Voci della Sanità 2 Ottobre 2021 21:58

Francia rimborsa visite psicologiche, Lazzari (CNOP): «In Italia tante parole e pochi fatti, basta bla bla bla»

Il presidente del CNOP, Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, David Lazzari ha salutato positivamente la decisione presa in Francia di rimborsare le visite dallo psicologo nel post pandemia: oltralpe sarà lo Stato a pagarle a tutta la popolazione, a partire dai tre anni. «C’è una epidemia silenziosa di cui nessuno si sta occupando; dopo due […]

Il presidente del CNOP, Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, David Lazzari ha salutato positivamente la decisione presa in Francia di rimborsare le visite dallo psicologo nel post pandemia: oltralpe sarà lo Stato a pagarle a tutta la popolazione, a partire dai tre anni.

«C’è una epidemia silenziosa di cui nessuno si sta occupando; dopo due anni di discussione, l’auspicio è che nella prossima legge di bilancio ci siano risposte concrete per il benessere psicologico dei cittadini» ha commentato Lazzari all’Adnkronos.

Secondo Lazzari è un’ottima iniziativa che si allinea a quella della Gran Bretagna, «paese – spiega – che, in particolare con il programma Iapt, ha investito somme ingenti per garantire assistenza psicoterapica a tutta la popolazione. La Germania invece non ha avuto bisogno di lanciare iniziative simili perché ha già da tempo una importante rete di assistenza psicologica».

«In Italia basta con il ‘bla bla bla’ – dice Lazzari citando le parole dell’attivista svedese Greta Thunberg sul clima – Finora tante parole e pochi fatti. Hanno stanziato 10 milioni di euro per favorire l’accesso ai servizi psicologici, un segnale certo, ma che aspetta ancora l’attuazione. Anche sul fronte della psicologia scolastica siamo in attesa di sapere cosa si vuol fare, ci sarebbe un protocollo da rinnovare».

«Le aspettative dei cittadini sono tantissime al pari dei loro bisogni. Nel pubblico abbiamo ancora lo stesso numero inadeguato di psicologi rispetto a un anno fa», sottolinea Lazzari ricordando che il disagio psicologico, secondo alcune ricerche, «riguarda circa un quarto della popolazione italiana. Si stima che il 10% soffra di depressione, un 15% ha disturbi d’ansia. Almeno un adolescente su 4 ha problemi di questi tipo. Purtroppo, da noi chi ha bisogno del sostegno psicologico se lo deve pagare di tasca propria. E chi non può permetterselo ricorre spesso alle pillole».

Articoli correlati
Bonus psicologo, il ministero della Salute esclude gli psicoterapeuti
Il ministero della Salute esclude i medici psicoterapeuti tra i professionisti a cui i cittadini possono rivolgersi, ottenendo il bonus psicologico previsto dal provvedimento Milleproroghe
di Redazione
Nel Ssn mancano gli psicologi, ma i vincitori di concorso pubblico restano senza un lavoro. Il paradosso italiano
Il caso della regione Lazio, l’avvocato Zimbardi: «Nelle aziende sanitarie regionali mancano psicologi e psicoterapeuti. C’è urgenza di coprire interamente i fabbisogni attingendo alla graduatoria del concorso che, dopo essere stato atteso per oltre 15 anni, è stato indetto nel 2019»
Il bonus psicologo mette tutti d’accordo. Lazzari (CNOP): «Riconosciuto il diritto dei cittadini»
In tutto stanziati venti milioni di euro, di cui dieci per un contributo di massimo 600 euro a persona per accedere alla psicanalisi. Plauso da tutte le forze politiche. La deputata M5S D’Arrando: «Bonus risposta emergenziale, ora creare presidi territoriali e attivare collaborazione tra psicologi e MMG»
di Francesco Torre
Salta il bonus psicologo dalla Legge di Bilancio, l’amarezza di Lazzari (CNOP): «Tagliato come fosse un lusso»
Un emendamento bipartisan aveva spianato la strada all’introduzione di un contributo per chi avesse bisogno di sostegno psicologico. Ma il Ministero dell’Economia ha detto no all’erogazione dei 50 milioni previsti. «Se si vuole trovare una soluzione nell’immediato il bonus è la strada più veloce, speriamo nei prossimi decreti» spiega David Lazzari
di Francesco Torre
Formazione ECM, Lazzari (CNOP) : «Aggiornamento deve essere vissuto come risorsa dai professionisti»
Sileri ha annunciato il no a ulteriori proroghe per la formazione obbligatoria, dal 1 gennaio via alle sanzioni. Il presidente del Consiglio nazionale degli Psicologi chiede di valorizzare l'aggiornamento continuo senza farlo vivere agli iscritti come un mero adempimento burocratico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale