Voci della Sanità 23 Luglio 2020

“L’Europa alla prova del Coronavirus”, nell’ebook di Luisa Regimenti le sfide della sanità e dell’Ue nel post Covid

Nel saggio, scritto durante il lockdown, l’eurodeputata della Lega riflette sul ruolo dell’Unione europea e su prospettive e priorità di rinascita che la pandemia ha reso ormai indifferibili

È stato pubblicato il saggio dell’europarlamentare della Lega (Gruppo Identità e Democrazia) Luisa Regimenti dal titolo “L’Europa alla prova del Coronavirus. Una sfida o un’occasione mancata?”, con prefazione di Matteo Salvini, edito da oVer Edizioni.

Nel libro, scritto durante il lockdown che ci ha costretti alla permanenza forzata a casa nella lotta al Covid-19, la Regimenti parte da una presa d’atto: il Coronavirus è entrato prepotentemente nella nostra vita, scavando un solco profondo tra ricchi e poveri, marcando le distanze sociali, offrendo una nuova scala di priorità nell’azione di sviluppo e utilizzo delle risorse naturali e sociali. Un duro colpo ai soggetti più fragili, a cominciare dagli anziani, in uno scenario dove l’eccessiva, e a volte errata, comunicazione ha reso complicata la gestione dell’emergenza.

Due le ipotesi di lettura principali, una che fa riferimento all’Unione europea e l’altra che pone l’accento sul ruolo della sanità, in tutte le sue espressioni, dalla ricerca all’attività sul campo degli operatori, alla medicina territoriale, fino alla gestione amministrativa di tutela della salute.

«Il titolo del mio libro è il punto di partenza di un’analisi che resta ancora aperta – ha detto Luisa Regimenti– perché insieme agli sforzi e alle misure decise dai singoli Governi dei Paesi membri, un compito di primo piano lo svolge l’Ue, che però a mio giudizio è incapace di avere una visione globale della crisi. Bruxelles è intervenuta con estremo ritardo, fondando la sua azione su una flessibilità momentanea, piuttosto che su una revisione delle sue regole di funzionamento. Chiede agli Stati di rinunciare alla propria sovranità, ma senza una strategia comune. L’emergenza sanitaria – ha sottolineato Regimenti, che nella vita professionale è medico legale e delle assicurazioni – ha rivalutato l’importanza delle competenze medico-scientifiche, in un quadro che l’Ocse, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, ha definito come “la più grave recessione economica da quasi un secolo a questa parte che sta causando enormi danni alla salute, al lavoro e al benessere delle persone”».

Secondo l’europarlamentare della Lega, «la tutela della salute è un diritto fondamentale troppe volte disatteso e nel saggio invito a una riflessione in prospettiva sanitaria. L’epidemia ha messo in evidenza le debolezze del sistema pubblico italiano, che nonostante sia apprezzato in tutto il mondo e offra eccellenze di alto livello ha rischiato di implodere. Ora necessita di interventi urgenti, di investimenti a lungo termine e di una riforma che investa in maniera capillare tutto il territorio, partendo dalle nuove esigenze di digitalizzazione del Sistema sanitario».

«Con il coraggio di un punto di vista libero, fondato su analisi approfondite e puntuali – ha detto il leader della Lega Matteo Salvini – la nostra eurodeputata Luisa Regimenti traccia qualche risposta con questo libro che ha il grande merito di fotografare in presa diretta i rischi e le opportunità della svolta epocale di cui siamo testimoni. Senza pregiudizi esplora i caratteri fondanti dell’Unione europea, stimolando analisi e confronti per affrontare con efficacia le inedite sfide del futuro».

L’opera è edita da oVer Edizioni (www.overedizioni.it), «una casa editrice giovane e indipendente, nata nel corso della quarantena, che vuole raccontare il nostro tempo in modo semplice – spiega il fondatore Domenico Colotta – utilizzando la parola con disciplina e riflessione, nella speranza di rafforzare lo spirito critico del lettore. Questo saggio della Regimenti è un esempio di come si può affrontare un tema così complesso fruendone in modo scorrevole e propositivo, aprendosi a nuove e stimolanti prospettive di confronto».

Il libro è scaricabile gratuitamente dalle piattaforme online Amazon, Kobo, IBS e Feltrinelli.

Articoli correlati
Morti per Covid-19 o con il Covid-19? Come si calcola la mortalità da coronavirus
L’Istituto Superiore di Sanità spiega quali sono i criteri secondo cui vengono classificati i decessi per Covid-19
Covid-19, l’uso dell’aspirina potrebbe essere associato a un minore rischio di ricovero in terapia intensiva e mortalità
I risultati di due analisi condotte a Yale e all'università del Maryland sembrano essere promettenti, ma devono essere confermati da studi randomizzati controllati
di Peter D'Angelo
Andid, al via il 32º Congresso nazionale. L’impegno dei dietisti tra i nuovi ordini professionali e la tutela della salute pubblica
La professione in epoca Covid: dalla malnutrizione dei pazienti gravi alla nutrizione per eccesso causata dall’isolamento. L’intervista a Marco Tonelli, presidente della Commissione d’albo Dietisti
di Isabella Faggiano
Una giornata in un Covid hotel di Milano, dove i posti stanno per terminare
All'hotel Baviera del gruppo Mokinba forze dell’ordine, operatori sanitari e senza tetto aspettano in isolamento la negatività al virus
di Federica Bosco
«Ospedali sovraccarichi, non allentare le restrizioni». L’appello di medici e dirigenti sanitari
L’Intersindacale Medica, Sanitaria e Veterinaria prende posizione nel dibattito sulle possibili riaperture, in particolare in prossimità delle festività natalizie
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 novembre, sono 60.997.052 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.432.299 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli