OMCeO, Enti e Territori 27 aprile 2018

Spallanzani, arriva il murales in occasione degli 80 anni dell’Istituto

Si inaugura giovedì 3 maggio, alle ore 11, l’imponente murales creato per onorare la Hall of Fame della Scienza in occasione degli 80 anni dell’INMI “Lazzaro Spallanzani”. Sono stati tre artisti, Andrea Marrapodi, in arte KIV, Gregorio Pampinella e Daniele Tozzi, scelti dopo accurata selezione, a lavorare per più di un mese lungo il muro […]

Si inaugura giovedì 3 maggio, alle ore 11, l’imponente murales creato per onorare la Hall of Fame della Scienza in occasione degli 80 anni dell’INMI “Lazzaro Spallanzani”. Sono stati tre artisti, Andrea Marrapodi, in arte KIV, Gregorio Pampinella e Daniele Tozzi, scelti dopo accurata selezione, a lavorare per più di un mese lungo il muro di cinta dello Spallanzani, lato via Giacomo Folchi, per regalare alla città un nuovo emozionante prodotto artistico. Saranno Nicola Zingaretti, Alessio D’Amato, Luca Bergamo, Tiziana Coccoluto e Francesco Prosperetti a inaugurare la giornata, mentre Costantino D’Orazio parlerà della storia della street art, ormai parte a tutti gli effetti dell’Arte Contemporanea.

L’opera, voluta fortemente dalla Dr.ssa Marta Branca, Direttore Generale, e dal Dott. Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico, fa parte dell’esigenza di far entrare anche una struttura pubblica eccellente come l’Istituto Spallanzani, ospedale e sede di ricerca scientifica, nell’attualità e nella vivacità di Roma. Far conoscere le scoperte e chi sono i fondatori della microbiologia è un messaggio di speranza verso il futuro.

Un’opera d’arte pubblica di 810 m² in cui i 3 artisti hanno messo assieme le loro forze e le diverse tecniche che li contraddistinguono (dall’uso di tinte allo spray, dall’illustrazione alla calligrafia) per creare un grande prodotto collettivo che ne celebra un altro: la ricerca. Con l’Hall of Fame della Scienza, nell’ottantesimo anniversario della fondazione dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “L. Spallanzani”, Maddalena Santeroni – organizzatore – e Graffiti Zero – nella persona di Matteo Colavolpe, curatore – chiamati dalla direzione dell’Istituto “Lazzaro Spallanzani”, hanno seguito e coordinato il lavoro di quella che è diventata una imponente opera pop. Domani è sempre un altro giorno; uomini che hanno lasciato un segno indelebile per il futuro e che vengono ora celebrati con l’arte più moderna e attuale di questo momento. Un lavoro che in questo modo vuole avvicinare alle nuove generazioni questi grandi personaggi del passato, per creare un ponte con esse e lanciare un forte messaggio di speranza con cui affrontare le sfide del futuro.

Articoli correlati
Pavia, al Maugeri la mostra d’arte di Leonardo Santoli per pazienti e familiari
Al via “Maugeri in Arte”, la serie di mostre e concerti che l’ICS Maugeri Spa Società Benefit organizza nel suo istituto di Pavia. Dal 3 al 27 maggio, nell’Area Lounge – via S. Maugeri 10 a Pavia – sarà allestita una mostra personale di arte contemporanea del pittore Leonardo Santoli, aperta a tutti i pazienti di un […]
“Klimt Experience”, la mostra all’ospedale San Giovanni di Roma
Dal 10 febbraio al 10 giugno, la Sala delle donne del Complesso monumentale San Giovanni-Addolorata ospiterà la mostra “Klimt Experience”, organizzata dalla Crossmedia Group. L’azienda ospedaliera San Giovanni-Addolorata – si legge in una nota – possiede un prezioso patrimonio storico, artistico, culturale e architettonico che permette di dar vita all’elaborazione di progetti per una migliore […]
Art&Science 2017 di Matteo Gelardi: la scienza incontra l’arte al Teatro Petruzzelli di Bari
Cosa hanno in comune le cellule dell’uomo o di altri esseri viventi e il cosmo? In che relazione si trovano le microstrutture dell’uomo con le macrostrutture della nostra galassia? L’uomo conosce più profondamente il micro o il macro cosmo? A queste ed altre domande cercheranno di dare una risposta un medico otorinolaringoiatra e un astrofisico […]
Chikungunya, Cappellano (OMCeO Roma): «Occorre riconoscere sintomi rapidamente, i virus esotici possono essere letali»
È allarme Chikungunya a Roma e nel Lazio: 102 casi accertati finora e il numero, a detta degli esperti, è destinato a crescere. «Fronte unito sanità e istituzioni per combattere emergenza» l'intervista a Ernesto Cappellano, Coordinatore Commissione Prevenzione OMCeO Roma
Gli 80 anni dell’Istituto Spallanzani, eccellenza italiana
«Lo Spallanzani cura da 80 anni malati con patologie sempre diverse e lo fa attraverso strategie di cura e tecnologie diagnostiche sempre nuove e avanzate. Il tutto sempre nella massima attenzione delle persone e affrontando malattie anche molto delicate attraverso la massima attenzione etica». Lo ha dichiarato ai nostri microfoni il Professor Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell' "Istituto Spallanzani"
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...