OMCeO, Enti e Territori 23 febbraio 2018

Sanità, Foad Aodi (OMCeO Roma) presenta il patto #UnitiperlaRiabilitazione

Il Prof. Foad Aodi, Consigliere dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Roma, ha partecipato al Convegno: “Organizzazione delle prestazioni di riabilitazione specialistica ambulatoriale”, organizzato da SIMFER, Feder ANISAP, Collegio dei Professori Ordinari, SIRN e Movimento Internazionale “UNITI PER UNIRE”. I lavori sono stati coordinati ed introdotti dal Prof. Raffaele Gimigliano di Napoli, dal Prof. Pietro Fiore di Bari che […]

Il Prof. Foad Aodi, Consigliere dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Romaha partecipato al Convegno: “Organizzazione delle prestazioni di riabilitazione specialistica ambulatoriale”, organizzato da SIMFER, Feder ANISAP, Collegio dei Professori Ordinari, SIRN e Movimento Internazionale “UNITI PER UNIRE”. I lavori sono stati coordinati ed introdotti dal Prof. Raffaele Gimigliano di Napoli, dal Prof. Pietro Fiore di Bari che ha presentato le linee guida sulle attività ambulatoriali elaborate dalla SIMFER, e dal Prof. Valter Santilli di Roma che ha sottolineato come, alla luce della legge Gelli, sulla responsabilità in ambito sanitario, è obbligatorio che la struttura che prescrive una prestazione fisioterapica la deve anche eseguire.

Oltre al Prof. Foad Aodi, al Convegno ha dato anche un contributo sul piano organizzativo il Dott. Sandro Capici e molti Dirigenti responsabili di strutture pubbliche (ospedaliere, universitarie e territoriali) e private accreditate con il SSN per le attività ambulatoriali di fisioterapia di tutta Italia. Dal dibattito è scaturito che le attività ambulatoriali di riabilitazione devono essere implementate per facilitare il recupero funzionale e dare autonomia alle persone con disabilità che dopo le fasi acuta e post- acuta ospedaliera per un evento morboso  devono poter accedere con facilità agli ambulatori per proseguire e ricevere le cure fisioterapiche adeguate. Inoltre, per una popolazione che oggi ed ancor più nei prossimi anni, in virtù dell’aumento della vita media, avrà problemi di cronicità e complessità delle malattie, la riabilitazione ambulatoria, che è una specialità medica e non solo tecnica professionale, dovrà svolgere un ruolo fondamentale per migliorare la qualità della vita delle persone.

Le proposte scaturite dal dibattito del Convegno saranno orientate alla facilitazione dell’accesso alle prestazioni ambulatoriali, ad uniformare su tutto il territorio nazionale la modalità di prescrizione su ricetta rossa e dematerializzata, auspicando l’applicazione e l’aggiornamento periodico del nuovi LEA per dare sempre servizi completi e di qualità sul piano tecnico scientifico ed infine dovrà essere organizzata una rete capillare assistenziale di fisioterapia in modo tale che la utenza deve poter accedere ai servizi ambulatoriali a Km 0.

Da parte Sua, Foad Aodi, in qualità di Consigliere di OMCeO, ha presentato il patto #UnitiperlaRiabilitazione che comprende i seguenti punti: «Uniti per una riabilitazione di qualità ed accessibile a tutti; Uniti per le pari opportunità della riabilitazione in sanità pubblica e privata; Uniti per più aggiornamento professionale e per difendere e valorizzare l’atto medico; Uniti per più innovazione e tecnologia in riabilitazione; Uniti per una maggiore collaborazione inter professionale fra medici e specialisti, fisioterapisti, podologi, psicologi; Uniti per combattere la medicina difensiva in riabilitazione; Uniti per l’appropriatezza della prescrizione, aggiornamento dei LEA e maggiore collaborazione con i medici di famiglia; Uniti per riconoscere il ruolo e la qualità delle strutture accreditate e private che comporta risparmio per il SSN; Uniti per creare un albo di eccellenza; Uniti per la semplificazione delle autorizzazioni e combattere così gli abusi ed il nero».

Inoltre, il dottor Pierluigi Bartoletti, Vice Presidente di OMCeO e componente del Comitato centrale di FNOMCeO, ha ribadito ulteriormente «l’importanza della valorizzazione della professione medica e dell’atto medico, collaborando con tutti, Professionisti della Sanità e non solo».

Articoli correlati
Distrofia muscolare di Duchenne e Becker. CRISPR/Cas9 è la “stella” della XVII Conferenza Internazionale
Il fondatore di Parent Project onlus: «L’obiettivo del prossimo anno è dedicare nuove sperimentazioni anche a giovani e adolescenti: chi è già in carrozzina ha più urgenza di trovare una soluzione, rispetto a coloro che hanno appena ricevuto la diagnosi».
di Isabella Faggiano
Epatologia, AISF: «Attività fisica e corretta alimentazione fondamentali per buona salute del fegato. Ecco perché». Il convegno alla Sapienza
Le nuove sfide per l’epatologo, sempre più attento alla medicina preventiva, al centro del meeting precongressuale “Lifestyle and the Liver” organizzato dall’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato AISF ed in corso presso l’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma. EPATOLOGI: VECCHIE E NUOVE SFIDE Il panorama delle malattie del fegato è in continua evoluzione […]
Salute, De Poli (Udc): «Serve Piano Marshall per ‘nuova primavera’ sanità italiana»
«Il Servizio Sanitario nazionale ha da poco compiuto i 40 anni. Nonostante i limiti presenti e passati, rimane uno tra i migliori al mondo. C’è un ‘ma’. Oggi dobbiamo chiederci cosa fare per mantenere questo modello sostenibile, considerando la stagione dei tagli in sanità, gli aumenti dei costi dovuti all’invecchiamento della popolazione e all’aumento della […]
Taranto, il 25 febbraio fiaccolata per le vittime dell’inquinamento industriale
L’Associazione Genitori tarantini sta organizzando un coordinamento di tutte le Associazioni territoriali dei siti più inquinati d’Italia per chiedere, insieme alla Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA), l’istituzione della Giornata Nazionale Vittime dell’Inquinamento Ambientale nella data del 25 Febbraio. «L’Italia intera soffre di malattie ambiente-correlate e i siti altamente inquinati sono a decine sul territorio […]
Medicina transnazionale delle malattie endocrine: il convegno a Udine il 22 febbraio
Di medicina transnazionale delle malattie endocrine si parlerà al convegno che si svolgerà a Udine dal 22 al 23 febbraio, dove saranno a confronto esperti italiani e colleghi dell’Alpe Adria. «Il convegno – spiega Franco Grimaldi, Direttore della Struttura operativa complessa Endocrinologia e Malattie del metabolismo dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Udine e organizzatore dell’incontro – vede […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...