Politica 11 Marzo 2020 21:53

Coronavirus, Conte: «Serve ulteriore stretta, chiusi negozi, bar e ristoranti. Arcuri commissario»

Rimangono aperti supermercati e farmacie, garantiti servizi di pubblica utilità e trasporti. Il presidente del Consiglio: «L’Italia sta dando prova di essere una grande comunità, il mondo ci guarda. Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci più forte domani»

Coronavirus, Conte: «Serve ulteriore stretta, chiusi negozi, bar e ristoranti. Arcuri commissario»

Chiuse le attività commerciali ad eccezione dei servizi essenziali come farmacie e supermercati. Chiusi bar, pub, ristoranti, parrucchieri, mense. Ulteriori incentivi al lavoro agile. Garantiti i servizi di pubblica utilità ed i trasporti. Fabbriche e industrie aperte solo se è possibile adottare le misure di sicurezza. E’ l’ulteriore giro di vite annunciato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte: «Ero consapevole che la limitazione degli spostamenti adottata lunedì fosse un primo passo e ragionevolmente non l’ultimo. Bisogna procedere gradualmente affinché tutti possano comprendere i cambiamenti e predisporsi per affrontarli», ha detto, prima di annunciare la nomina di Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, a super commissario, che si coordinerà con Borrelli «per potenziare la risposta delle strutture ospedaliere all’emergenza sanitaria. Sarà un commissario che avrà ampio potere di deroga e lavorerà soprattutto per la produzione e la distribuzione di attrezzature per terapia intensiva e sub intensiva».

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, CARTABELLOTTA (GIMBE): «LOMBARDIA COME WUHAN. STATE A CASA PERCHE’ SUD NON PUO’ REGGERE UNO TSUNAMI SIMILE»

«Vedremo l’effetto di questi sforzi tra un paio di settimane – ha detto Conte -. Non è improbabile che i numeri continuino a crescere, ma questo non significherà dover adottare nuove misure. Non dobbiamo correre verso il baratro.

«L’Italia sta dando prova di essere una grande comunità e la stragrande maggioranza degli italiani ha risposto in modo straordinario all’invito di restare a casa. Tutto il mondo ci guarda, non solo per tenere d’occhio i numeri ma anche per le misure adottate. Possiamo essere un modello per tutti. E se tutti rispettano le misure adottate usciremo prima da questa situazione. Rimaniamo distanti oggi – ha concluso – per abbracciarci domani, e correre più veloci».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Al 28 luglio, sono 195.332.691 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.177.436 i decessi. Ad oggi, oltre 3,92 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 luglio: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno […]
Varianti coronavirus, l’immunologo Abrignani: «Già al lavoro per nuovi vaccini»
Presentato il Consorzio italiano per la genotipizzazione e fenotipizzazione del virus Sars-CoV-2. Il direttore dell’Istituto nazionale di genetica molecolare del Policlinico di Milano: «La sorveglianza epidemiologica continua dei genomi circolanti nel territorio è fondamentale»
di Federica Bosco
Giuseppe Conte al Colle per le dimissioni. Ora Conte Ter, unità nazionale o elezioni
Il Presidente del Consiglio ha convocato un CdM prima di recarsi da Sergio Mattarella a rimettere il mandato. Potrebbe ottenere un reincarico per verificare se esiste la possibilità di allargare la maggioranza. Forza Italia pronta per un esecutivo di unità nazionale. Il Ministro della Salute Speranza si schiera al fianco del premier
Conte ottiene fiducia al Senato: 156 sì, 140 no e 16 astenuti. Numeri risicati, Palazzo Madama a rischio stallo
L’appello del premier ai “costruttori” ha portato in maggioranza due senatori di Forza Italia e il socialista Nencini. Lontana la maggioranza assoluta di 161 voti. Astenuta Italia Viva che non chiude la porta a un Conte ter. Così in 10 Commissioni il Governo non ha i numeri
L’appello di Conte alla Camera: «Momento delicato, servono costruttori». Sulla pandemia: «Rivendico scelta di tutelare salute»
Il Presidente del Consiglio è intervenuto a Montecitorio. Un passaggio è stato dedicato alle risorse destinate alla sanità: «21 miliardi per potenziare l'assistenza ospedaliera e territoriale, valorizzare e assumere il personale e investire nella formazione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 28 luglio, sono 195.332.691 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.177.436 i decessi. Ad oggi, oltre 3,92 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Cause

Ex specializzandi, altre sentenze e novità su quantum risarcitorio e prescrizione

Intervista all’avvocato Marco Tortorella che spiega le novità che interessano i medici che non hanno ricevuto il corretto trattamento economico durante gli anni di scuola post-laurea