Voci della Sanità 2 Aprile 2019

Saqure 2019, al via il Meeting dell’AAROI-EMAC

Anestesisti Rianimatori a confronto dal 4 al 6 Aprile in un percorso formativo pensato per approfondire le tematiche della sicurezza, della qualità, dell’organizzazione del lavoro e delle problematiche medico legali e per dare strumenti culturali efficaci per affrontare con maggiore serenità il lavoro “in trincea”.

Prende il via giovedì a Roma SAQURE 2019, seconda edizione del Meeting AAROI-EMAC, dal titolo «Gli Anestesisti Rianimatori e il “mondo reale”: come migliorare la qualità della vita del professionista e dei pazienti salvaguardandone il diritto all’autodeterminazione».

«SAQURE è un evento pensato sulla base delle esigenze dei Colleghi e rispecchia la mission dell’AAROI-EMAC – afferma Alessandro Vergallo, Presidente Nazionale dell’Associazione – che ha lo scopo di tutelare i propri Iscritti curando tutti i possibili aspetti: da quelli più propriamente sindacali alla formazione, passando per il delicatissimo tema della responsabilità professionale e del mondo assicurativo.
Ci troviamo oggi di fronte ad una situazione senza precedenti in cui i Medici devono destreggiarsi tra difficoltà impensabili fino a qualche anno fa. Difficoltà che minano la possibilità di lavorare in un ambiente sereno, con carenze di organico ormai “strutturali”, deficit organizzativi, idee estemporanee a tutti i livelli. A queste criticità si aggiunge il rischio costante di trovarsi coinvolti in procedimenti giudiziari che per la stragrande maggioranza non portano a nulla.
Riteniamo quindi doveroso – tra le tante attività svolte – realizzare momenti di formazione e confronto che approfondiscano i diversi aspetti del lavoro»

Nei tre giorni di Meeting sono previsti approfondimenti medico legali, percorsi formativi legati alla “scuola sindacale”, percorsi organizzativi. Non mancheranno aggiornamenti sul mondo dell’elisoccorso, della medicina del dolore e delle cure palliative, che rappresentano i “ponti” degli Anestesisti Rianimatori verso il mondo esterno.
Ci saranno, inoltre, momenti di confronto con le Società Scientifiche, con altre realtà collegate all’ambito sanitario come il Mondo militare e i NAS e con i pazienti attraverso la voce di Cittadinanzattiva.

“SAQURE – spiega Franco Marinangeli, Presidente del Meeting –, nel panorama dell’aggiornamento professionale, è un completamento necessario e complementare alla formazione scientifica, con l’obiettivo di dare strumenti pratici per affrontare il lavoro con relativa tranquillità e per prevenire, per quanto possibile, il cosiddetto “errore latente”, cioè l’errore dell’organizzazione, che gli Anestesisti Rianimatori subiscono nella maggior parte dei casi definiti di “malasanità. Le problematiche medico-legali sono centrali nel lavoro dell’Anestesista Rianimatore, e sono strettamente legate con le problematiche organizzative, che impattano profondamente sul “percorso” dei pazienti.
La cultura della sicurezza e della qualità devono diventare parte essenziale del bagaglio del Medico, e l’AAROI-EMAC, con SAQURE, intende contribuire al raggiungimento di questo importante obiettivo”.

Articoli correlati
«Ospedali sovraccarichi, non allentare le restrizioni». L’appello di medici e dirigenti sanitari
L’Intersindacale Medica, Sanitaria e Veterinaria prende posizione nel dibattito sulle possibili riaperture, in particolare in prossimità delle festività natalizie
Carenza anestesisti, Canino (ASST Cremona): «Al bando per 6 posti arrivate 5 domande. Così non ce la facciamo»
Il direttore sanitario dell'ospedale di Cremona: «C’è una carenza strutturale, fondamentale aumentare le borse di studio e fare una programmazione corretta»
di Federica Bosco
Stanchi nel corpo, avviliti nello spirito. Lo stato d’animo dei professionisti sanitari coinvolti nell’emergenza
La situazione in Italia resta grave e la pressione sugli ospedali non si alleggerisce. Medici e infermieri lavorano senza sosta, al limite delle forze. Ma devono difendersi anche dal fuoco amico
Calabria “Zona Rossa”, Minniti (AAROI-EMAC): «Il Governo ha ragionato in prospettiva, abbiamo ancora numeri bassi»
Il Presidente degli anestesisti-rianimatori sezione Calabria spiega qual è la situazione negli ospedali della regione alla luce dell’ultimo DPCM
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 2 dicembre, sono 63.894.184 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.480.709 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 1 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli