Voci della Sanità 18 Febbraio 2020

Meyer, parte la campagna “Il Meyer diventa più  grande per i più piccoli”. Carlo Conti testimonial  

Una grande struttura immersa nel verde per accogliere i bambini che devono effettuare giornalmente visite e analisi specialistiche: si tratta del Parco della Salute dell’Ospedale Meyer di Firenze che ospiterà, oltre all’attività specialistica, anche il nuovo reparto di Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza

Un nuovissimo centro ambulatoriale, per accogliere i bambini che entrano in ospedale per controlli e visite specialistiche: sarà questo il Parco della Salute, uno nuovo spazio di 5000 metri quadrati, immerso nel verde, destinato a rivoluzionare il concetto di assistenza ambulatoriale dei piccoli pazienti: il nuovo centro ospiterà infatti in un’unica struttura l’attività specialistica diurna, il punto prelievi, il centro donatori sangue, il servizio di diagnostica e la nuova Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza.

Per contribuire alla campagna “Il Meyer diventa più grande per i più piccoli” – che ha come testimonial d’eccezione il conduttore Carlo Conti, da sempre sostenitore dell’ospedale pediatrico fiorentinosi può donare con un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45594 dal 17 febbraio al 1° marzo 2020.

Si tratta di un progetto innovativo di day service che permetterà a bambini e ragazzi di usufruire di diverse prestazioni, su patologie specifiche, in un’unica giornata. Gli ambulatori saranno divisi per aree omogenee, ognuna con spazi di attesa dedicati, confortevoli e attrezzati per mettere a proprio agio i piccoli pazienti grazie soprattutto alla “filosofia del Meyer”, dove il gioco è una grande risorsa antistress e di rassicurazione per i bambini.

LEGGI ANCHE: FIRENZE, L’IMMAGINAZIONE GUIDATA AL MEYER RIDUCE ANSIA E STRESS NEI BAMBINI

Gli ampi spazi interni, circondati da un’area verde di circa 4 ettari, oltre all’attività ambulatoriale diurna, saranno destinati ad accogliere il nuovo reparto di Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza dell’Ospedale Meyer dove verranno trattate alcune delle principali patologie neuropsichiatriche: disturbi dell’alimentazione (bulimia, anoressia), scompensi adolescenziali, disturbi della personalità, disturbi post-traumatici e dell’umore, oltre alla ADHD, al ritardo mentale e ai disturbi dello spettro autistico.

In questo nuovo reparto, l’attività di assistenza verrà svolta tramite il day hospital, il ricovero (grazie ai posti letto della clinica), le visite ambulatoriali e le consulenze per i pazienti, sia esterni che interni.  I vantaggi offerti dalla nuova struttura saranno notevoli: oltre al potenziamento dell’attività di prevenzione, ci sarà la possibilità di effettuare diverse prestazioni in un’unica giornata grazie a un approccio multidisciplinare tramite uno staff di 7 medici neuropsichiatri, 2 psicologhe, 3 dietiste, un educatore, 14 infermieri e 6 operatori socio sanitari.

Completare i lavori di questo nuovo centro è, dunque, l’obiettivo della campagna lanciata dalla Fondazione Meyer a cui si si può contribuire con un sms dal 17 febbraio al 1° marzo 2020. Si possono donare 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. 5 euro, invece, per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile e 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Chi è Je.suis.doc, medico su TikTok da 40mila follower: «Così ho avvicinato i giovani alla medicina»
Clip mimate e sequenze musicali per interagire con gli adolescenti e parlare di salute. Carlo Esposito: «TikTok mi ha permesso di catturare l’attenzione dei giovanissimi in modo semplice e immediato»
Scuola, con il Covid a rischio l’apprendimento dei più piccoli. Morsanuto (Unicusano): «Negato sviluppo sociale, linguistico e cognitivo»
Per la prima volta lo studio “Emozioni in quarantena” dell’Unicusano mostra come i bambini fra i tre e i sei anni abbiano vissuto il lockdown e l’importanza di ripensare le tradizionali tecniche di insegnamento. Ai bimbi, infatti, è stato negato lo sviluppo sociale, linguistico e cognitivo
Recovery Fund, Fnopo: «Evento storico. Implementare ostetrica di famiglia e di comunità»
«D’ora in poi non sarà più possibile, né credibile, rimandare la realizzazione di progetti di riforma della rete assistenziale portando a motivazione la mancanza di fondi adeguati» precisa la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica (FNOPO)
Bambini post lockdown, lo studio promosso da SIMPE invita all’ottimismo
La survey ha raccolto le risposte di 271 famiglie italiane con figli dai 3 ai 16 anni. E i risultati sono stati sorprendenti
Nella basilica di Santa Croce un monumento dedicato agli operatori sanitari vittime del Covid-19
Anche medici, infermieri e operatori sanitari tra i grandi del nostro Paese ricordati a Santa Croce. Mangiacavalli (FNOPI): «Il Covid c'è ancora, non abbassare la guardia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...