Politica 15 Maggio 2019 12:50

Nomine in sanità, Castellone (M5S): «Primo punto contratto governo è stop all’influenza della politica»

Presentato il disegno di legge per le nomine della dirigenza sanitaria che, secondo il vicepremier Di Maio, «Va approvato entro l’anno». La proposta M5S prevede che i direttori generali siano scelti dall’elenco di soggetti idonei istituito presso il Ministero della Salute

Nomine in sanità, Castellone (M5S): «Primo punto contratto governo è stop all’influenza della politica»

Stop all’influenza della politica nelle nomine della dirigenza sanitaria. È stato presentato in Senato il disegno di legge promosso dal Movimento 5 Stelle che ha l’obiettivo di rescindere il legame tra la politica e la sanità. A presentarlo, insieme alla prima firmataria Maria Domenica Castellone, capogruppo M5S in commissione Sanità, il Ministro della Salute Giulia Grillo e il vicepremier Luigi Di Maio.

LEGGI: ECM, NOMINATA LA NUOVA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA

«Era il primo punto del nostro contratto di governo e quindi un disegno di legge che avevamo depositato già a luglio», spiega la prima firmataria, Maria Domenica Castellone. «Un albo unico nazionale per i direttori generali già esiste, mancava un albo unico nazionale per i commissari, quindi di coloro i quali dovranno valutare in maniera oggettiva i candidati in base ai titoli e ai meriti».

La proposta M5S prevede che i direttori generali siano scelti dall’elenco di soggetti idonei istituito presso il Ministero della Salute. La selezione sarà fatta da una commissione di 5 membri individuati per sorteggio da un elenco nazionale di commissari aggiornato ogni due anni. Gli stessi criteri saranno adottati per la nomina di direttore amministrativo, direttore sanitario e, ove previsto dalle leggi regionali, il direttore dei servizi socio sanitari.

Sul rischio che il provvedimento vada in qualche modo a inficiare il percorso verso l’autonomia differenziata chiesto dai governatori del nord, Castellone non ha dubbi: «Sono due canali diversi, perché il nostro Ddl prevede che si garantisca la meritocrazia e la scelta del candidato migliore, l’autonomia differenziata verrà in un secondo momento quando avremo garantito trasparenza in tutti i percorsi di scelta della governance sanitaria».

Articoli correlati
Alzheimer, M5S: Fondo per le demenze primo passo, ora PNRR per garantire prossimità delle cure
«La Giornata mondiale dell’Alzheimer ci ricorda l’importanza di investire nella ricerca e nell’assistenza, di attuare interventi concreti che possano migliorare la qualità della vita di così tante persone» sottolineano i deputati pentastellati
Sicurezza alimentare, al via la campagna #EUChooseSafeFood: «Consumatori europei tra i più protetti al mondo»
Il parere del Comitato nazionale sicurezza alimentare più cliccato dai cittadini? La possibilità di contrarre il Covid-19 attraverso il cibo
di Isabella Faggiano
Rt in discesa, ma l’incidenza aumenta ancora. Variante Delta predominante in Italia
L'Rt italiano scende rispetto alla settimana precedente e si staglia a 1.27, incidenza a 73 su 100mila. Ancora in aumento anche i nuovi casi non legati a catene di trasmissione note
Sanità, D’Arrando (M5S): «Assistenti sanitari cruciali per prevenzione ma mancano corsi di laurea»
«Vi sono ancora alcune regioni in cui non vengono avviati i corsi di laurea triennale costringendo, quindi, coloro che vogliono intraprendere questo percorso a spostarsi in altre regioni» spiega la deputata M5S
Long Covid, Lorefice (M5S): «Ok a Odg per estendere visite specialistiche gratuite a malati curati a domicilio»
«Ho chiesto con il mio Odg di estendere per i due anni successivi al contagio i controlli periodici: il Servizio sanitario nazionale non deve lasciare indietro nessuno», sottolinea la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 settembre, sono 229.083.964 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.700.041 i decessi. Ad oggi, oltre 5,93 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco