indirizzo per ridurre il carico di malattia del cancro, il piano oncologico nazionale (PON), è scaduto addirittura nel 2016.

Ritardo nuovo piano oncologico, le scuse di Sileri

Il sottosegretario Pierpaolo Sileri, a nome del ministero della Salute, in Aula ha voluto chiedere ‘scusa’ per questi anni di ritardo sul piano nazionale oncologico. «Sarà mia premura seguire il nuovo documento e far sì che venga approvato senza dover aspettare altri cinque anni. Voglio sperare che tutto ciò accada con un documento che possa essere inviato entro giugno alla conferenza Stato-Regioni».

L’odg impegna inoltre l’esecutivo a riprendere al più presto lo screening e le terapie interrotti a causa dell’emergenza Covid, con conseguenze gravi per la salute della popolazione nel prossimo futuro.

Boldrini: «Riprendere cure e continuare assistenza domiciliare»

«Oltre alla ripresa delle cure presso gli ospedali e presso le strutture sanitarie, è necessario per i malati di tumore dare attuazione alle norme sull’infermiere di famiglia per le cure domiciliari, continuare la consegna a domicilio dei farmaci, garantire e aumentare le cure di supporto psicologico e incentivare la ricerca per le cure innovative in oncologia» ha affermato la senatrice Paola Boldrini, tra le promotrici dell’iniziativa.

«Nell’ambito del Piano oncologico nazionale è fondamentale rivedere l’assetto delle reti oncologiche regionali, affinché, come richiesto da più parti ed anche da importanti società scientifiche, siano ridotte le differenze attualmente esistenti tra le Regioni, superando centri e comitati di controllo regionali, spesso causa di inopportuni ritardi. Vanno stabilite modalità di accesso ai sistemi unitarie ed omogenee in tutto il territorio nazionale contemporaneamente, ivi compresa la disponibilità e la fruibilità dei farmaci» ha aggiunto il senatore del M5S Giuseppe Pisani.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Tumori, Lega presenta mozione alla Camera: «Sostenere Piano oncologico europeo e Piano Samira. Usare fondi del Next Generation»
Il testo è a prima firma della deputata Vanessa Cattoi: «Su temi come questi, ci aspettiamo tempi rapidi e massima condivisione in Parlamento. Non dimentichiamoci che, accanto alla pandemia, oggi in Italia convivono con il cancro 3,6 milioni di persone»
Terapie domiciliari Covid, Senato approva Odg che impegna governo ad aggiornare protocolli e linee guida
Una mozione della Lega è stata trasformata in Ordine del giorno sottoscritto da tutti i partiti. Previsto anche un tavolo di monitoraggio ministeriale. Soddisfazione da parte di Erich Grimaldi, Presidente del Comitato Terapie Domiciliari
Riforma OSS, arriva il Ddl di Paola Boldrini che punta su uniformità della formazione e registri regionali
Il Disegno di legge definisce il profilo professionale collocandolo in ambito «sanitario, socio-sanitario, sociale e di vita quotidiana». Inoltre punta alla creazione di un Osservatorio nazionale e riconosce l’OSS come «professione usurante»
Vaccini, Paola Boldrini (Pd): «Regioni devono rispettare piano nazionale, governo monitori»
«Il piano vaccinale prevede una sequenza di categorie a partire dalle persone con elevata fragilità (secondo l'articolo 3 comma 3 della legge 104/92) e loro caregiver» ricorda la vice presidente della Commissione Sanità
Specializzandi, Manai e Boldrini (Pd): «Meritano rispetto, parole di Bertolaso offensive»
«La collaborazione si ottiene con più rispetto per i giovani medici», commentano la senatrice Paola Boldrini e Stefano Manai, Responsabile nazionale della formazione sanitaria del PD
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 maggio, sono 156.080.676 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.256.425 i decessi. Ad oggi, oltre 1,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco