Voci della Sanità 24 Ottobre 2017 13:33

Legge Gelli, la Federazione Nazionale Collegi Ostetriche invita ad aderire alla nuova Società Scientifica di categoria

La nuova normativa entrata in vigore in tema di responsabilità delle professioni sanitarie (legge n. 24/2017 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, entrata in vigore ad aprile 2017), di cui sono stati presentati al momento solo due decreti attuativi, rappresenta […]

La nuova normativa entrata in vigore in tema di responsabilità delle professioni sanitarie (legge n. 24/2017 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, entrata in vigore ad aprile 2017), di cui sono stati presentati al momento solo due decreti attuativi, rappresenta un appuntamento importante per la Categoria delle ostetriche, al pari delle altre.

La legge, infatti, intervenendo in materia di responsabilità professionale in ambito sanitario, stabilisce i requisiti per la costituzione delle Società Scientifiche e delle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie che devono possedere per potersi iscrivere, nei tempi previsti dalla legge, nel relativo elenco.

Lo scoglio maggiore da superare per le professioni sanitarie è organizzarsi, coagulandosi in un organismo che rappresenti il 30 % degli iscritti attivi che operano almeno in 12 regioni sulle 21 esistenti. Sin da subito, però, la FNCO ha individuato – così come altri rappresentanti delle Categorie delle professioni sanitarie – le serie criticità per la concreta iscrizione di una propria Società Scientifica nell’Albo ministeriale e di conseguenza il serio rischio di mancata rappresentatività della Categoria in sede istituzionale.

Proprio per scongiurare questa ipotesi, la Federazione chiama a raccolta tutte le proprie professioniste affinché colgano l’occasione di essere effettive protagoniste e aderiscano in massa alla costituente Società Scientifica in ostetricia, ginecologia e neonatologia. Per aderirvi, le Ostetriche potranno avvalersi anche del supporto dei Collegi provinciali e interprovinciali di riferimento cui la Federazione ha inviato un modello di domanda di adesione che dovrà essere restituita entro il 30 ottobre a ciascun Collegio. Tutti i Collegi, quindi, dovranno inviare alla FNCO le domande di adesione ricevute entro le ore 12 del 3 novembre.

La scelta della costituzione di questo nuovo organismo è nata dopo una attenta valutazione della FNCO che sin da subito si è attivata su diversi fronti: da quello interno con la convocazione in sede federale dei vertici delle tre Società Scientifiche di settore: AIO, Syrio, Sirong, dando mandato ai propri legali per individuare le formule giuridicamente più appropriate e infine con l’invio al Ministero della Salute di una richiesta di convocazione per la gestione delle criticità contenute nel DM 2 agosto 2017, ovvero proprio quello riguardante le Società Scientifiche.

La Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche, in considerazione del momento di particolare importanza per la Categoria conseguente all’applicazione della legge 8 marzo 2017 n. 24Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie” e del D.M. attuativo del 2.8.2017 che fissa i criteri della rappresentatività delle Società Scientifiche di Categoria abilitate a emanare le Linee Guida e del termine ultimo posto dalla norma nel prossimo 8 novembre, ribadisce con forza e urgenza la necessità di una adesione massiccia delle Ostetriche. Il rischio reale, infatti, è che la mancata costituzione di tale Società Scientifica taglierebbe di fatto fuori dai giochi la Categoria delle Ostetriche demandando così solo ad altre professioni sanitarie medici e infermieri la stesura delle Linee guida presentate da Società Scientifiche.

 

Articoli correlati
Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo
Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a tutti i medici dipendenti di una struttura sanitaria»
Sanità e regioni, Rasi: «Pandemia ha mostrato debolezza di un sistema frammentato. Puntare su formazione»
L’ex direttore esecutivo dell’Agenzia europea del farmaco: «Auspico incentivi a formazione ECM del personale sanitario». E sulla gestione dell’emergenza da parte delle Regioni: «Sulla salute serve maggiore centralizzazione»
Che fine hanno fatto i decreti attuativi della legge Gelli? Sono ostaggio delle Regioni
La Conferenza Stato-Regioni ritarda l’approvazione del decreto che regola le polizze assicurative dei professionisti sanitari. Tra gli elementi ostacolati, la proposta di legare la formazione continua alla prevenzione del rischio clinico
Vaccinatori, è necessario uno scudo penale? Gelli: «No, Legge 24 parla chiaro»
Dopo i casi di iscrizione nel registro indagati dei medici somministratori dei vaccini nelle persone poi decedute, su cui le indagini sono ancora in corso, FNOMCeO è in prima linea per la richiesta di uno scudo penale a protezione dei professionisti. Ma Federico Gelli (FIS) chiarisce: «Tutelati dalla Legge24, non c'è responsabilità»
Ritardi o omissione delle cure a causa della pandemia, chi ne risponderà legalmente?
L’analisi del professore Antonio Oliva, associato di Medicina Legale all’università Cattolica: «Le aziende ospedaliere potrebbero essere chiamate in causa per il risarcimento del danno per colpa organizzativa»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM