OMCeO, Enti e Territori 21 novembre 2018

Oncologia, al via a Bari la nona Edizione di Oncology for Primary Care

Fumo, alimentazione e stili di vita al centro della Nona Edizione di Oncology for Primary Care. Il convegno sulle cure primarie e le innovazioni terapeutiche del paziente oncologico, promosso da Eugenio Maiorano e da Nicola Marzano, torna a Bari venerdì 23 e sabato 24 novembre. Più dell’80% dei malati di cancro manifesta i sintomi per […]

Fumo, alimentazione e stili di vita al centro della Nona Edizione di Oncology for Primary Care. Il convegno sulle cure primarie e le innovazioni terapeutiche del paziente oncologico, promosso da Eugenio Maiorano e da Nicola Marzano, torna a Bari venerdì 23 e sabato 24 novembre.

Più dell’80% dei malati di cancro manifesta i sintomi per la prima volta al proprio Medico di Famiglia e, nel corso dell’anno successivo alla diagnosi, i pazienti lo consultano per problemi legati alla malattia, molto di più di quanto si rivolgano al medico specialista. In questo scenario il Medico di Medicina Generale e le Cure Primarie nel loro complesso svolgono in ambito assistenziale un ruolo di primaria importanza.


Le terapie e i suoi postumi a breve termine, nonché gli effetti collaterali che si verificano a domicilio accrescono il rapporto diretto con il Medico di Famiglia che, di conseguenza, assume un ruolo fondamentale. Ed è per questo che la due giorni è rivolta principalmente ai medici di medicina generale, ma anche a specialisti, biologi, psicologi, tecnici di laboratorio e infermieri.
«Il percorso del paziente oncologico sta cambiando grazie alla caratterizzazione dello stesso e alle innovazioni terapeutiche a lui dedicate specificamente – afferma Nicola Marzano, Responsabile del Reparto di Oncologia Medica dell’Ospedale San Paolo di Bari”. Nel nuovo paradigma dell’immuno-oncologia diventa sempre più concre­ta la prospettiva di terapie personalizzate e su misura, – aggiunge lo Specialista – ovvero basate sulla conoscenza dell’identikit del tumore e sulla possibilità di colpire in modo mirato le specifiche anoma­lie molecolari, che permette di scegliere il trattamento “giusto” per ogni paziente».

Questa nona edizione di Oncology for Primary Care è caratterizzata da una delle armi vincenti contro il tumore, ovvero la prevenzione. L’alimentazione e gli stili di vita sana, affiancati dall’attività fisica e dalle tecniche di rilassamento, sono estremamente importanti per il proprio benessere così come il fumo elettronico e i dispositivi per smettere di fumare, considerati nuovi oggetti di dipendenza, sono temi che sensibilizzano tutta la comunità e l’informazione scientifica allarga i propri orizzonti alla divulgazione e alla comunicazione corretta.

Naturalmente si approfondiranno i diversi tumori da quelli gastrointestinali, passando dalla pratica clinica alla biologia, si parlerà dell’evoluzione anche dei melanomi grazie all’immunoterapia, di genetica del carcinoma mammario e di strategie di prevenzione primaria e secondaria.

Nel percorso del malato oncologico, infine, è di fondamentale importanza l’aspetto psicologico della terapia che affianca quella farmacologica. Sconfiggere il dolore attraverso la conoscenza della malattia, riducendo il timore della stessa, permette al paziente di vivere al meglio e in molti casi riscattarsi attraverso la propria creatività. Durante il congresso saranno esposti i quadri di una paziente che nell’arte ha ritrovato il proprio benessere.

Articoli correlati
Salute degli occhi, quanto ne sai? L’Osvi presenta i risultati del sondaggio
Il 13 dicembre, Santa Lucia, è la Giornata per la prevenzione della cecità. Per questa occasione, l’OSVI (Osservatorio per la Salute della vista) ha realizzato un sondaggio per indagare l’attenzione alla salute degli occhi degli italiani. Gli italiani controllano la vista? Sanno che i primi controlli per la prevenzione del glaucoma vanno fatti intorno ai 40 […]
Il medico ti allunga la vita: la campagna dell’OMCeO Bari rivolta ai cittadini
Una grande torta con le candeline – ben 105 – campeggia da qualche giorno sui cartelloni pubblicitari delle strade di Bari, accompagnata dalla scritta “Il tuo medico ti allunga la vita”. È la nuova campagna di comunicazione dell’Ordine dei medici di Bari per promuovere la continuità di rapporto con il proprio medico, che “ti fa […]
Diabete e ‘Urban health’, Pella (ANCI): «Duemila sindaci hanno aderito alla dichiarazione di Roma». Censis: luogo e fattori sociali influenzano prevenzione
Un anno fa la firma della “Urban Health Rome declaration”. Il vicepresidente dell’Associazione comuni italiani e dell’intergruppo parlamentare presidente dell’Intergruppo parlamentare ‘Qualità di vita nella città’: «Inattività fisica costa in Europa 80 miliardi di euro». Poi sottolinea: «Parlamento un po’ assente, serve Commissione permanente su questi temi»
Sesso e alimentazione, Esposito (Università Vanvitelli): «La dieta mediterranea combatte la disfunzione erettile»
La prescrizione della professoressa, ordinario di Endocrinologia: «L’eros nasce a tavola. Per avere una buona qualità di vita e un buon vissuto sessuale, scegliamo i piatti della nostra tradizione»
Rivaroxaban, risultati positivi per la prevenzione di tromboembolismo venoso in pazienti oncologici
Bayer e il suo partner di sviluppo Janssen Research & Development, LLC hanno annunciato la presentazione dei risultati dello studio di Fase 3 CASSINI sull’impiego dell’anticoagulante orale rivaroxaban, per ridurre il rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti oncologici ambulatoriali ad alto rischio, in terapia sistemica oncologica. Nonostante l’endpoint primario composito di TEV e mortalità […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...