Voci della Sanità 25 Giugno 2021 16:07

Lauree abilitanti, Tuzi (M5S): «Dopo Medicina ora via libera anche per le altre professioni sanitarie»

«In questo modo andiamo a semplificare e a velocizzare il percorso universitario senza far venir meno l’accertamento dell’effettiva preparazione del candidato» spiega il relatore del provvedimento Manuel Tuzi

«Un anno fa gli studenti in Medicina e Chirurgia venivano abilitati all’esercizio della professione medica direttamente con la laurea. Oggi viene approvato alla Camera un provvedimento che estende agli altri futuri giovani laureati nelle professioni sanitarie ciò che è stato portato a casa un anno fa dal MoVimento 5 Stelle. Stiamo parlando dei laureati in Odontoiatria, Farmacia, Veterinaria, Psicologia, Biologia, Chimica e Fisica che, dopo aver svolto un tirocinio pratico valutativo di almeno 30 crediti e una prova pratica valutativa, saranno direttamente abilitati all’esercizio della loro professione». Lo dichiara Manuel Tuzi, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura e relatore del disegno di legge approvato nell’Aula di Montecitorio.

«In questo modo andiamo a semplificare e a velocizzare il percorso universitario senza far venir meno l’accertamento dell’effettiva preparazione del candidato e al tempo stesso a garantire a tutti gli studenti un’esperienza lavorativa grazie al tirocinio pratico valutativo inserito all’interno del percorso di studio, evitando così agli studenti di perdersi nel limbo dei tirocini extracurriculari e delle attese per l’ingresso nel mondo del lavoro», spiega ancora il medico e deputato Cinque Stelle.

«Inoltre, con la norma aperta a tutti i corsi di laurea lasciamo la possibilità di modificare e innovare il proprio percorso di abilitazione su richiesta del ministro o dell’Ordine competente anche ad ostetricia, a infermieristica e alle altre 19 professioni sanitarie che sono già abilitanti.  Non abbiamo dimenticato neanche coloro che si sono già laureati in base ai previgenti ordinamenti non abilitanti prevedendo una disciplina transitoria e il riconoscimento delle attività formative professionalizzanti svolte in precedenza» aggiunge Tuzi.

«Grazie al MoVimento 5 Stelle, che è sempre stato dalla parte dei giovani, c’è finalmente un aiuto concreto a tutti i giovani laureandi che, senza perdere tempo, potranno entrare direttamente nel mondo del lavoro», conclude Tuzi.

 

Articoli correlati
Sanità, D’Arrando (M5S): «Assistenti sanitari cruciali per prevenzione ma mancano corsi di laurea»
«Vi sono ancora alcune regioni in cui non vengono avviati i corsi di laurea triennale costringendo, quindi, coloro che vogliono intraprendere questo percorso a spostarsi in altre regioni» spiega la deputata M5S
FNO TSRM PSTRP, avviata interlocuzione con Ministero del Lavoro per una Cassa previdenziale
In previsione del prossimo incontro con il Ministero la FNO TSRM PSTRP lavorerà per predisporre un piano di sostenibilità economica attuariale e per definire l’iter tecnico, come previsto dalla norma
Specializzazioni, Orlandi (FNCF): «Giovani chimici e fisici penalizzati dall’assenza di borse. Con PNRR finanziare scuole di area non medica»
La Presidente della Federazione Nazionale dei Chimi e Fisici Nausicaa Orlandi si batte da tempo per garantire parità di condizione con i giovani medici: «Oggi i giovani chimici e fisici preferiscono il dottorato e spesso vanno all’estero». Poi chiede di «garantire lo standard di 3 chimici e 2 fisici ogni 100mila abitanti» anche utilizzando i fondi del PNRR
Long Covid, Lorefice (M5S): «Ok a Odg per estendere visite specialistiche gratuite a malati curati a domicilio»
«Ho chiesto con il mio Odg di estendere per i due anni successivi al contagio i controlli periodici: il Servizio sanitario nazionale non deve lasciare indietro nessuno», sottolinea la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice
Mafia, a Limbadi patto anti clan firmato dagli Ordini Tsrm e Pstrp della Calabria
È stato sottoscritto un protocollo di intesa con l'associazione San Benedetto Abate e la Società cooperativa impresa sociale Upendo, che gestiscono UniRiMI affinché gli Ordini contribuiscano, con attività istituzionali e formative, a presidiare la legalità, alla diffusione dell’etica e della cultura dell’antimafia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva