OMCeO, Enti e Territori 2 Aprile 2019

Saqure 2019, al via il Meeting dell’AAROI-EMAC

Anestesisti Rianimatori a confronto dal 4 al 6 Aprile in un percorso formativo pensato per approfondire le tematiche della sicurezza, della qualità, dell’organizzazione del lavoro e delle problematiche medico legali e per dare strumenti culturali efficaci per affrontare con maggiore serenità il lavoro “in trincea”.

Prende il via giovedì a Roma SAQURE 2019, seconda edizione del Meeting AAROI-EMAC, dal titolo «Gli Anestesisti Rianimatori e il “mondo reale”: come migliorare la qualità della vita del professionista e dei pazienti salvaguardandone il diritto all’autodeterminazione».

«SAQURE è un evento pensato sulla base delle esigenze dei Colleghi e rispecchia la mission dell’AAROI-EMAC – afferma Alessandro Vergallo, Presidente Nazionale dell’Associazione – che ha lo scopo di tutelare i propri Iscritti curando tutti i possibili aspetti: da quelli più propriamente sindacali alla formazione, passando per il delicatissimo tema della responsabilità professionale e del mondo assicurativo.
Ci troviamo oggi di fronte ad una situazione senza precedenti in cui i Medici devono destreggiarsi tra difficoltà impensabili fino a qualche anno fa. Difficoltà che minano la possibilità di lavorare in un ambiente sereno, con carenze di organico ormai “strutturali”, deficit organizzativi, idee estemporanee a tutti i livelli. A queste criticità si aggiunge il rischio costante di trovarsi coinvolti in procedimenti giudiziari che per la stragrande maggioranza non portano a nulla.
Riteniamo quindi doveroso – tra le tante attività svolte – realizzare momenti di formazione e confronto che approfondiscano i diversi aspetti del lavoro»

Nei tre giorni di Meeting sono previsti approfondimenti medico legali, percorsi formativi legati alla “scuola sindacale”, percorsi organizzativi. Non mancheranno aggiornamenti sul mondo dell’elisoccorso, della medicina del dolore e delle cure palliative, che rappresentano i “ponti” degli Anestesisti Rianimatori verso il mondo esterno.
Ci saranno, inoltre, momenti di confronto con le Società Scientifiche, con altre realtà collegate all’ambito sanitario come il Mondo militare e i NAS e con i pazienti attraverso la voce di Cittadinanzattiva.

“SAQURE – spiega Franco Marinangeli, Presidente del Meeting –, nel panorama dell’aggiornamento professionale, è un completamento necessario e complementare alla formazione scientifica, con l’obiettivo di dare strumenti pratici per affrontare il lavoro con relativa tranquillità e per prevenire, per quanto possibile, il cosiddetto “errore latente”, cioè l’errore dell’organizzazione, che gli Anestesisti Rianimatori subiscono nella maggior parte dei casi definiti di “malasanità. Le problematiche medico-legali sono centrali nel lavoro dell’Anestesista Rianimatore, e sono strettamente legate con le problematiche organizzative, che impattano profondamente sul “percorso” dei pazienti.
La cultura della sicurezza e della qualità devono diventare parte essenziale del bagaglio del Medico, e l’AAROI-EMAC, con SAQURE, intende contribuire al raggiungimento di questo importante obiettivo”.

Articoli correlati
Formazione ECM, società scientifiche: «Senza aggiornamento diagnosi e terapie errate»
Inchiesta ANSA sulla formazione ECM e sul 20% di medici non in regola. Anche le associazioni dei pazienti e dei consumatori in pressing: «Sia fatta rispettare la legge». Gli accademici: «Un medico non adeguatamente aggiornato - sottolineano - si rischia di ritardare la diagnosi di una malattia importante»
ECM, Giacomelli (CODICI): «Sistema dei controlli non funziona, medico presenti ai pazienti ‘curriculum’ con aggiornamenti»
Il segretario nazionale di CODICI - Centro per i diritti del cittadino torna sul tema del mancato adempimento dell’obbligo formativo e rilancia: «È bene che appunto il consumatore venga messo nelle condizioni di conoscere chi è il professionista e le competenze che ha acquisito su quel caso specifico caso o su una determinata patologia»
“Furbetti dell’Ecm”, Giario Conti (Auro): «No a proroghe. Non esiste che un medico non sia costantemente aggiornato»
Dal XXVI Congresso Nazionale dell'Auro (Associazione Urologi Italiani) in corso a Bologna arriva il monito di Giario Conti, urologo e coordinatore del comitato scientifico dell'Auro, sull'aggiornamento professionale per i medici: «No a ulteriori proroghe per la formazione. Solo quando ci sarà equità a livello nazionale a livello formativo, si potranno valutare sanzioni»
“Furbetti dell’ECM”, Cittadinanzattiva: «Paziente deve sapere se medico è in regola con aggiornamento o no»
Dopo l’inchiesta di Striscia la Notizia, le associazioni dei pazienti prendono posizione sull’obbligo dell’aggiornamento professionale per i medici. Mandorino (Cittadinanzattiva): “Noi tuteliamo i diritti dei malati, vogliamo verifiche sulla formazione corretta dei camici bianchi”
Sanità, al Sud «la tempesta perfetta è sotto gli occhi di tutti»
La denuncia di Anaao Campania: «I nostri medici in burn out tra blocco dei contratti e carenze di organico»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...