Politica 26 Gennaio 2021 10:00

Giuseppe Conte al Colle per le dimissioni. Ora Conte Ter, unità nazionale o elezioni

Il Presidente del Consiglio ha convocato un CdM prima di recarsi da Sergio Mattarella a rimettere il mandato. Potrebbe ottenere un reincarico per verificare se esiste la possibilità di allargare la maggioranza. Forza Italia pronta per un esecutivo di unità nazionale. Il Ministro della Salute Speranza si schiera al fianco del premier

Giuseppe Conte al Colle per le dimissioni. Ora Conte Ter, unità nazionale o elezioni

Dopo una settimana di trattative per allargare la maggioranza senza risultati tangibili, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha deciso di salire al Quirinale per rassegnare le dimissioni. Un passo indietro per farne due avanti: l’obiettivo è la costituzione di un Conte Ter con una maggioranza che possa allargarsi agli ormai famigerati “costruttori” e possa forse recuperare un legame con Italia Viva.

Giuseppe Conte ha così convocato un Consiglio dei Ministri in cui ha comunicato la sua intenzione di rassegnare le dimissioni per poi recarsi al Colle a rimettere l’incarico nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che avvierà un giro di consultazioni che dovrebbe concludersi in 48 ore. Il Capo dello Stato a quel punto potrebbe conferire un incarico esplorativo per verificare se c’è una maggioranza in Parlamento.

Dimissioni Conte, gli scenari: Conte Ter o allargamento della maggioranza a Forza Italia

Intanto i principali partiti dell’attuale maggioranza continuano a sostenere l’avvocato di Volturara Appula: Pd, M5S e Leu hanno pubblicamente sostenuto che il nuovo esecutivo dovrà essere guidato da Conte. Anche il Ministro della Salute Roberto Speranza ieri ha voluto manifestare la sua vicinanza al premier: «Giuseppe Conte è la persona giusta per guidare il Paese in una fase così difficile. Sono al suo fianco» ha scritto in un tweet.

Resta da capire se l’ex premier Matteo Renzi abbia ancora intenzione di sostenere Giuseppe Conte o miri piuttosto a un esecutivo con una maggioranza allargata, magari la famosa ‘maggioranza Ursula’ che ha sostenuto in Europa la presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen: M5S, Pd e Forza Italia. Uno scenario che vedrebbe in pole per Palazzo Chigi un esponente dem (si parla di Lorenzo Guerini e Dario Franceschini).

In avvicinamento alla maggioranza potrebbero esserci gli esponenti dell’Udc e quelli di Cambiamo!, anche se al momento le due forze politiche si dicono favorevoli solo a un esecutivo di unità nazionale. In questo caso è molto improbabile che l’inquilino di Palazzo Chigi possa essere ancora l’avvocato pugliese: si fanno i nomi di Carlo Cottarelli e di Marta Cartabia oltre a quello di Mario Draghi.

Ancora prematuro ipotizzare chi possa essere il nuovo titolare di Lungotevere Ripa. Con un Conte Ter in pole resta l’attuale Ministro della Salute Roberto Speranza. Ma in caso di cambiamento del quadro politico è ipotizzabile che anche questa casella possa vedere un avvicendamento.

L’ipotesi elezioni

Resta sullo sfondo lo scenario delle elezioni, caldeggiate da Lega e Fratelli d’Italia. Allo scioglimento delle Camere si potrebbe arrivare solo nel caso in cui la crisi politica dovesse avvitarsi, eventualità non impossibile ma sicuramente piuttosto improbabile. Il grosso dei gruppi parlamentari non vuole tornare al voto. Inoltre due mesi di campagna elettorale complicherebbero il varo del Recovery Plan che va inviato a Bruxelles entro aprile.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
2° Congresso Simedet, il messaggio di Speranza: «Occasione preziosa per condividere buone pratiche»
Il Presidente Nazionale della Simedet, Fernando Capuano, nel suo intervento ha ricordato che occorre pianificare sin d'ora la risposta ai bisogni di salute e alle future pandemie o maxiemergenze sanitarie,
Dalla farmacologia alla formazione, l’importanza della medicina di genere
Al Senato convegno organizzato dalla dem Paola Boldrini dal titolo “Idee in pratica: per una sanità attenta alle differenze di sesso e genere”. Brusaferro: «La pandemia ci ha mostrato come ci siano differenze significative tra uomo e donna in termini di salute e malattia». Speranza: «Spazio per investimento strategico»
Rete Registro Tumori, M5S a Speranza: «Subito decreto attuativo per istituzione referto epidemiologico»
La capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Igiene e Sanità del Senato, Elisa Pirro, chiede inoltre quale sede fisica si intenda individuare per ospitare il registro tumori nazionale
Congresso di pediatria, Speranza: «Grazie a chi ha curato i bambini in pandemia, ora Ssn più forte»
Il ministro Speranza saluta i professionisti sanitari al 76 Congresso della Società italiana di pediatria e li ringrazia per lo sforzo durante la pandemia, chiedendone uno ulteriore per ricostruire il Ssn. Presenti anche Bianchi, Bonetti, Dadone e Stefani
Psicopandemia, le risposte della politica. Speranza: «Il ruolo dello psicologo è più attuale che mai»
Psicologi nelle scuole, nei servizi del SSN, accanto ai medici di famiglia ed ai pediatri di libera scelta: ecco i luoghi strategici dove garantire il sostegno psicologico. Al webinar del Consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi, azioni e proposte di rappresentanti della politica e della sanità
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 giugno, sono 178.491.809 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.866.201 i decessi. Ad oggi, oltre 2,6 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM