Voci della Sanità 19 Gennaio 2022 17:19

Premio “LEADS – Donne Leader in Sanità”: prorogata la consegna dei progetti

È stata prorogata al 21 maggio la consegna dei progetti per partecipare alla prima edizione del Premio LEADS – Donne Leader in Sanità, a causa del prolungamento dell’emergenza Covid-19 dovuto alla variante Omicron. La cerimonia di premiazione slitterà al 21 giugno

Premio “LEADS – Donne Leader in Sanità”: prorogata la consegna dei progetti

Il Premio Leads è il riconoscimento istituito dall’Associazione Donne Leader in Sanità per promuovere le best practice di Aziende pubbliche e/o private che si sono distinte nel favorire la leadership al femminile.

Per partecipare basta aderire al bando, presentando la candidatura. La partecipazione è gratuita e sarà possibile presentare i progetti, causa prolungamento dell’emergenza Covid-19, sino alle ore 13.00 del 21 maggio 2022.

Il concorso è aperto a enti pubblici o privati accreditati, ad aziende e associazioni, onlus ed enti del terzo settore che attraverso i loro progetti hanno favorito nel corso del 2020 la parità̀ di genere nell’accesso ai più elevati gradi delle carriere e la presenza paritaria nelle organizzazioni pubbliche e private in ambito sanitario come l’adozione della parità di genere e la relativa diffusione di buone prassi; lo sviluppo, la formazione e l’accesso delle donne a posizioni di leadership; iniziative a favore di un mindset inclusivo, di una vera e propria trasformazione culturale e, infine, la trasparenza e la pubblicità su gender gap e salary gap.

A selezionare le candidature e decretare i progetti più meritevoli sarà una giuria presieduta dall’On. Beatrice Lorenzin accanto a figure di grande prestigio, che hanno ricoperto il ruolo di Ministro della Salute o che operano nel settore dell’associazionismo. Renato Balduzzi, Carolina Gianardi, Lella Golfo, Maurizia Iachino, Paola Mascaro, Alessia Mosca, Maurizio Sacconi, Livia Turco.

I vincitori saranno decretati nel corso di una cerimonia di premiazione in programma il 21 giugno 2022.

«In Italia, come in molti altri Paesi, tanto è stato fatto per assegnare alle donne il ruolo che meritano, in un’ottica meritocratica e non discriminatoria, ma molto altro resta ancora da fare – dichiara Patrizia Ravaioli, Presidente dell’Associazione Donne Leader in Sanità -. Basti osservare che il 69% delle strutture sanitarie in Italia è ancora diretto da uomini e, sempre in quest’ambito, l’80% degli incarichi di leadership è occupato ancora una volta da uomini. È invece il 18% la percentuale di Direttori Generali donne, nonostante queste rappresentino oltre il 60% del personale sanitario e nonostante si sia ovunque osservato che le donne al vertice dimostrino di possedere grande professionalità e capacità. Nasce con questo obiettivo l’Associazione Donne Leader in Sanità e l’idea di organizzare un Premio che possa valorizzare gli enti pubblici e/o privati che sia siano contraddistinti per aver promosso la leadership al femminile attraverso politiche e best practice di successo, soprattutto in un periodo di emergenza come questo in cui le donne sono state protagoniste nella gestione della pandemia».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid, Gimbe: «Più 50% dei casi in 7 giorni. Aumentano ricoveri, terapie intensive e decessi»
Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta: «Prosegue impennata nuovi casi settimanali»
Medici di famiglia: «Di questo passo entro agosto saremo in piena emergenza». Prevale il test “fai da te” per non perdere le ferie
«Di questo passo, entro agosto potremmo trovarci in piena emergenza Covid. Uno scenario al quale i cittadini non pensano più, perché ritengono che il Covid sia ormai una banale influenza, senza comprendere che il virus può ancora essere letale»
Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?
Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripetere il test dopo 24 ore
Sanità, Boldrini (Pd): «Prorogare e stabilizzare operatori sociosanitari nei penitenziari e nelle RSA»
La senatrice chiede ai ministri competenti «quali ragioni abbiano spinto a rinunciare a questa dotazione di personale in strutture che operano sempre sotto organico con conseguente burn out»
Lockdown controproducenti, in alcuni paesi hanno aumentato i contagi
Uno studio dell'Università della Finlandia orientale ha dimostrato che, in alcuni paesi, i lockdown sono stati inutili e controproducenti. In altre parole, i blocchi completi hanno aumentato la diffusione dei contagi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 4 luglio, sono 549.184.038 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.339.118 i decessi. Ad oggi, oltre 11,75 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...