Voci della Sanità 14 Settembre 2021 12:09

Giornata Mondiale Alzheimer, il 21 settembre Aima offre colloqui psicologici gratuiti alle famiglie

Il 21 settembre AIMA darà vita, inoltre, a una diretta streaming sui social ricca di appuntamenti da non perdere, con documentari, video e interviste ad autorevoli rappresentanti del mondo della scienza e della ricerca

Una rete di 15 psicologi pronti a offrire per 12 ore colloqui gratuiti alle famiglie dei pazienti colpiti dalla malattia di Alzheimer. A lanciare l’iniziativa è AIMA – Associazione italiana malattia di Alzheimer, in occasione della ventottesima edizione della Giornata Mondiale Alzheimer in programma il 21 settembre.

Il servizio, totalmente innovativo e mai realizzato in Italia, sarà attivo dalle 9 alle 21. I colloqui avranno una durata di 45 minuti e si svolgeranno in streaming. Da oggi fino a lunedì 20 settembre è possibile prenotare gli appuntamenti con gli psicologi chiamando la Linea Verde Alzheimer 800 679 679 o scrivendo una mail a aima@aimanazionale.it, per indicare l’orario in cui si desidera svolgere l’incontro.

Per 12 ore (9-21) sarà attiva anche la Linea Verde Alzheimer di AIMA. Aperta nel 1997, la Linea Verde risponde ogni anno a 10mila telefonate per una media di 600 ore di conversazione e ha raccolto fino a oggi più di 200mila chiamate. Il servizio è gratuito ed è svolto da operatori qualificati e competenti che possono fornire supporto psicologico ai familiari dei pazienti, informazioni di carattere medico, chiarimenti legali e consigli per la cura quotidiana, garantendo il completo anonimato.

Il 21 settembre AIMA darà vita, inoltre, a una diretta streaming sui social ricca di appuntamenti da non perdere, con documentari, video e interviste ad autorevoli rappresentanti del mondo della scienza e della ricerca, interventi di artisti, di familiari e dei portavoce delle associazioni territoriali, per una carrellata sui servizi e le opportunità che AIMA offre nelle aree dove è presente. Ci sarà spazio anche per momenti di riflessione sulle prospettive della ricerca e delle cure, dell’assistenza e dell’organizzazione dei servizi e delle tutele, per capire cosa manca e in quale direzione è necessario “lavorare”.

«Il nostro desiderio per il 21 settembre è di passare anche quest’anno l’intera giornata a fianco di chi vive la malattia. Vogliamo celebrare la Giornata Mondiale con le famiglie dei pazienti, con le nostre associazioni e con gli amici che ci supportano ogni giorno e condividono con noi spirito di servizio e voglia di aiutare. Ringrazio la straordinaria équipe di psicologi che ha intrapreso con grande entusiasmo la costruzione della rete AIMA di psicologia e ringrazio tutti coloro che hanno messo generosamente a disposizione degli spettatori che si collegheranno ai social, competenza, arte e professionalità. Siamo certi che, in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer, saremo in grado di dare ancora più forza al nostro messaggio: ‘non dimenticare chi dimentica’, missione che portiamo avanti da quasi 37 anni», ha dichiarato Patrizia Spadin, fondatrice e presidente di AIMA.

Articoli correlati
Alzheimer e Parkinson: arriva la diagnosi che “passa” dalla pelle
Da uno studio congiunto ISS, IRCCS San Raffaele e CNR una metodica innovativa per la diagnosi di malattie neurodegenerative, per testare strategie terapeutiche e identificare nuovi biomarcatori
Carnevali (Pd): «Su sostegno psicologico fare di più, non può essere condizionato a possibilità economiche»
La capogruppo dem in commissione Affari sociali si dice soddisfatta dell’obbligo vaccinale per gli over 50: «La vaccinazione è lo strumento di prevenzione che più ci permette di contenere l’epidemia ma soprattutto di evitare i ricoveri e di finire in terapia intensiva»
di Francesco Torre
Alzheimer, AIMA: «Dopo bocciatura EMA su Aducanumab discriminazione di fatto tra pazienti in Europa e USA»
La presidente dell'Associazione italiana malattia di Alzheimer Patrizia Spadin (Presidente AIMA): «Appello alle Regioni: investire sulla diagnosi precoce per investire davvero sul futuro»
Congresso mondiale neurologia, 3 miliardi di persone vivono con cefalea e 50 milioni con demenza ed epilessia
Alla conferenza stampa di presentazione del Congresso Sin italiano si è parlato dell’impatto della pandemia sul sistema neurologico, delle ultime novità terapeutiche per ictus e Alzheimer e di malattie rare
Alzheimer, M5S: Fondo per le demenze primo passo, ora PNRR per garantire prossimità delle cure
«La Giornata mondiale dell’Alzheimer ci ricorda l’importanza di investire nella ricerca e nell’assistenza, di attuare interventi concreti che possano migliorare la qualità della vita di così tante persone» sottolineano i deputati pentastellati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 maggio, sono 526.097.252 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.278.679 i decessi. Ad oggi, oltre 11,44 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto