Voci della Sanità 10 Dicembre 2020 19:06

Manovra, Bologna (PP): «Presentato emendamento per Finanziare Piano Nazionale Demenze»

«È tempo di adottare investimenti strumentali e di ricerca finalizzati alla diagnosi precoce, al monitoraggio e al trattamento di persone con malattia di Alzheimer» sottolinea il medico e deputato Fabiola Bologna

«All’ invecchiamento della popolazione nel nostro Paese consegue un incremento di diagnosi di demenza. Ad oggi, in Italia, le stime parlano di circa 1.200.000 affette da demenza, di cui 720mila casi di Alzheimer. Numeri in aumento visto che il 23% della popolazione (dati Istat 2019) ha superato i 65 anni di età. Per questa ragione ho ritenuto necessario interrogare il Ministero della Sanità sull’opportunità di adottare iniziative per procedere all’aggiornamento e al finanziamento del Piano nazionale per le demenze, provvedendo inoltre all’adozione di linee guida sulla diagnosi e sul trattamento delle demenze». Così Fabiola Bologna, deputata di Popolo Protagonista e Segretario della XII Commissione Affari sociali e Sanità della Camera.

«Dobbiamo già guardare – prosegue Bologna – ai progetti che saranno finanziati per mezzo del Recovery Fund per promuovere la tematica delle malattie croniche in maniera circostanziata e finalizzata. Per questo motivo ho presentato e segnalato un emendamento alla Legge di Bilancio al fine di creare un Fondo per l’Alzheimer e le demenze. È tempo di finanziare e implementare il Piano Nazionale Demenze e di adottare investimenti strumentali e di ricerca finalizzati alla diagnosi precoce, al monitoraggio e al trattamento di persone con malattia di Alzheimer. Si tratta di guardare alle prossime azioni con una prospettiva di lungo raggio, intervenire oggi per garantire una migliore presa in carico dei pazienti che convivono con queste patologie, così facendo agiremmo in linea anche con il Global Action Plan to Dementia della Organizzazione Mondiale della Sanità».

Articoli correlati
Malattie rare, Bologna (IAC): «Proseguire anche nella prossima legislatura lavoro su decreti attuativi»
«L’approvazione della legge sulle malattie rare, di cui sono stata firmataria e relatrice, è stato un grande traguardo di questa legislatura; una legge di iniziativa parlamentare che ha richiesto tre anni e mezzo di lavoro ed é riuscita a superare molti ostacoli, costruendo una cornice normativa per la tutela di due milioni di malati e […]
L’inquinamento atmosferico è responsabile dell’aumento delle demenze
Per la prima volta il governo del Regno Unito ha riconosciuto ufficialmente che l'inquinamento atmosferico sta alimentando un aumento dei casi di demenza. Il collegamento è stato messo nero su bianco in un report della Committee on the Medical Effects of Air Pollutants
Tecnologia e design innovativo delle RSA per far vivere meglio i malati di Alzheimer
Nella due giorni di Varese Uneba, Fondazione Molina e Fondazione Don Gnocchi hanno portato all’attenzione degli enti e delle istituzioni le nuove strategie per prendersi cura del paziente affetto da Alzheimer e lanciato un appello affinché il Governo riveda l’impegno economico verso le RSA e vengano incrementati i posti di specializzazione per medici e infermieri
Giornata Mondiale del Coma, Bologna (CI): «Creare tavolo permanente su cerebrolesioni»
Alla Camera conferenza stampa alla presenza del Sottosegretario Costa, delle società scientifiche SIN SIRN, SIMFER, SIRAS e delle associazioni di pazienti FNATC, "Gli Amici di Luca" e "La Rete"
Alzheimer e Parkinson: arriva la diagnosi che “passa” dalla pelle
Da uno studio congiunto ISS, IRCCS San Raffaele e CNR una metodica innovativa per la diagnosi di malattie neurodegenerative, per testare strategie terapeutiche e identificare nuovi biomarcatori
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale