Politica 13 Febbraio 2017 17:03

Legge Responsabilità Professionale. Federico Gelli (Pd): «Non ci fermiamo qui… Puntare su assicurazioni e formazione ECM»

Convegno “Il diritto e la medicina legale. Il punto di equilibrio tra salute e sicurezza” alla Sapienza. I docenti Frati e Fineschi: «Basta incertezze per medici e pazienti. Riconosciuto ruolo medicina legale»

«Finalmente siamo al capolinea di un lavoro veramente impegnativo, durato più di due anni» dichiara il Responsabile Sanità del Pd, Federico Gelli sul Ddl responsabilità professionale medica attualmente in discussione alla Camera e in attesa di essere approvato in maniera definitiva. In occasione del convegno “Il diritto e la medicina legale. Il punto di equilibrio tra salute e sicurezza” organizzato, tra gli altri, dai docenti dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” Paola Frati e Vittorio Fineschi in collaborazione con Consulcesi e Sanità In-formazione, tante le voci che si sono confrontate sull’argomento.

«Un grande risultato – dichiara il promotore del Disegno di Legge –. Ma non ci si ferma qui, il testo è molto complesso e una parte importante è lasciata ai decreti delegati, cioè ai decreti attuativi del provvedimento che ovviamente prenderanno l’avvio appena concluso l’iter parlamentare».

In questo percorso, uno degli aspetti decisivi, riguarderà una nuova formazione da parte di tutti i professionisti sanitari, nel loro percorso di aggiornamento ECM, per temi come il risk management che influiranno anche in modo strutturale sulla disciplina assicurativa. «Sì, non c’è dubbio – spiega in proposito Gelli –. Finalmente si esce da una situazione di incertezza e di estemporaneità nel nostro Paese sul risk management e sulla prevenzione e del rischio. Prima del Ddl questi aspetti erano lasciati alla buona volontà dei territori, con la legge pianifichiamo un modello organizzativo per ogni realtà pubblica e privata, sanitaria e socio-sanitaria che faranno riferimento al Centro per il Rischio Clinico Regionale di cui ogni Regione sarà dotata. Presso questo Centro verranno omogenizzati i comportamenti, le procedure e le modalità di elaborazione che confluiranno tutte in un unico cuore, l’Osservatorio Nazionale presso Agenas».

A fare il punto sulla responsabilità professionale interviene anche Paola Frati, Professoressa Ordinaria Medicina Legale La Sapienza: «È una Legge necessaria perché deve ristabilire un punto di equilibrio fra il dilagare, lo sappiamo tutti, della medicina difensiva e quindi una perdita di sicurezza da parte del professionista che va a nuocere direttamente al paziente. Questa Legge – prosegue – ha alcuni aspetti che amo ricordare, primo fra tutti la sicurezza delle cure, diritto fondamentale del cittadino, quindi l’implementazione del governo clinico e del risk management».

A fare eco alla professoressa Frati è Vittorio Fineschi, Professore Ordinario Medicina Legale de La Sapienza: «Questa Legge promette di snellire il contenzioso medico-paziente e dare garanzie e certezze, questo consentirebbe di fare risparmiare risorse preziose per il Servizio Sanitario Nazionale».

«Sono fermamente convinto – conclude Fineschi – e non lo dico solo da oggi ma da quando è iniziato l’iter, che questa è una buona Legge che avrà un effetto deflattivo, cioè farà ridurre il contenzioso, ma soprattutto ha il pregio di garantire una tutela bilaterale. Infatti tutela i diritti del paziente ed è utile al medico per liberarlo di quelle difficoltà operative che molto spesso lo limitano nella sua attività».

Articoli correlati
Ddl Anziani, via libera dalla Camera. Ecco tutte le misure
Dopo il Senato, ieri anche l’assemblea di Montecitorio ha approvato il disegno di legge che disciplina alcune deleghe al Governo in materia di politiche in favore delle persone anziane. Il provvedimento ora è legge. Nel ddl viene delineata in tale ambito una riforma articolata e complessiva, volta ad attuare alcune norme della legge di bilancio […]
Consiglio europeo e Milleproroghe nella settimana parlamentare. Rush finale dei partiti per le elezioni regionali
Lavori parlamentari ridotti al minimo nelle Camere con deputati e senatori impegnati nell’ultima settimana di campagna elettorale. In commissione Lavoro e Sanità iniziano le audizioni sulla delega al governo in materia di politiche in favore delle persone anziane
Dl Aiuti Ter e proroga Decreto Calabria al centro dei lavori parlamentari
In settimana attesa per l’informativa del ministro dell’Interno Piantedosi sui migranti dopo i fatti di Catania. In commissione Sanità e Lavoro anche la proroga della permanenza in carica dei componenti delle commissioni consultive presso l’AIFA
Commissioni: al Senato Zaffini (Fdi) a Sanità e Lavoro, alla Camera Cappellacci (Fi) agli Affari sociali
L’ex governatore della Sardegna è il nome indicato da Forza Italia: «Più forza alla famiglia e al diritto alla salute». Al Senato tocca a Francesco Zaffini: «Le priorità: valorizzazione del personale sanitario e stop alle morti sul lavoro»
Parlamento, attesa per l’elezione dei presidenti di commissione
A Palazzo Madama e Montecitorio il giorno fissato è quello di mercoledì 9 novembre, con orari diversi. Al Senato, Sanità e Lavoro sono state accorpate dopo l’adeguamento del regolamento, alla Camera invariata la XII Affari sociali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Giornata mondiale emofilia, Cassone (FedEmo): “I dati dei pazienti confluiscano nel Registro Mec dell’Iss”

Al via all’ISS, con la collaborazione di AICE, un nuovo applicativo ideato appositamente per la raccolta dei dati, da mettere a disposizione dei Centri e delle Regioni. FedEmo: “Il Registr...
Advocacy e Associazioni

Mieloma multiplo. Aspettativa di vita in aumento e cure sul territorio, il paradigma di un modello da applicare per la prossimità delle cure

Il mieloma multiplo rappresenta, tra le patologie onco-ematologiche, un caso studio per l’arrivo delle future terapie innovative, dato anche che i centri ospedalieri di riferimento iniziano a no...
Salute

Parkinson, la neurologa Brotini: “Grazie alla ricerca, siamo di fronte a una nuova alba”

“Molte molecole sono in fase di studio e vorrei che tutti i pazienti e i loro caregiver guardassero la malattia di Parkinson come fossero di fronte all’alba e non di fronte ad un tramonto&...
di V.A.
Advocacy e Associazioni

Oncologia, Iannelli (FAVO): “Anche i malati di cancro finiscono in lista di attesa”

Il Segretario Generale Favo: “Da qualche anno le attese per i malati oncologici sono sempre più lunghe. E la colpa non è della pandemia: quelli con cui i pazienti oncologici si sco...