OMCeO, Enti e Territori 7 Ottobre 2019

Salute 4.0. Scenari, innovazione, ricerca. Il Forum Sistema Salute torna alla Stazione Leopolda di Firenze

Il futuro della sanità passa da Firenze. Dal 10 all’11 ottobre, alla Stazione Leopolda di Firenze torna per il quarto anno consecutivo il Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, una due giorni di lavoro e confronto sui principali temi che riguardano il benessere dei cittadini, le nuove frontiere della medicina e le sfide […]

Il futuro della sanità passa da Firenze. Dal 10 all’11 ottobre, alla Stazione Leopolda di Firenze torna per il quarto anno consecutivo il Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, una due giorni di lavoro e confronto sui principali temi che riguardano il benessere dei cittadini, le nuove frontiere della medicina e le sfide che il Sistema Sanitario è chiamato ad affrontare, con un approccio rivolto in maniera costante all’innovazione e alla sostenibilità.

Tra workshop, dibattiti e think tank, il Forum avrà in calendario oltre 40 eventi e convoglierà a Firenze più di 500 esperti in campo sanitario: medici, ricercatori, manager e giornalisti specializzati, ma anche giovani startupper, studenti e associazioni di pazienti. Tra gli altri, saranno presenti Gianni Amunni (Direttore Generale ISPRO Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica), Massimo Livi Bacci (professore di Demografia dell’Università di Firenze), Nello Martini (presidente della Fondazione Ricerca e Salute, ReS), Pierangelo Geppetti (professore di Farmacologia Clinica dell’Università di e direttore SOD Centro Cefalee e Farmacologia Clinica Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Firenze), Mario Braga (direttore ARS – Agenzia Regionale di Sanità della Toscana).

Parteciperanno, inoltre, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e l’assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana, Stefania Saccardi.

Giovedì 10 ottobre un’assemblea plenaria dal titolo “Lo stato di salute dei cittadini e del sistema salute in Italia” inaugurerà il Forum e offrirà un approfondimento non solo su interessanti aspetti epidemiologici che riguardano la salute di tutti, ma anche sul nodo della spesa pubblica e privata per farmaci e cure, e sulla governance sanitaria. Tra i partecipanti: il padre dell’economia sanitaria in Italia, Elio Borgonovi  dell’Università Bocconi di Milano, e Francesco Ripa di Meana, presidente FIASO (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere).

Prenderanno il via, insieme al forum, anche “Leo contest” e “Rare desease hackathon”, due competizioni che chiamano in causa i giovani innovatori: designer, esperti di intelligenza artificiale, programmatori si sfideranno per trovare soluzioni di “digital health” applicate alle esigenze dei malati cronici e dei pazienti affetti da patologie rare.

Tra gli highliths di questa edizione del Forum, il workshop che si svolgerà giovedì 10 dal titolo “Per un uso appropriato e adeguato degli antibiotici: un nuovo paradigma nel mondo dell’antibiotico-resistenza”, tema di grande attualità e vera e propria emergenza sanitaria.

Venerdì 11 ottobre, sarà la volta di un interessante approfondimento dal titolo “Le grandi sfide della medicina e della governance farmaceutica del futuro”. Si parlerà di Medicina di precisione e Modello Mutazionale in Oncologia, Medicina Rigenerativa e Gene-Therapy, Medicina della Cronicità e delle Multi-Morbidità.

Sempre venerdì, una tavola rotonda dedicata alla Digital Transformation della sanità italiana farà il punto sull’innovazione e sulla rivoluzione digitale applicata al settore dell’healthcare.

«In un’epoca di importanti rivoluzioni sociali, la salute è un tema di massima importanza» ha detto Giuseppe Orzati, organizzatore del Forum Sistema Salute «Emerge la necessità di rinnovare programmi e strategie per una sanità più efficace e per una migliore governance sanitaria. In questo contesto, il Forum Sistema salute offre un’occasione unica di aggiornamento e di riflessione sui temi di più stringente attualità. Insieme ci interrogheremo su come offrire risposte sempre più mirate alle esigenze del cittadino, dei medici e delle aziende sanitarie. E condivideremo idee, progetti e strategie per trasfromare le nuove sfide in opportunità».

Articoli correlati
Al via il 14° Forum Risk Management. Giannotti: «Ministro lancerà tavolo permanente con le professioni sanitarie»
“La sanità che cambia” è il titolo dell’edizione di quest’anno che si svolge alla Fortezza di Basso di Firenze e che vedrà oltre 1300 relatori. Tra le novità la prima Conferenza nazionale della fragilità
Cambiamenti climatici e smog, D’Amato: «Allarme pollini allergenici, in aumento asma e mucositi»
Dal XX Congresso Nazionale della Pneumologia Italiana AIPO in corso a Firenze, il professor Gennaro D’Amato avverte: “Attenzione all’inquinamento atmosferico, può aggravare la sintomatologia di asma e allergie”. Il monito arriva nello stesso giorno in cui la rivista The Lancet lancia l'allarme sull'impatto dei cambiamenti climatici sulla salute
Dal “British Medical Journal” l’appello per una nuova visione della medicina
Sono pediatri, epidemiologi e scienziati di fama gli autori dell’appello internazionale pubblicato lo scorso 7 novembre sulle pagine del “British Medical Journal” rivolto a medici e scienziati di tutto il mondo per invertire la rotta nella direzione della prevenzione primaria: smettere di “fare la conta” dei malati e fornire ai decisori, in tempo reale, le […]
Rapporto OSSFOR: farmaci orfani valgono l’1,7% della spesa sanitaria. Polistena: «Ingiustificabile allarmismo per i costi»
«L'impegno del Governo sulle malattie rare e in termini di ricerca e investimenti sui farmaci innovativi è molto chiaro», ha spiegato la Senatrice Cinque Stelle Maria Domenica Castellone della Commissione Sanità a margine della presentazione del Rapporto annuale di OSSFOR
Rete 5G e salute, il sottosegretario Zampa: «Fiducia in scienza, non trasformiamolo in un nuovo caso vaccini»
«Mi fido dell’Istituto Superiore di Sanità. Studi ci dicono che il 5G è molto meno penetrante del sistema di telefonia mobile che noi usiamo tutti i giorni» sottolinea Sandra Zampa che invita a non fare allarmismo. Poi afferma: «Bisogna migliorare percezione SSN tra i cittadini»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...