Voci della Sanità 15 Ottobre 2018 15:26

Oftalmologia, SIFI e Polpharma annunciano partnership

SIFI, leader italiano nello sviluppo e nella commercializzazione di terapie oftalmiche, e Polpharma, leader nel mercato farmaceutico polacco, annunciano una partnership strategica commerciale, rivolta al mercato Europeo. L’accordo consentirà di arricchire il portafoglio prodotti di entrambe le Aziende e di fornire una gamma più completa di terapie oftalmiche al mercato internazionale. Le reciproche area terapeutiche […]

SIFI, leader italiano nello sviluppo e nella commercializzazione di terapie oftalmiche, e Polpharma, leader nel mercato farmaceutico polacco, annunciano una partnership strategica commerciale, rivolta al mercato Europeo. L’accordo consentirà di arricchire il portafoglio prodotti di entrambe le Aziende e di fornire una gamma più completa di terapie oftalmiche al mercato internazionale.

Le reciproche area terapeutiche di collaborazione sono state identificate nel Glaucoma e nel Dry Eye grazie ad una strategia volta ad accelerare la crescita in queste aree riferimento.

Il glaucoma è la seconda principale causa di cecità al mondo ed una causa rilevante di disabilità visive, che colpisce oltre 60 milioni di persone in tutto il mondo. È una malattia insidiosa, poiché spesso viene diagnosticata solo quando i cambiamenti della vista hanno già raggiunto uno stadio avanzato. Circa il 50% dei soggetti non sa, infatti, di avere il glaucoma. Tuttavia, se diagnosticato precocemente e trattato in maniera appropriata, può essere controllato in modo efficace.

La sindrome da occhio secco è una delle cause più frequenti che spinge i pazienti a sottoporsi a visita presso gli studi medici oculistici ed è considerata oggi un “unmet need” a livello globale, che affligge oltre 30 milioni di persone negli Stati Uniti e almeno 344 milioni di persone in tutto il mondo. La sindrome dell’occhio secco sta aumentando anche tra i bambini e gli adolescenti e l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha recentemente definita una delle patologie più ignorate e sottovalutate dell’età moderna.

La prima fase della collaborazione riguarda due prodotti per il glaucoma concessi in licenza da Polpharma a SIFI e 3 dispositivi medici per la secchezza oculare concessi in licenza da SIFI a Polpharma.

«La partnership in cross-licensing sottoscritta con Polpharma è un chiaro passo in avanti nella nostra strategia di sviluppo del business – ha dichiarato Fabrizio Chines, Presidente e Amministratore delegato di SIFI – . Scambiando diritti commerciali con late-stage assets nelle diverse aree geografiche, SIFI sarà in grado di accelerare la sua crescita internazionale, fornendo una gamma di prodotti più completa in maniera più veloce, ad oftalmologi e pazienti nei mercati chiave».

«Grazie all’importante partnership con SIFI, Polpharma amplierà il suo attuale portafoglio oftalmico con  prodotti medicinali innovativi, unici sul mercato polacco. La loro efficacia è stata dimostrata in studi clinici. È una notizia molto positiva per i pazienti affetti dalla sindrome dell’occhio secco e un ottimo inizio alla nostra cooperazione con SIFI che – speriamo – riguarderà anche altre aree in futuro» ha sottolineato Markus Sieger, CEO di Polpharma Group.

Articoli correlati
World glaucoma week. Il killer silenzioso della vista: un paziente su due ne soffre ma non lo sa
In Italia sarà il Congresso Internazionale dell’Associazione Italiana Studio Glaucoma (AISG) a fare da apripista alla settimana mondiale di sensibilizzazione. Miglior (AISG): «Tre giorni di confronto tra esperti di tutto il mondo sulle nuove tecniche chirurgiche, le ultime frontiere della terapia medica e la qualità di vita dei nostri pazienti»
Ipovisione e cecità, il “miracolo” della terapia genica
Falsini (oculista): «Sono attualmente eleggibili al trattamento i pazienti con difetto del gene RPE65. Ma, grazie ai progressi della scienza, la terapia genica sarà presto utilizzabile anche per le malattie ereditarie della retina causate da una mutazione diversa»
di Isabella Faggiano
Glaucoma, gli oculisti Goal sempre a fianco dei pazienti
«In occasione della settimana mondiale del Glaucoma è fondamentale fornire alla popolazione valide indicazioni per fronteggiare le conseguenze della malattia, che può comportare la cecità, influenzando negativamente sia la sfera personale, che quella sociale»
Settimana Mondiale Glaucoma, IAPB Italia onlus: «La parola d’ordine è prevenzione»
Controlli del tono oculare e webinar con specialisti sulle tv locali, un sito dedicato, cartoline informative in circa 160 supermercati: ecco le iniziative dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità contro il “ladro silenzioso della vista”
Al via il Congresso virtuale SOI, Piovella: «Con la pandemia 6 milioni di visite e 500mila interventi in meno»
Il presidente sottolinea l’impegno della Società oftalmologica italiana e incoraggia l’utilizzo dei tamponi antigenici rapidi per tracciare gli eventuali positivi e convincere i pazienti a prenotare le visite oculistiche
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni