OMCeO, Enti e Territori 8 febbraio 2019

Medici Veterinari Campani “precari da sempre” verso la stabilizzazione definitiva. SIVeMP: “Si chiude un capitolo che dura da più di 15 anni”.

“Finalmente la Regione Campania ha fatto la sua parte sottoscrivendo e avviando le procedure per il completamento orario degli Specialisti Ambulatoriali Veterinari ancora non a tempo pieno, in servizio da anni nelle AA.SS.LL. di Caserta e Salerno. Ringraziamo il Presidente De Luca per aver accolto la nostra proposta; siamo felici di aver raggiunto un risultato […]

“Finalmente la Regione Campania ha fatto la sua parte sottoscrivendo e avviando le procedure per il completamento orario degli Specialisti Ambulatoriali Veterinari ancora non a tempo pieno, in servizio da anni nelle AA.SS.LL. di Caserta e Salerno. Ringraziamo il Presidente De Luca per aver accolto la nostra proposta; siamo felici di aver raggiunto un risultato storico: la contrattualizzazione a tempo pieno, dopo anni di orario lavorativo part-time.

Con questo atto manteniamo un impegno che ci eravamo assunti da tempo e che a tratti era parso irrealizzabile, quello del “completamento orario, fino al tempo pieno” per una sessantina di Medici Veterinari Specialisti Ambulatoriali (età media superiore ai 55 anni) che prestano servizio nei Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.LL. campane, assicurando costantemente – negli anni dei blocchi delle assunzioni – il raggiungimento dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) ascrivibili alla medicina veterinaria e quindi alla Sanità Pubblica, dapprima (dal 2000 al 2010) con rapporti di lavoro flessibili, poi, a partire dal 2011 come Specialisti Ambulatoriali Veterinari a tempo determinato con “ore progettuali”, e dal 2016 a tempo indeterminato. Restava pertanto, l’ultimo traguardo che era quello del tempo pieno per alcuni di essi, che consentirà di fatto l’inserimento in organico, in maniera definitiva, di professionisti già esperti e formati.

Si tratta di una vertenza seguita con determinazione e passione da parte della nostra organizzazione sindacale. Si concludono così due percorsi molto complessi, di lotta per il lavoro e in difesa della dignità dei lavoratori, ponendo fine alle infinite proroghe contrattuali e alle farraginose trattative con gli enti istituzionali. Una situazione incresciosa che non garantiva certezze a questi lavoratori né da un punto di vista lavorativo/previdenziale, né tantomeno da un punto di vista di crescita professionale.

Tutto ciò è stato possibile anche e soprattutto grazie ad una serie di attività volute e messe in campo dalla Task Force Regionale istituita dal Presidente De Luca (D.P.G.R. n. 250/2017 – n. 117/2018) e coordinata dal dott. Antonio Limone Direttore Generale dell’IZSM, nonché Coordinatore ufficiale degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali d’Italia e, in quanto tale, portavoce presso OIE (Organizzazione Mondiale della Sanità Animale). La Task Force Regionale – continua di Franco – è stata istituita per porre fine con azioni più incisive, una volta e per tutte agli innumerevoli piani di eradicazioni delle malattie infettive e diffusive come la Tubercolosi e la Brucellosi che in Campania vanno avanti da più di vent’anni.

Quando gli Specialisti Veterinari si sono presentati alla Task Force per chiedere che venisse presa in considerazione la loro professionalità e la loro esperienza maturata sul campo per portare a compimento il piano straordinario di eradicazione messo in piedi dalla stessa Task Force in sintonia con il Ministero della Salute e con i Servizi Veterinari Regionali, francamente, le speranze di successo erano davvero pochissime a causa dei numerosi impedimenti di ogni genere…

Ma alla fine, la scelta di investire sulla comprovata esperienza di questi Professionisti, spesso chiamati a lavorare in condizioni e in territori anche piuttosto difficili, la loro professionalità, il loro spirito di abnegazione e soprattutto i risultati raggiunti nel giro di pochi mesi – mai avuti prima – hanno contagiato un po’ tutti: Task Force, Regione, Presidente De Luca e non da ultimo la stesso Ministero della Salute che ha definito tra l’altro il piano di eradicazione messo a punto dalla Task Force Campana, un  modello precursore delle Linee Guida d’intervento Europee in corso di emanazione per il 2021”.

dott. Marcello Di Franco, Segretario Regionale FESPA (Federazione Specialistica Ambulatoriale), Coordinatore Nazionale per la Specialistica e per la Convenzionata del SIVeMP (Sindacato Italiano Veterinari di Medicina Pubblica e Presidente Nazionale p.t. FESPA

 

 

Articoli correlati
Ministro Grillo: a che punto è la notte?
di Aldo Grasselli, Presidente FVM – Federazione Veterinari, medici farmacisti e Dirigenti sanitari
Ddl aggressioni, continuano le audizioni in Senato. Sumai: «Asl denuncino d’ufficio». SIVeMP: «Veterinari operino in equipe»
Si studiano le misure per fronteggiare l’ondata di violenze contro gli operatori sanitari. Il segretario Sumai Antonio Magi: «Il più delle volte infatti, il medico aggredito non denuncia per vergogna, per rassegnazione, ma anche per paura». Il Fimeuc (Emrgenza – Urgenza): «Serve formare personale per gestire situazioni»
Sicurezza alimentare, Sorice (SIMeVeP): «Etichettatura e tracciabilità fondamentali. Spreco si risolva in donazioni»
Una passeggiata nella filiera alimentare passando dalla tracciabilità alla commercializzazione, fino a giungere al consumo e allo spreco che in alcuni casi – quelli più felici – può risolversi in donazione. Antonio Sorice: «Educare consumatore»
di Arnaldo Iodice e Serena Santi
Lavoro, turnover, legge di bilancio. Il punto di Grasselli (SIVeMP): «Situazione allarmante, 40% sanitari in pensione nei prossimi 5 anni»
Tutte le preoccupazioni del Sindacato Veterinari Pubblici espresse nel corso del 50° Congresso Nazionale: «È bene che il Governo ascolti e risponda ai nostri allarmi per il bene del Paese»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...