Politica 3 Febbraio 2021 11:09

Draghi accetta l’incarico al Quirinale, scatta il totoministri. Si pensa ad Ilaria Capua per la Salute

Mario Draghi sale al Quirinale. Quasi in contemporanea parte il totoministri: tra i nomi Cartabia, Panetta e Cottarelli. Potrebbe restare Lamorgese. Alla Salute una svolta con la virologa Ilaria Capua

Draghi accetta l’incarico al Quirinale, scatta il totoministri. Si pensa ad Ilaria Capua per la Salute

Mario Draghi ha accettato con riserva l’incarico di formare un nuovo governo dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dopo il fallimento del mandato esplorativo di Roberto Fico, la crisi aperta da settimane dopo le agitazioni di Italia Viva si risolve con un’ipotesi di governo tecnico guidato da un esperto senza partito.

«Questo è un momento difficile – ha detto Draghi, intervenendo in uscita dal colloquio al Quirinale – una drammatica crisi sanitaria con gravi effetti su vita persone, economia e società. Servono risposte all’altezza della situazione e con questa speranza e impegno rispondo positivamente alla richiesta del presidente Mattarella di formare un governo».

«Vincere la pandemia – ha aggiunto – realizzare la campagna vaccinale, dare risposte alle difficoltà quotidiane dei cittadini e rilanciare il paese sono le sfide da affrontare. Abbiamo la Possibilità di fare molto per il futuro del paese con le risorse europee. Mi rivolgerò al Parlamento, sono fiducioso che dal confronto con partiti e forze sociali emerga unità, capacità di una risposta responsabile e positiva alle richieste del Presidente della Repubblica».

Ora Draghi dovrà accertare il sostegno dei partiti e formata la lista di ministri, provvederà a sciogliere la riserva. Al momento le “certezze” sarebbero l’appoggio di Italia Viva e Forza Italia. Ci sono poi Lega e Pd che mostrano approvazione ma non si sbilanciano. Il “no” arriverebbe invece da Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia. Ma si tratta di supposizioni fatte prima dei rispettivi colloqui tra Draghi e gli esponenti di partito.

Il totoministri

Intanto è già partito il totoministri che accompagna sempre un nuovo incarico di governo. Tutti sembrano concordare sulla possibilità di una “rosa di esperti” che ricalchi quella creata durante il governo di Mario Monti. Tra i nomi discussi quello dell’ex presidente della Consulta Marta Cartabia, che sarebbe la prima candidata per il Ministero della Giustizia. Al Ministero degli Interni potrebbe invece restare Luciana Lamorgese, unica considerata “tecnica” nel governo attuale.

Per il Ministero dell’Economia c’è invece un dubbio sulla possibilità che Draghi lo tenga ad interim, come inizialmente accadde con Monti. Ma circola prepotente anche il nome di Fabio Panetta, economista a capo del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea dal 1 gennaio dello scorso anno. Se però, come accaduto durante lo scorso anno quando si parlava di sostituire Gualtieri, Panetta dovesse rendersi indisponibile, torna anche il nome di Carlo Cottarelli.

Il Ministero della Salute appartenuto a Roberto Speranza nel durissimo periodo di pandemia, potrebbe questa volta essere affidato a una donna. Nello specifico a Ilaria Capua, virologa e già deputata dal 2013 al 2016. Protagonista delle discussioni scientifiche nell’ultimo anno ed esperta di virus influenzali. Sarebbe una scelta guidata dalla necessità, ancora molto forte, di contrastare i contagi da Covid-19 e fare di questo una priorità di governo.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ospedali di Comunità, telemedicina, e assistenza domiciliare: come saranno impiegati i 15,63 miliardi del PNRR per la sanità
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è arrivato in Parlamento dove sarà illustrato dal premier Draghi prima del voto. Al comparto salute in tutto 20,82 miliardi considerando anche il Fondo complementare e il React EU. Il Piano in tutto prevede investimenti per 222,1 miliardi. Previsti fondi per aumentare le borse per la medicina generale e le specializzazioni mediche
Riaperture, la road map del Governo: dal 26 aprile tornano le zone gialle. Priorità a scuole e attività all’aperto
La conferenza stampa di Draghi e Speranza: «Ci assumiamo rischio ragionato. Se misure verranno rispettate possibilità di tornare indietro sarà bassissima»
Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari
Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per sanitari e protezione penale per i vaccinatori
Draghi al Senato: «Riaperture cominceranno dalle scuole dopo Pasqua, se si potrà»
Il presidente del Consiglio è intervenuto in Senato parlando di vaccini e Unione Europea. Dopo Pasqua, se ci saranno le condizioni, le scuole almeno per i più piccoli dovrebbero riaprire. Intanto il certificato vaccinale diventa concreto
Arriva il nuovo decreto legge, Draghi: «Misure più restrittive necessarie, aumento preoccupa»
Nuovo decreto legge che colora l'Italia di rosso e arancione. Sarà valido fino al 6 aprile. Draghi all'hub di Fiumicino: «Massima cautela per limitare il numero di morti e insieme aumentare vaccinazioni»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 maggio, sono 159.703.471 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.318.053 i decessi. Ad oggi, oltre 1,32 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...