Voci della Sanità 17 Maggio 2022 15:54

Salute, Carnevali (Pd): «Approvare nuovo Piano oncologico, il precedente scaduto nel 2016»

La capogruppo dem in commissione Affari sociali ha presentato un’interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza

«Abbiamo presentato un’interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza per chiedere una rapida approvazione del nuovo Piano Oncologico Nazionale, e per sapere quali iniziative il governo intenda mettere in campo per renderlo coerente con il Piano Cancro Europeo». Lo dichiara Elena Carnevali, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.

«La settimana scorsa – prosegue l’esponente dem – si è svolta la Giornata nazionale del malato oncologico promossa dalla FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) in cui è stato presentato il 14/mo Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici e lanciato un piano straordinario di recupero per l’oncologia post pandemia. L’adozione del nuovo Piano Oncologico Nazionale (PON) rappresenta una priorità, poichè anche la Commissione europea stima che, purtroppo, tra poco più di un decennio il cancro sarà la prima causa di morte».

«Dopo anni di definanziamento del Fondo sanitario nazionale, negli ultimi due anni sono stati stanziati circa 10 miliardi di euro che permettono di realizzare un processo di riforma del sistema salute e dell’assistenza territoriale. Purtroppo però ancora molto resta da fare per colmare gli attuali gap di screening, cure e assistenza e reti regionali efficaci, e accesso alle terapie innovative. Si impone dunque – conclude Carnevali – la necessità, in ragione dei numeri e della specificità della malattia oncologica, di definire con urgenza il nuovo Piano oncologico, anche perchè quello precedente è scaduto ormai nel 2016».

Articoli correlati
Piano Oncologico, FAVO: «Lo stanziamento di 50 milioni conferma attenzione e sensibilità del Governo»
La Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia riconosce l’importanza dell’impegno assunto dal Governo attraverso il decreto Milleproroghe approvato nelle scorse ore alla Camera. Il Presidente De Lorenzo: «Si parta da qui per colmare le disuguaglianze»
Piano Oncologico, FAVO: Buon segno approvazione, ora il Governo stanzi fondi adeguati»
La Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia riconosce il valore del documento. Ma il Presidente De Lorenzo e il Segretario Generale Iannelli precisano: «Senza nuove risorse, le Regioni non potranno garantire uniformità di accesso ai servizi oncologici necessari per prevenzione, diagnosi precoce  e terapie di supporto per i lungosopravviventi»
Tumori, FAVO: «Italia in colpevole ritardo nell’applicazione del Piano di contrasto europeo. Ai partiti chiediamo risposte certe»»
Secondo la Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia, «la bozza del Piano oncologico nazionale predisposta dal Governo non è in linea con quello dell’Europa. Mancano azioni concrete, risorse, tempistica, adeguamento degli organici e indicatori di monitoraggio»
Le associazioni dei pazienti contro il Piano oncologico: «Si rischia di sprecare occasione PNRR»
Il Piano oncologico, appena varato dal Ministero della Salute, non convince le associazioni dei pazienti. Per Elisabetta Iannelli (FAVO) «manca una visione strategica a monte», mentre per Francesca Traclò (AIMAC) «il sistema è intrappolato sui numeri e le prestazioni e non si guarda alla qualità delle cure». Polemiche per la scomparsa dell’esenzione 048 temporanea e per l’assenza di riferimenti all’assistenza psicologica
di Francesco Torre
Piano oncologico nazionale, dal Senato ok bipartisan a Odg
Il Senato ha approvato un ordine de giorno unitario sul Piano Oncologico Nazionale con 187 voti a favore e 2 astenuti. Il Sottosegretario di Stato per la salute Pierpaolo Sileri ha comunicato che il Governo ha trasmesso il piano oncologico nazionale alla Conferenza Stato-Regioni e che una riunione tecnica è prevista il prossimo 8 luglio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...