Voci della Sanità 15 Giugno 2018 16:44

Crisi Fondazione Ime, 30 lavoratori scrivono a Ministri e Regione Lazio: «Istituire al più presto tavolo»

L’Istituto Mediterraneo di Ematologia è in liquidazione dal 2015, ora è corsa contro il tempo per salvare i posti di lavoro. Nella struttura, interna al Policlinico Tor Vergata, vengono effettuati trapianti di midollo osseo in bambini affetti da patologie ematologiche provenienti da tutto il mondo

La Fondazione Ime (Istituto Mediterraneo di Ematologia), nata nel 2003, rischia la chiusura. Per questo i lavoratori hanno inviato una lettera al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, all’assessore alla Salute, Alessio D’Amato, e ai Ministri della Salute Giulia Grillo, dell’Economia Giovanni Tria e degli Affari Esteri Enzo Moavero Milanesi, oltre che ai Presidenti di Camera Roberto Fico e Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

La Fondazione Ime nasce nel 2003, su iniziativa congiunta della Regione Lazio e dei Ministeri della Salute, degli Affari Esteri e dell’Economia. Dal marzo del 2005 la sua sede è stata individuata all’interno del Policlinico di Tor Vergata e qui, in un reparto con day hospital e 22 posti letto, vengono effettuati trapianti di midollo osseo in bambini affetti da patologie ematologiche provenienti da tutto il mondo.

Ora il centro è in procinto di chiudere e i 40 lavoratori rischiano di perdere il posto con la dispersione di tante eccellenti professionalità. Il 29 maggio sono partite le procedure di licenziamento.

Nella lettera i dipendenti ripercorrono la storia dell’Istituto soffermandosi sui passaggi più controversi. «Lo Statuto della Fondazione – si legge – prevedeva la trasformazione della Fondazione Ime in Irccs (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico), cosa che, per motivi ignoti al personale, non è mai avvenuta».

«Nel settembre del 2015 – ricordano i dipendenti – il presidente Prof. Morrone, con l’appoggio del Consiglio di Indirizzo dell’Ente, chiede al Ministero della Salute la messa in liquidazione dell’Ime, motivandola con un mancato ulteriore finanziamento della Fondazione. Il Ministero accetta la richiesta e nomina un liquidatore, nella persona del Dott. Nando Minnella, con l’obiettivo di salvaguardare i livelli occupazionali».

«Da allora – continua la missiva – abbiamo ricevuto tante promesse e vuote rassicurazioni, ma in concreto abbiamo assistito a un gioco delle parti tra i diversi attori, che ha portato soltanto allo svuotamento del Reparto». Ora tutto sembra nelle mani della Regione Lazio, l’unico ente che può salvare i lavoratori procedendo ad un ricollocamento degli stessi.

I lavoratori chiedono pertanto di istituire al più presto un tavolo con Regione e Ministeri prima che decadano i termini delle procedure di licenziamento, che scadono proprio nel mese di agosto.

 

Articoli correlati
Kite (Gilad), le ultime novità dal Congresso EHA 2024
Al recente congresso europeo di ematologia Kite, società del gruppo Gilead, ha presentato molti nuovi dati relativi alle sue terapie, in particolare axi- cel- nel linfoma a grandi cellule B recidivante/refrattario – e anito-cel, impiegato nel mieloma multiplo
La Sanità è diventata un bene di lusso, cresce l’impoverimento delle famiglie
Secondo il 19° Rapporto del CREA Sanità "al Ssn servono 15 miliardi per non aumentare il distacco dal resto dell’UE, personale carente e sottopagato. Rispetto ai partner EU, il nostro Paese investe meno nella Sanità, aumenta la spesa privata ed è a rischio l’equità del sistema". Digitalizzazione necessaria per le “nuove cronicità"
Sanità italiana divisa a metà: 29 milioni di italiani in difficoltà con le cure
La sanità italiana sempre più divisa in due con ben 29 milioni di italiani che potrebbero avere serie difficoltà. Le performance sanitarie per il 2023 vedono infatti otto tra Regioni e Province autonome promosse, sette rimandate e sei bocciate. Sono i risultato del rapporto «Le performance regionali» del Crea Sanità, Centro per la ricerca economica applicata in sanità, presentato oggi a Roma
Fondazione IME, al via il bando per l’assegnazione del patrimonio risparmiato
È stato pubblicato dalla Prefettura di Roma il bando per l’individuazione di tre fondazioni a cui devolvere il patrimonio della Fondazione Istituto Mediterraneo di Ematologia (IME), liquidata in tempi record dal Commissario Francesco Friolo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Livelli essenziali di assistenza, i risultati del Nuovo sistema di garanzia 2022

Al top Emilia-Romagna, Veneto e Toscana. Flop invece per la Valle d’Aosta, la Calabria e la Sardegna
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...