Voci della Sanità 22 Ottobre 2020 17:08

Mazzacane (Goal): «Bene la proposta di Regione Lombardia di inserire la maculopatia nei Lea»

Danilo Mazzacane, segretario generale Cisl Medici Lombardia e segretario della società scientifica Goal (Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi), plaude l’iniziativa formulata il 20 ottobre al Consiglio Regionale Lombardia dal presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia, Emanuele Monti, di presentare la mozione, poi approvata dal Consiglio, per l’inserimento della maculopatia nei Lea, i Livelli essenziali di […]

Danilo Mazzacane, segretario generale Cisl Medici Lombardia e segretario della società scientifica Goal (Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi), plaude l’iniziativa formulata il 20 ottobre al Consiglio Regionale Lombardia dal presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia, Emanuele Monti, di presentare la mozione, poi approvata dal Consiglio, per l’inserimento della maculopatia nei Lea, i Livelli essenziali di assistenza.

«In tal modo la Giunta si farà portavoce presso il ministero della Salute affinché con l’inserimento della maculopatia nei Lea, sia consentito un facile accesso alle diagnosi precoci ed alle cure – sottolinea Mazzacane -. Degna di nota anche la richiesta alla Regione, da parte della consigliera Antonella Forattini,  di stanziare risorse economiche specifiche da destinare alla diagnosi e cura di coloro che sono affetti della patologia oculare retinica».

La maculopatia interessa la parte nobile della retina, destinata alla visione distinta centrale. È una forma patologica degenerativa ed è causa importante di cecità nei Paesi Occidentali.

Inoltre, la forma umida della patologia retinica invalidante necessità di una diagnosi precoce al fine di intraprendere un percorso di cura con una sequenza di iniezioni intravitreali di farmaci specifici.

«Purtroppo – evidenzia il segretario generale della Cisl Medici Lombardia – nel periodo marzo-aprile di emergenza Covid-19 è stato difficile poter assicurare ai pazienti affetti da maculopatia la continuità terapeutica necessaria. E temiamo che nelle prossime settimane si verificherà la stessa criticità».

«È quindi necessario – aggiunge – ricercare da subito soluzioni che possano permettere la continuità terapeutica, come ad esempio l’impiego di apparecchiature utilizzanti il flusso laminare in locali attrezzati e dedicati, in luogo delle sale operatorie non più disponibili a causa dell’emergenza Covid-19».

«La continuità terapeutica per i pazienti affetti da maculopatia è essenziale per assicurare loro il mantenimento della migliore visione possibile – conclude -, affinché possano avere ancora abilità al lavoro e/o mantenere una condizione di autosufficienza. Il beneficio va a favore non solo dei  pazienti, ma dell’intera comunità che, diversamente, deve provvedere alle necessarie misure di sostegno sociale».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Regione Lombardia investe 7,5 milioni di euro nelle cure domiciliari
Nuove tecnologie, telemedicina e personale specializzato gli ambiti di sviluppo su cui è concentrata l’attenzione di pubblico e privato. Da MedicaAir nuovi studi per migliorare la consistenza dei cibi per pazienti con insufficienza respiratoria
Regione Lombardia investe 10 milioni di euro nel “ponte digitale” tra ospedale e territorio
Il 2022 sarà l’anno decisivo per la realizzazione di una piattaforma centralizzata in grado di mettere in rete le strutture ospedaliere, le case di comunità e creare percorsi di telemedicina a cui avranno accesso i cittadini
Stop ai dubbi: la maratona scientifica di Regione Lombardia spiega tutto su Omicron e vaccini
Oltre mille domande su terza dose, effetti collaterali e varianti a cui i massimi esperti hanno risposto in tre ore di diretta televisiva
di Federica Bosco
A Varese prove generali di sanità del futuro con la Clinica Isber
Nella storica cornice della casa generalizia delle Ancelle di San Giuseppe è stata inaugurata il centro privato accreditato realizzato con tecnologie avanzate e robotica
Interventi oculistici solo negli ospedali: la SOI chiama in causa Regione Lombardia che respinge le accuse
Dallo scorso mese di giugno gli interventi oculistici ambulatoriali sono stati sospesi a favore dell’ospedale dove però, a detta di Matteo Piovella, Presidente SOI, non ci sarebbero i requisiti minimi di sicurezza. Immediata la replica della Regione con Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità parla di nuove strutture territoriali
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...