Voci della Sanità 7 Marzo 2022 20:38

Tumori, presentato al Senato il ddl per il diritto all’oblio dei guariti

«Per gli ex ammalati perdurano difficoltà quali l’impossibilità di accedere al credito, dai prestiti, ai mutui e alle assicurazioni spiega la prima firmataria della proposta, Paola Boldrini

«Ho presentato un disegno di legge che sancisce il diritto all’oblio per le persone guarite dalle patologie oncologiche. Era un impegno che avevo voluto assumere nella Giornata mondiale contro il cancro, che oggi si è concretizzato con il deposito di un testo sottoscritto da molti colleghi del gruppo Pd. I malati di tumore fanno spesso i conti con i problemi economici dovuti alla difficoltà di continuare l’attività lavorativa e con il Covid è peggiorata la qualità della vita delle persone affette da questa patologia. Una volta guariti devono avere diritto a parità di trattamento, in sintonia con quanto prevede anche il Cancer Plan for Europe». Lo dice la senatrice del Pd Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità.

«Il disegno di legge dal titolo ‘Disposizioni in materia di parità di trattamento delle persone che sono state affette da patologie oncologiche’– spiega Paola Boldrini – introduce il diritto all’oblio per gli ex pazienti malati di tumore e poi guariti. Il cancro è ancora uno stigma e gli esperti parlano di ‘tossicità finanziaria’ di questa malattia, visto che per gli ex ammalati perdurano difficoltà quali l’impossibilità di accedere al credito, dai prestiti, ai mutui e alle assicurazioni. Non solo, anche per le adozioni aver contratto il cancro e poi esserne guariti costituisce una causa ad excludendum. Con questo testo normativo stabiliamo invece che tutte le persone che abbiano effettuato l’ultimo trattamento attivo in assenza di recidive da dieci anni sono guarite e quindi hanno diritto all’oblio: in caso di stipula di mutui, contratti e assicurazioni le informazioni relative alla patologia oncologica non possono essere più utilizzate ai fini del calcolo del rischio o della solvibilità. Il periodo si riduce a 5 anni nel caso di malati di età inferiore ai 21 anni. Il ddl istituisce anche la Consulta per la parità di trattamento delle persone che sono state affette da patologie oncologiche, con il compito di vigilare sull’osservanza delle norme da parte degli istituti bancari e di credito”.

Articoli correlati
Salute, Boldrini (Pd): «Finalmente incardinato Ddl sul diritto all’oblio oncologico, presto legge di civiltà»
La senatrice dem spiega che l'iter della legge sarà «in sede redigente, più veloce perché l'Aula dopo il lavoro della Commissione sarà chiamata esclusivamente a votare gli articoli e ad esprimere il voto finale»
Sanità, Boldrini (Pd): «Prorogare e stabilizzare operatori sociosanitari nei penitenziari e nelle RSA»
La senatrice chiede ai ministri competenti «quali ragioni abbiano spinto a rinunciare a questa dotazione di personale in strutture che operano sempre sotto organico con conseguente burn out»
Sostegni ter, Boldrini (Pd): «Grande risultato stabilizzazione assistenti sociali»
«Manca all'appello ancora il risarcimento per le famiglie dei medici deceduti per Covid, su cui dobbiamo continuare a lavorare» spiga la vicepresidente della Commissione Igiene e Sanità Paola Boldrini
Milleproroghe, Boldrini (Pd): «Sì a bonus primo passo, ora ddl su psicologo delle cure primarie»
«In una giornata purtroppo drammatica, il Senato ha dato il via libera al dl milleproroghe che contiene, tra le tante misure, anche il bonus psicologico, finanziato con 20 milioni, fortemente voluto dal Pd ma anche da tutte le forze politiche. È un primo passo fondamentale per affrontare il disagio psichico delle cittadine e dei cittadini. […]
Salute, Boldrini (Pd): «Approvare subito Decreto tariffe, cittadini non possono attendere»
«Il decreto renderà disponibili i Livelli Essenziali di Assistenza approvati fin dal 2017, ma bloccati da allora per alcuni passaggi preliminari» spiega la vicepresidente della commissione Sanità del Senato
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali