Voci della Sanità 21 Novembre 2019

Formazione medica, a gennaio laboratorio di idee del Pd a Firenze

Ad organizzarlo il responsabile responsabile formazione medico-sanitaria nazionale del Partito democratico Stefano Manai

Un evento dedicato alla formazione dei medici targato Partito Democratico. Si svolgerà a Firenze l’anno prossimo e la data è l’11 gennaio 2020. Il titolo è Uniti per una formazione migliore“.

L’evento (la sede è ancora da decidere) ospiterà politici ed esperti della Formazione Medica, interverranno componenti del Governo, Parlamentari e altre Istituzioni e associazioni che si occupano da anni della tematica in prima linea.

Nell’arco della giornata si discuterà in plenaria ed in otto differenti tavoli di lavoro, di orientamento, test di ingresso a Medicina e struttura del corso, imbuto formativo e borse di studio di specializzazione, struttura del corso di specializzazione e dottorati di ricerca, dando vita ad un vero e proprio workshop di 18 ore. Alla fine della giornata sono previste le relazioni conclusive dei tavoli.

«Abbiamo deciso di organizzare questa giornata perché la formazione medica è diventato un tema di cruciale importanza che incide sul nostro SSN e sulla qualità dei nostri Medici riflettendosi inevitabilmente sulla vita di tutti i cittadini, e proprio per questo deve essere la punta di diamante nell’agenda del Governo e del Parlamento. L’obbiettivo dell’evento è quello di confrontarci, arrivando a delle conclusioni e porre delle basi solide su cui lavorare insieme. Naturalmente avremo modo di organizzare momenti di confronto simili anche per la formazione di tutte le altre professioni sanitarie, grazie alle quali il nostro SSN sicuramente non riuscirebbe a reggersi in piedi» si legge sulla pagina Facebook dell’evento promosso da Stefano Manai, responsabile formazione medico-sanitaria nazionale PD.

Tra gli ospiti in programma il Rettore della Sapienza Eugenio Gaudio, la Viceministro all’Istruzione Anna Ascani, gli onorevoli Paolo Siani, Simona Malpezzi, Elena Carnevali, Beatrice Lorenzin, il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa.

Articoli correlati
Laurea abilitante in Medicina, Pd: «Università non danno istruzioni su tirocini, pronto emendamento»
Una nota firmata dalle senatrici Boldrini e Iori e da Stefano Manai, responsabile formazione dei Dem, sottolinea: «Dl 17 marzo ha abolito esame di Stato, ora dobbiamo dare subito aggiornamenti a questi ragazzi e non lasciarli sentire abbandonati a loro stessi»
Laurea abilitante, Manai (Pd): «È finalmente realtà, giusto non tenere ‘parcheggiati’ 5mila medici. Saranno utili per tenuta SSN»
Il Responsabile Nazionale della Formazione Medico Sanitaria del PD saluta con soddisfazione la norma contenuta nel Decreto ‘Cura Italia’. Poi sottolinea: «È ovvio che non possiamo mandare i neolaureati in corsia a fronteggiare il COVID in prima linea, servono tutele e definizioni del territorio di competenza»
Coronavirus, Manai (Pd): «Per evitare collasso SSN aumentare al massimo borse di specializzazione»
Il responsabile della formazione medica del Pd ringrazia governo e operatori sanitari per il lavoro svolto nell’emergenza e chiede una corretta programmazione: «Abbiamo bisogno di più specialisti, abbiamo bisogno di più investimenti sulla sanità pubblica»
Sanità, Zampa: «L’intelligenza artificiale può aiutare il decisore politico a rendere la sanità più efficiente»
«Ho incontrato al Cineca, insieme al Professor Armando Cirillo, Consulente del Ministro della Salute, un team di alta competenza tecnologica: il Dottor David Vannozzi, Direttore Generale, la Dottoressa Daniela Galetti, responsabile sistemi di supercalcolo, la Dottoressa Serena Borelli, direttore organizzazione e sistemi ed il Dott. Mauro Moruzzi, Health Advisory Board di Cineca, promotore dell’incontro. In […]
Ricerca, il ministro Manfredi: «Garantire concorsi meritocratici». E sul numero chiuso: «Aumentare posti ma riflettere su riforma»
Ospite d'onore del forum Health & Science Bridge del Centro Studi Americani, il ministro della Ricerca sottolinea: «In Italia si parla troppo poco di ricerca, ma ora l'approccio sta cambiando. Fondamentale la multidisciplinarietà»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 marzo, sono 665.616 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 30.857 i decessi e 141.746 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

Visite domiciliari, cure precoci e controllo da remoto: con il ‘modello Piacenza’ il coronavirus si sconfigge casa per casa

L’oncologo Luigi Cavanna, dell’ospedale di Piacenza, racconta: «Se i sintomi sono quelli del Covid, facciamo un’ecografia e diamo gli antivirali e strumenti di controllo. Poi monitoriamo a dist...