Voci della Sanità 10 Dicembre 2020 19:06

Manovra, Bologna (PP): «Presentato emendamento per Finanziare Piano Nazionale Demenze»

«È tempo di adottare investimenti strumentali e di ricerca finalizzati alla diagnosi precoce, al monitoraggio e al trattamento di persone con malattia di Alzheimer» sottolinea il medico e deputato Fabiola Bologna

«All’ invecchiamento della popolazione nel nostro Paese consegue un incremento di diagnosi di demenza. Ad oggi, in Italia, le stime parlano di circa 1.200.000 affette da demenza, di cui 720mila casi di Alzheimer. Numeri in aumento visto che il 23% della popolazione (dati Istat 2019) ha superato i 65 anni di età. Per questa ragione ho ritenuto necessario interrogare il Ministero della Sanità sull’opportunità di adottare iniziative per procedere all’aggiornamento e al finanziamento del Piano nazionale per le demenze, provvedendo inoltre all’adozione di linee guida sulla diagnosi e sul trattamento delle demenze». Così Fabiola Bologna, deputata di Popolo Protagonista e Segretario della XII Commissione Affari sociali e Sanità della Camera.

«Dobbiamo già guardare – prosegue Bologna – ai progetti che saranno finanziati per mezzo del Recovery Fund per promuovere la tematica delle malattie croniche in maniera circostanziata e finalizzata. Per questo motivo ho presentato e segnalato un emendamento alla Legge di Bilancio al fine di creare un Fondo per l’Alzheimer e le demenze. È tempo di finanziare e implementare il Piano Nazionale Demenze e di adottare investimenti strumentali e di ricerca finalizzati alla diagnosi precoce, al monitoraggio e al trattamento di persone con malattia di Alzheimer. Si tratta di guardare alle prossime azioni con una prospettiva di lungo raggio, intervenire oggi per garantire una migliore presa in carico dei pazienti che convivono con queste patologie, così facendo agiremmo in linea anche con il Global Action Plan to Dementia della Organizzazione Mondiale della Sanità».

Articoli correlati
Alzheimer, M5S: Fondo per le demenze primo passo, ora PNRR per garantire prossimità delle cure
«La Giornata mondiale dell’Alzheimer ci ricorda l’importanza di investire nella ricerca e nell’assistenza, di attuare interventi concreti che possano migliorare la qualità della vita di così tante persone» sottolineano i deputati pentastellati
Nel 2040 saranno oltre 2,5 milioni le persone con Alzheimer in Italia
Costa: «Il costo medio annuo per paziente, comprensivo dei costi diretti e indiretti, sia familiari sia a carico del sistema sanitario nazionale e della collettività, è pari a 70.587 euro, cifra che, moltiplicata per la quota attuale di malati, si traduce in oltre 42 miliardi di euro»
È la Giornata dei malati di Alzheimer, ma le loro sono storie di tutti i giorni
Vivono in un mondo di contraddizioni e salti temporali. La psicologa: «Maria cerca la sua casa, ma non sa quale sia. Carla non riesce a dar voce ai suoi pensieri. Giorgio non comprende ciò che gli viene detto»
di Isabella Faggiano
Alzheimer, AIMA e SIN lanciano “sette buone proposte”. Spadin: «Portare servizi in prossimità dei pazienti»
In un documento elaborato in occasione della Giornata mondiale, le richieste alla politica per supportare famiglie e malati. In Italia 700mila i casi di Alzheimer
di Francesco Torre
Ossido di etilene nelle sacche per la nutrizione artificiale, Bologna (CI) presenta interrogazione
L'Associazione famiglie disabili lombarde ha rivolto una lettera ai ministeri della Salute e della Disabilità, rappresentando i rischi per la salute derivanti dal suo utilizzo per la sterilizzazione delle sacche per la nutrizione artificiale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 settembre, sono 230.619.562 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.729.061 i decessi. Ad oggi, oltre 6 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco