Voci della Sanità 15 Marzo 2018

Morte cardiaca improvvisa, Ivo Pulcini (S.S. Lazio): “Tecnologia avanzata può prevedere gravi problemi per atleti sani e fare diagnosi precoce”

Da oggi la prevenzione della morte cardiaca improvvisa è possibile quando la ricerca scientifica e l’innovazione strumentale vanno di pari passo e pongono al centro la tutela della vita delle persone. Con questa premessa, e per rispondere ai frequenti e tristi avvenimenti di morti improvvise, la multinazionale produttrice di dispositivi medici d’avanguardia BTL Industries lancia SDS “Sudden Death Screening”. Si tratta di un sistema unico al mondo in grado di “Prevenire la Morte Cardiaca Improvvisa” di giovani atleti, semplicemente effettuando uno screening ECG di base. Il sistema si basa al 100% sui criteri di Seattle (oggi denominati Criteri internazionali) ed ha un’accuratezza del 98%. A provarlo sono stati gli atleti della Lazio, con il coordinamento del Dr. Ivo PulciniDirettore sanitario della S.S. Lazio 1900, che ritiene lo strumento estremamente attendibile e importante nella prevenzione della morte cardiaca improvvisa. Il dispositivo è stato inoltre testato dai giocatori della U.S. Salernitana 1919.

Così, il Dr. Ivo Pulcini dichiara a riguardo: «La prevenzione è l’anima della medicina sportiva che tratta prevalentemente soggetti in buona salute e cioè gli sportivi. Purtroppo non sempre l’occhio umano può cogliere delle sfumature che possono aggravarsi nel tempo e creare problemi alla salute e alla vita. Grazie alla tecnologia avanzata – prosegue – e ai criteri scientifici di Seattle, è possibile prevedere con largo anticipo un eventuale problema grave per atleti ritenuti sani e idonei all’attività agonistica, e farne una diagnosi precoce. Questi mezzi strumentali, attraverso il sistema SDS (Sudden Death System), possono fare accendere degli alert durante un esame elettrocardiografico, che permettono di scoprire in anticipo un eventuale problema cardiaco».

Il Prof. Foad Aodi, da parte sua, in qualità di Presidente dell’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI) e Presidente Onorario del Comitato Scientifico B-Academy, (Centro Studi Accademico Scientifico Culturale), afferma: «Gli unici strumenti per combattere la morte improvvisa sono: la prevenzione, gli accertamenti mirati, l’anamnesi accurata, l’innovazione strumentale e l’aggiornamento professionale continuo per i professionisti della Sanità. A questi elementi si aggiunge la presa in carico dell’atleta in maniera interdisciplinare e interprofessionale, con un confronto che coinvolge tutti gli esperti delle diverse branche, inclusi i medici di famiglia degli atleti, o i pediatri, nel caso dei minori. In Italia – prosegue – c’è un alto grado di preparazione dei professionisti della Sanità e c’è anche un forte impulso alla ricerca e all’innovazione tecnologica. Proprio per questo ringraziamo il Dr. Fabio Gugliucci, Direttore di BTLItalia, e tutto il suo staff, per il loro contributo fondamentale nell’aggiornamento professionale e nell’innovazione tecnologica: un supporto alla tutela della vita degli atleti e delle persone».
Il Dr. Fabio Gugliucci conclude: «Continua l’impegno di BTL e di B-Academy per sostenere e promuovere l’aggiornamento professionale e la prevenzione in cardiologia e riabilitazione. Stando a fianco di professionisti della Sanità, ci auguriamo di contribuire a salvare tante vite, di sportivi e non solo, mettendo sempre al centro dell’attenzione la salute delle persone e la collaborazione interprofessionale con tutti gli attori della Sanità, della ricerca e della tecnologia. Invitiamo tutti gli atleti a prendere in considerazione l’opportunità di sottoporsi ad un esame con dispositivo BTL SDS».

Articoli correlati
Sclerosi multipla, un trattamento in compresse per 20 giorni in 2 anni è il più efficace per le forme recidivanti
Le terapie innovative per la sclerosi multipla tra i temi portanti del 51° Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia. De Stefano: «Migliorare non solo l’instabilità fisica dei nostri pazienti, ma anche quella cognitiva»
di Isabella Faggiano
Un pacemaker elettronico di gomma flessibile? Perrone Filardi (SIC): «Dispositivo innovativo, è la strada giusta»
Un team americano rilancia lo studio sui materiali in cardiologia, il presidente della Società di Cardiologia: «Monitoraggio in remoto è il futuro»
di Tommaso Caldarelli
Ospedale San Camillo: «Nessuna chiusura di cardiologia a causa di operatori positivi Covid-19»
La dichiarazione del Direttore generale dell'ospedale romano Fabrizio d'Alba: «Titolo sparato per diffondere fake news»
Podologi, Ponti (AIP): «Collaborando con MMG e specialisti possiamo dare contributo a prevenzione e monitoraggio»
Il Presidente dell’Associazione Italiana Podologia Valerio Ponti auspica un ruolo per i podologi anche nelle RSA: «Molti pazienti hanno difficoltà a fare riabilitazione a causa di patologie podaliche». Intanto il Covid complica l’attività: fatturato calato del 30-40%
Il 21 novembre 2020 è la Giornata dell’assistente sanitario
Un professionista di grande importanza nel mondo sanitario: in possesso della laurea in Assistenza sanitaria (L/SNT/4) abilitante all'esercizio della professione di Assistente sanitario, e dell’iscrizione all’albo presso gli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (TSRM e PSTRP). Rappresenta una delle prime figure professionali che si incontra in ambito della prevenzione fin dai primi giorni di vita, per le vaccinazioni dell'infanzia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli