OMCeO, Enti e Territori 13 Maggio 2019

Innovazione digitale in sanità: White Wall è la start-up vincitrice dell’Open Innovation contest lanciato da Aiop Giovani

Nell’ambito della 55ª Assemblea Generale dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata (Aiop) che si è svolta a Cernobbio, si è tenuta anche la prima edizione di “StartAiop. Alla ricerca di soluzioni innovative per la sanità”, il programma di Open Innovation lanciato da Aiop Giovani e rivolto alle start-up che hanno sviluppato idee all’avanguardia applicabili al settore sanitario. […]

Nell’ambito della 55ª Assemblea Generale dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata (Aiop) che si è svolta a Cernobbio, si è tenuta anche la prima edizione di “StartAiop. Alla ricerca di soluzioni innovative per la sanità”, il programma di Open Innovation lanciato da Aiop Giovani e rivolto alle start-up che hanno sviluppato idee all’avanguardia applicabili al settore sanitario.

I 10 finalisti – su un totale di 36 proposte pervenute – hanno avuto la possibilità di illustrare i propri progetti di fronte a una platea di professionisti del settore, e sono stati valutati da una giuria di esperti composta da due rappresentanti Aiop e da un referente per ciascuno dei partner coinvolti, tra i quali ComoNExT Innovation Hub e Digital Magics, ma solo a 3 di loro sono stati assegnati i premi in palio: Premio Aiop Giovani, Premio ComoNExT e Premio Digital Magics.

I vincitori

Il premio Aiop Giovani è stato assegnato alla start-up WHITE WALL, proprietaria marchio Beecoms, infrastruttura tecnologica con la quale, mediante il marketing di prossimità, è possibile veicolare contenuti e raccogliere dati di prossimità, fondamentali per politiche di comunicazione avanzate (ad esempio: check-in, calcolo dell’attesa, pagamento in formato elettronico, ricevimento del referto, ecc.). WHITE WALL ha ricevuto una menzione d’onore e sarà promossa attraverso i canali di comunicazione dell’Associazione.

La start-up seconda classificata, vincitrice del premio ComoNExt, è SURGIQ, che ha sviluppato una piattaforma software che semplifica e ottimizza la gestione in ambito clinico-sanitario, e previene le inefficienze, grazie ad un approccio unico alla visualizzazione e tracciabilità dei dati, e all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per la pianificazione automatica di risorse critiche (sale, letti, staff, ecc.). La società sarà nominata, a titolo gratuito per sei mesi, “Follower” dell’Innovation Hub comasco, e potrà usufruire di servizi di accelerazione quali assessment, networking con le aziende e supporto alla realizzazione del progetto.

Infine, la terza classificata, DUEPUNTOZERO, in gara con un innovativo sistema di intubazione endotracheale che, per prestazioni e semplicità, potrebbe rivoluzionare alcuni protocolli medici di anestesia e rianimazione, ha ricevuto il Premio Digital Magics, e beneficerà della consulenza del noto incubatore di progetti digitali per un periodo di tre mesi.

“Siamo molto orgogliosi dei risultati della prima edizione della call StartAiop – commenta Michele Nicchio, Presidente Nazionale di Aiop Giovani –, si tratta di un passo importante per le strutture sanitarie private verso un percorso di Open Innovation che consentirà di evolversi, diventare più efficienti, migliorare le prestazioni offerte ai cittadini e semplificare il rapporto tra ospedale, medico e paziente. La cerimonia di premiazione è stata anche l’occasione per aprire un dibattito sull’importanza dell’innovazione tecnologica e stimolare l’interesse verso la digitalizzazione del settore, una sfida-opportunità cruciale per la sanità italiana. Siamo convinti del valore aggiunto dei progetti delle tre start-up premiate oggi, e il nostro obiettivo è quello di continuare a scoprire giovani talenti, intercettare l’innovazione là dove viene sperimentata e integrarla nelle nostre aziende”.

Articoli correlati
Crisi di governo, FNOPO: «Sanità sia priorità per il futuro. Tutelare le donne»
«Forse, come ha affermato la stessa titolare del Dicastero, si sarebbe potuto fare di più e meglio», commenta la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica all'indomani della ufficializzazione della crisi di governo
«Ho cercato di mettere le cose a posto nella sanità pubblica», l’addio del ministro Grillo dopo le dimissioni del Governo
«Mi auguro che il mio progetto dell’ostetrica di comunità venga realizzato comunque da chi verrà come anche il ddl anti violenza a difesa degli operatori sanitari»
Salute, Ministro Grillo dimissionario: svolgerà solo l’ordinaria amministrazione
Con le dimissioni presentate al Quirinale dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, anche il resto del Governo è dimissionario. Tra loro anche il titolare del dicastero Salute, Giulia Grillo. Il Governo e tutti i ministri rimangono comunque in carica fino all’insediamento di un nuovo Governo. Questo accadrà anche in caso di elezioni. L’attività del governo […]
Crisi di governo, Sileri (M5S): «Un peccato bloccare le tante cose da fare per la sanità»
Il presidente della Commissione Sanità di Palazzo madama commenta la crisi di governo e i suoi riflessi sulla sanità: «Molto del lavoro di questi 14 mesi rischia di essere buttato: penso ai nuovi provvedimenti sui vaccini, a quello che bisognava ancora fare per i contratti dei medici, all’intramoenia per gli infermieri, penso a tutti i temi legati alla formazione dei camici bianchi, penso alle borse di specializzazione per il prossimo anno. Tantissime cose che ora trovano uno stop che il comparto sanitario non meritava»
Crisi di governo: la diretta di Sanità Informazione
Giuseppe Conte in Senato annuncia le dimissioni: «Alla fine di questo dibattito mi recherò dal Presidente della Repubblica per dimettermi». Attesa del mondo della sanità per l'esito della crisi: ecco i provvedimenti che rischiano di saltare. Dimissionario anche il Ministro della Salute Giulia Grillo. I commenti dei Senatori della Commissione Sanità e della Commissione Affari Sociali: Binetti, Boldrini, Tiramani...
di Cesare Buquicchio, Giovanni Cedrone, Diana Romersi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone