Voci della Sanità 14 Settembre 2021 12:09

Giornata Mondiale Alzheimer, il 21 settembre Aima offre colloqui psicologici gratuiti alle famiglie

Il 21 settembre AIMA darà vita, inoltre, a una diretta streaming sui social ricca di appuntamenti da non perdere, con documentari, video e interviste ad autorevoli rappresentanti del mondo della scienza e della ricerca

Una rete di 15 psicologi pronti a offrire per 12 ore colloqui gratuiti alle famiglie dei pazienti colpiti dalla malattia di Alzheimer. A lanciare l’iniziativa è AIMA – Associazione italiana malattia di Alzheimer, in occasione della ventottesima edizione della Giornata Mondiale Alzheimer in programma il 21 settembre.

Il servizio, totalmente innovativo e mai realizzato in Italia, sarà attivo dalle 9 alle 21. I colloqui avranno una durata di 45 minuti e si svolgeranno in streaming. Da oggi fino a lunedì 20 settembre è possibile prenotare gli appuntamenti con gli psicologi chiamando la Linea Verde Alzheimer 800 679 679 o scrivendo una mail a aima@aimanazionale.it, per indicare l’orario in cui si desidera svolgere l’incontro.

Per 12 ore (9-21) sarà attiva anche la Linea Verde Alzheimer di AIMA. Aperta nel 1997, la Linea Verde risponde ogni anno a 10mila telefonate per una media di 600 ore di conversazione e ha raccolto fino a oggi più di 200mila chiamate. Il servizio è gratuito ed è svolto da operatori qualificati e competenti che possono fornire supporto psicologico ai familiari dei pazienti, informazioni di carattere medico, chiarimenti legali e consigli per la cura quotidiana, garantendo il completo anonimato.

Il 21 settembre AIMA darà vita, inoltre, a una diretta streaming sui social ricca di appuntamenti da non perdere, con documentari, video e interviste ad autorevoli rappresentanti del mondo della scienza e della ricerca, interventi di artisti, di familiari e dei portavoce delle associazioni territoriali, per una carrellata sui servizi e le opportunità che AIMA offre nelle aree dove è presente. Ci sarà spazio anche per momenti di riflessione sulle prospettive della ricerca e delle cure, dell’assistenza e dell’organizzazione dei servizi e delle tutele, per capire cosa manca e in quale direzione è necessario “lavorare”.

«Il nostro desiderio per il 21 settembre è di passare anche quest’anno l’intera giornata a fianco di chi vive la malattia. Vogliamo celebrare la Giornata Mondiale con le famiglie dei pazienti, con le nostre associazioni e con gli amici che ci supportano ogni giorno e condividono con noi spirito di servizio e voglia di aiutare. Ringrazio la straordinaria équipe di psicologi che ha intrapreso con grande entusiasmo la costruzione della rete AIMA di psicologia e ringrazio tutti coloro che hanno messo generosamente a disposizione degli spettatori che si collegheranno ai social, competenza, arte e professionalità. Siamo certi che, in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer, saremo in grado di dare ancora più forza al nostro messaggio: ‘non dimenticare chi dimentica’, missione che portiamo avanti da quasi 37 anni», ha dichiarato Patrizia Spadin, fondatrice e presidente di AIMA.

Articoli correlati
Alzheimer, la linea verde di Aima rimane attiva tutto agosto. Dal 1997 a oggi raccolte oltre 200mila telefonate
La Linea Verde di AIMA risponde a 10mila telefonate ogni anno per una media di 600 ore di conversazione e ha raccolto fino a oggi più di 200mila chiamate
Dl Sostegni bis, Boldrini (Pd): «Importanti emendamenti su sostegno psicologico e servizi neuropsichiatria infantile»
«Nel decreto Sostegni bis che il Senato sta per approvare in via definitiva, come Pd siamo riusciti a ottenere importanti interventi di miglioramento per la sanità, che valgono svariati milioni di euro. Un buon inizio». Lo ha detto in Aula la senatrice del Pd Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità. «Abbiamo lavorato molto – spiega […]
Come diagnosticare l’Alzheimer due anni prima? Grazie alla dopamina. Lo studio Campus-Santa Lucia
«Identificare possibili pazienti permette di poter agire sui cosidetti fattori modificabili» spiega il prof. D’Amelio a Sanità Informazione. «Lo studio apre nuove prospettive terapeutiche personalizzate» precisa la dottoressa Serra
Alzheimer, Spadin (AIMA): «Svolta storica, scoperta una molecola efficace sulla malattia e non solo sui sintomi»
Prof. Rossini (Irccs San Raffaele Roma): «Serve una profonda revisione dell’organizzazione diagnostica per permettere su larga scala un’attività di diagnosi precoce su tutto il territorio»
Fda approva un nuovo farmaco contro l’Alzheimer. Ne parliamo con il prof. Tedeschi (presidente SIN)
Serviranno ulteriori test ma l'approvazione FDA è un segno forte. Il prof. Tedeschi (SIN) ci spiega come interviene sull'amiloide e la rimuove nei pazienti con un declino cognitivo lieve, delineando una terapia preventiva efficace per il morbo di Alzheimer
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 settembre, sono 227.070.462 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.670.479 i decessi. Ad oggi, oltre 5,81 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco