Voci della Sanità 7 Ottobre 2019 16:28

Salute 4.0. Scenari, innovazione, ricerca. Il Forum Sistema Salute torna alla Stazione Leopolda di Firenze

Il futuro della sanità passa da Firenze. Dal 10 all’11 ottobre, alla Stazione Leopolda di Firenze torna per il quarto anno consecutivo il Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, una due giorni di lavoro e confronto sui principali temi che riguardano il benessere dei cittadini, le nuove frontiere della medicina e le sfide […]

Il futuro della sanità passa da Firenze. Dal 10 all’11 ottobre, alla Stazione Leopolda di Firenze torna per il quarto anno consecutivo il Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, una due giorni di lavoro e confronto sui principali temi che riguardano il benessere dei cittadini, le nuove frontiere della medicina e le sfide che il Sistema Sanitario è chiamato ad affrontare, con un approccio rivolto in maniera costante all’innovazione e alla sostenibilità.

Tra workshop, dibattiti e think tank, il Forum avrà in calendario oltre 40 eventi e convoglierà a Firenze più di 500 esperti in campo sanitario: medici, ricercatori, manager e giornalisti specializzati, ma anche giovani startupper, studenti e associazioni di pazienti. Tra gli altri, saranno presenti Gianni Amunni (Direttore Generale ISPRO Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica), Massimo Livi Bacci (professore di Demografia dell’Università di Firenze), Nello Martini (presidente della Fondazione Ricerca e Salute, ReS), Pierangelo Geppetti (professore di Farmacologia Clinica dell’Università di e direttore SOD Centro Cefalee e Farmacologia Clinica Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Firenze), Mario Braga (direttore ARS – Agenzia Regionale di Sanità della Toscana).

Parteciperanno, inoltre, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e l’assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana, Stefania Saccardi.

Giovedì 10 ottobre un’assemblea plenaria dal titolo “Lo stato di salute dei cittadini e del sistema salute in Italia” inaugurerà il Forum e offrirà un approfondimento non solo su interessanti aspetti epidemiologici che riguardano la salute di tutti, ma anche sul nodo della spesa pubblica e privata per farmaci e cure, e sulla governance sanitaria. Tra i partecipanti: il padre dell’economia sanitaria in Italia, Elio Borgonovi  dell’Università Bocconi di Milano, e Francesco Ripa di Meana, presidente FIASO (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere).

Prenderanno il via, insieme al forum, anche “Leo contest” e “Rare desease hackathon”, due competizioni che chiamano in causa i giovani innovatori: designer, esperti di intelligenza artificiale, programmatori si sfideranno per trovare soluzioni di “digital health” applicate alle esigenze dei malati cronici e dei pazienti affetti da patologie rare.

Tra gli highliths di questa edizione del Forum, il workshop che si svolgerà giovedì 10 dal titolo “Per un uso appropriato e adeguato degli antibiotici: un nuovo paradigma nel mondo dell’antibiotico-resistenza”, tema di grande attualità e vera e propria emergenza sanitaria.

Venerdì 11 ottobre, sarà la volta di un interessante approfondimento dal titolo “Le grandi sfide della medicina e della governance farmaceutica del futuro”. Si parlerà di Medicina di precisione e Modello Mutazionale in Oncologia, Medicina Rigenerativa e Gene-Therapy, Medicina della Cronicità e delle Multi-Morbidità.

Sempre venerdì, una tavola rotonda dedicata alla Digital Transformation della sanità italiana farà il punto sull’innovazione e sulla rivoluzione digitale applicata al settore dell’healthcare.

«In un’epoca di importanti rivoluzioni sociali, la salute è un tema di massima importanza» ha detto Giuseppe Orzati, organizzatore del Forum Sistema Salute «Emerge la necessità di rinnovare programmi e strategie per una sanità più efficace e per una migliore governance sanitaria. In questo contesto, il Forum Sistema salute offre un’occasione unica di aggiornamento e di riflessione sui temi di più stringente attualità. Insieme ci interrogheremo su come offrire risposte sempre più mirate alle esigenze del cittadino, dei medici e delle aziende sanitarie. E condivideremo idee, progetti e strategie per trasfromare le nuove sfide in opportunità».

Articoli correlati
Medicina, meme e “catarsi comica”. Com’è nato e in cosa consiste il fenomeno social Memedical
Intervista a Nicola Gambadoro, fondatore del gruppo Facebook che raccoglie, al momento, oltre 56mila camici bianchi iscritti
La dieta della tiroide, ecco gli alimenti consigliati e quelli da evitare
Nell’intervista a Sanità Informazione, l’endocrinologa Serena Missori spiega quali sono i cibi che aiutano la tiroide e come lo stress influisce negativamente sulla salute di questa ghiandola. La chef Marisa Maffeo: «Mangiare bene senza rinunciare al gusto»
Gli Audiometristi puntano agli “ambulatori 4.0”
Rodolfo Sardone, presidente SIA: «Digitalizzare la sanità non basta. È necessario formare il personale sanitario che utilizza le nuove tecnologie, fin dall’università. L’abilitazione digitale è necessaria anche tra i pazienti, soprattutto i più anziani»
di Isabella Faggiano
Dal 7 all’11 giugno a Milano il Convegno europeo ISPCAN
Oltre 70 Paesi e 400 contributi con l’obiettivo di promuovere un network internazionale capace di potenziare le strategie di contrasto al maltrattamento e alla violenza su bambine, bambini e adolescenti
Specializzazione in Medicina, Consulcesi: «Bando in scadenza ma ancora dubbi su posti disponibili»
Da Consulcesi consigli a specializzandi: «Attenzione a regole del bando, seguite bene le istruzioni»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM