OMCeO, Enti e Territori 24 Ottobre 2018

Invecchiamento attivo, Italia Longeva promuove spot per la vaccinazione degli anziani

La Rete del Ministero della Salute per l’invecchiamento e la longevità attiva sottolinea: i tassi di copertura dei vaccini per influenza, polmonite pneumococcica e herpes zoster sono bassi, manca informazione

Che l’invecchiamento della popolazione in Italia sia una bomba pronta a deflagrare ormai è una certezza condivisa da tutti. Gli ultimi dati elaborati dall’Istituto di studi e ricerca Carlo Cattaneo parlano chiaro: per la prima volta dal 1861 chi ha oltre sessant’anni forma un gruppo più numeroso di quelli che ne hanno meno di trenta.  Addirittura dal 1991 ad oggi i “giovani” sono diminuiti di 11,2 punti mentre gli “anziani” sono cresciuti del 7,6 per cento.

Diventa dunque sempre più importante promuovere politiche di invecchiamento attivo, o “active aging” per far sì che chi invecchia possa vivere nel miglior modo migliore possibile e non diventi un costo insostenibile per il Servizio Sanitario nazionale.

Per questo Italia Longeva, la rete del Ministero della Salute per l’invecchiamento e la longevità attiva che svolge attività di informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica e in alcuni casi della stessa classe medica e scientifica, ha messo a punto uno spot di comunicazione sociale sull’argomento, con particolare attenzione al tema della vaccinazione degli anziani, perché vaccinarsi non è soltanto “una cosa da bambini”, ma è anche un potente strumento per invecchiare bene e per ridurre i rischi di malattie infettive quali influenza, polmonite pneumococcica e herpes zoster, particolarmente pericolose per le persone fragili o che già soffrono di altre patologie.

A seguito dell’ultima riforma dei LEA, questi vaccini sono gratuiti per gli over 65 e per i soggetti a rischio, ma nonostante ciò i tassi di copertura sono ancora bassi, non solo e non tanto per paura o pregiudizio verso la pratica dell’immunizzazione, ma spesso per mancanza di informazione sui servizi disponibili e ancora prima sulle stesse malattie. Il messaggio che l’associazione vuole lanciare è che “la longevità si conquista” e che la prevenzione può essere il nostro miglior alleato.

 

 

 

 

Articoli correlati
Il primo anno del ministro della Salute Giulia Grillo: vaccini, liste d’attesa e ddl aggressioni
Dinanzi alle Commissioni riunite Sanità e Affari sociali di Senato e Camera, il Ministro specifica che «non ci saranno tagli in sanità»
Liste d’attesa, insediato l’Osservatorio nazionale. Il ministro Grillo: «Così restituiamo sanità pubblica a cittadini»
Ieri pomeriggio al ministero della Salute, alla presenza del ministro Giulia Grillo, si è insediato l’Osservatorio nazionale liste d’attesa e si è svolta la prima riunione. «Siamo qui non solo per attivare un osservatorio operativo che possa concretamente vigilare sull’efficienza delle liste d’attesa – dichiara il Ministro in una nota -, ma per lavorare insieme […]
Anziani cronici, Bernabei (Italia Longeva): «Un oliato percorso di continuità assistenziale è una forma di efficientamento del sistema e un servizio concreto per il cittadino»
La rete dell’assistenza a lungo termine agli anziani, per funzionare bene, deve disporre di servizi di assistenza domiciliare (ADI) e residenzialità assistita (RSA) adeguati e diffusi sul territorio. Essi rappresentano uno dei pilastri su cui si fondano sostegno e cure offerte agli anziani, eppure risultano ancora carenti rispetto ai 14 milioni di anziani residenti in […]
Anziani hanno difficoltà a curarsi, l’allarme di Senior Italia e Sumai
«I decisori politici devono capire che oggi gli anziani si trovano sempre più spesso a dover scegliere se curarsi, mangiare o spendere per altre necessità urgenti», dichiarano Roberto Messina e Antonio Magi. Chiesto un tavolo con pazienti, società scientifiche e istituzioni
Pazienti fragili, i vaccini fondamentali per un’adeguata prevenzione. A rischio anziani, bambini, malati cronici
Chi sono I pazienti fragili? Quali criteri sono alla base di una loro individuazione? Le vaccinazioni del paziente fragile rappresentano un argomento emergente nel panorama sanitario italiano. Le vaccinazioni, in genere, si rivolgono a due categorie di persone: soggetti sani (spesso in età infantile o adolescenziale), con scopo preventivo, e sono le vaccinazioni classiche; i pazienti […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...