Voci della Sanità 5 Ottobre 2020 18:01

Nobel Medicina, Rostan (IV): «Supportare prevenzione e screening epatite C»

«Ora dobbiamo sfruttare i fondi già stanziati per gli screening negli anni 2020-21, scovare il sommerso della patologia e avviare celermente i pazienti individuati al trattamento» sottolinea la Vicepresidente della Commissione Affari Sociali Michela Rostan

«Il riconoscimento del Premio Nobel per la Medicina ai tre scienziati che hanno scoperto il virus dell’epatite C, Harvey Alter, Michael Houghton e Charles Rice, è il giusto tributo a chi ha impresso una svolta decisiva nel conoscere il virus consentendo così di identificare i giusti protocolli per debellare questa malattia entro il 2030 come previsto dall’Organizzazione mondiale della sanità. Questo prestigioso riconoscimento deve rappresentare uno stimolo anche per la nostra Nazione a intraprendere velocemente l’ultimo miglio del processo di eradicazione del virus HCV, traguardo ora raggiungibile grazie ai progressi della ricerca che hanno consentito di arrivare alla commercializzazione delle terapie di ultima generazione, i cosiddetti DAA, peraltro già rimborsabili dal nostro servizio sanitario». Questo il commento di Michela Rostan, vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera.

«In questa fase  – aggiunge Rostan – attendiamo l’emanazione da parte del Ministero della Salute del dispositivo attuativo, ai sensi della legge di conversione del Dl milleproroghe, che consentirebbe di sfruttare i fondi già stanziati per gli screening negli anni 2020-21, scovare il sommerso della patologia e avviare celermente i pazienti individuati al trattamento, così come previsto dall’obiettivo OMS che auspica al 2030 la completa eliminazione del virus HCV. Un traguardo alla portata dell’Italia che deve però compiere lo scatto finale per tagliare questo importantissimo traguardo. Bisogna investire sulla prevenzione e sugli screening per far emergere tutti coloro che sono affetti da questa patologia senza saperlo. C’è necessità inoltre di proseguire nelle campagne di sensibilizzazione e nel finanziamento dell’innovatività dei farmaci per portare a casa il risultato».

Articoli correlati
Epatite, Rostan (Forza Italia): «Otto milioni alla Campania per gli screening. Avanti con il Piano attuativo»
«Le regioni del Mezzogiorno devono lavorare per recuperare il terreno perduto anche perché, è bene ricordare, le infezioni da HCV sono causa di tante altre malattie extra epatiche» spiega la deputata azzurra
Sanità, Rostan (Misto): «Appello a Draghi per nuove assunzioni in Sanità»
«Dal Summit di Napoli lanciamo un appello al governo Draghi affinchè si mettano in campo tutte le risorse possibili per colmare il gravissimo deficit di personale sanitario che è la causa principale di tanti disservizi e di una profonda iniquità tra regioni per ciò che attiene i livelli essenziali di assistenza. Dobbiamo individuare corsie preferenziali […]
Nobel per la Medicina 2021 a Julius e Patapoutian
L'annuncio è stato dato come da tradizione dall'Assemblea dei Nobel al Karolinska Institutet di Stoccolma in Svezia, ai due scienziati riconosciuti i meriti «per le loro scoperte dei recettori per temperatura e tatto»
Giornata delle Epatiti ai tempi del Covid-19, Aghemo (AISF): «Avremo incremento di morti a causa di diagnosi e controlli mancati»
Con l’esplosione della pandemia l’Italia non è più in linea con l’obiettivo OMS di eradicare l’Epatite C entro il 2030. Il Segretario AISF: «Urgente rilanciare vaccini, screening e trattamenti»
di Isabella Faggiano
Vaccini, Rostan (Misto): «Obbligo vaccinale per il personale scolastico è scelta di responsabilità»
«Introdurre l’obbligo vaccinale per il personale scolastico è una scelta di responsabilità assolutamente in linea con la strategia di prevenzione e contrasto adottata dal governo Draghi con il supporto del Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. L’emergenza Covid-19 non è affatto superata e non possiamo consentirci l’esplosione di nuovi cluster alla ripresa dell’anno scolastico. Chi tenta […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 settembre 2022, sono 615.090.972 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.536.966 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi