Voci della Sanità 25 Giugno 2021 11:24

Farmacie, il Covid spartiacque tra ruolo professionale e difficoltà “aziendali”

L’analisi in occasione del decennale di Farma.Invest. L.A.D. Muzio: «Ruolo farmacista punto di partenza per la farmacia post covid»

Farmacie, il Covid spartiacque tra ruolo professionale e difficoltà “aziendali”

È una farmacia “sospesa” tra le perdite di fatturato e la significativa affermazione del ruolo del farmacista e della stessa farmacia quale avamposto del Servizio Sanitario Nazionale quella che sta uscendo dal lungo tunnel della pandemia. È quanto emerso nel corso del convegno organizzato per il decimo anno di attività della Farma.Invest, la società di capitale con più di 100 soci farmacisti; una holding che opera nel settore farmacia, diversificando le proprie attività e coadiuvando i farmacisti nella gestione imprenditoriale della propria farmacia.

Suggestiva la location del Resort Aquapetra di Telese che ha accolto i vertici nazionali e regionali di Federfarma, Sunifar, Credifarma, Promofarma e Federfarma Servizi oltre a rappresentanti di Federfarma ed Ordini provinciali. A fare gli onori di casa il Presidente dell’Ordine beneventano Maurizio Manna, seguito dal Presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo, che ha dato ai presenti un quadro del comparto farmacia e un disegno dei prossimi scenari che attendono i farmacisti e gli operatori del settore.

Dopo i saluti e i ringraziamenti del Presidente di Farma.Invest, Michele Falco, è toccato all’amministratore delegato Mario Muzio fotografare lo scenario del “sistema farmacia” evidenziando come anche «il comparto farmacia sia stato fortemente influenzato dalla emergenza sanitaria. Il 2020 marcava un primo trimestre in forte crescita, ma, causa lockdown, il trimestre aprile/giugno ha scontato grosse perdite. Gli ultimi due trimestri dell’anno colpiti da ripetuti provvedimenti restrittivi della limitazione alla mobilitazione oltre all’assenza di patologie non hanno consentito il recupero auspicato». Il canale farmacie è riuscito a limitare le perdite, secondo Muzio, «grazie al ruolo fondamentale del farmacista quale professionista della salute ed alle nuove attività in farmacia come i tamponi ed i vaccini, affermandosi come avamposto nella guerra al Covid 19 nella prima fase e come presidio sanitario nei mesi successivi».

«Fondamentale – ha concluso Muzio nel suo intervento – il contributo di un’efficace politica sindacale che è riuscita a restituire al farmacista un ruolo di primaria importanza, acquisendo una centralità che rappresenta un nuovo punto di partenza per la farmacia post covid».

Dopo la parte convegnistica i soci Farma.Invest si sono riuniti per l’assemblea ordinaria annuale: presenti il 96% dei votanti. Approvato il bilancio 2020 che ha fatto registrare un utile di €.540.000,00; rinnovato con voto unanime anche il consiglio di amministrazione per il prossimo triennio. Riconfermati i consiglieri Michele Falco, Mario Muzio, Teresa Bifulco, Carlo Lanzara, Marco Morrone, fanno ingresso i nuovi membri Giulio Landi e Ettore Novellino. In chiusura, nuovo aumento di capitale di €2.000.000/00 per aumentare il numero dei soci e nuovi investimenti.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid: spray nasale con anticorpi protegge da infezione. Gli scienziati: “Approccio utile contro nuove varianti e in futuro anche contro altri virus”
I ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia, hanno dimostrato che lo spray nasale anti-Covid sviluppato, a base di anticorpi IgA, può offrire protezione dall'infezione. O almeno così è stato nei topi su cui è stato testato, come riportato da uno studio pubblicato su PNAS. I risultati aprono la strada a una nuova strategia per proteggere le persone ad alto rischio a causa delle diverse varianti del virus Sars-CoV-2 e possibilmente anche da altre infezioni
Fiaso: Covid ancora in calo, ma preoccupa l’influenza
Si conferma in calo l’indice dei ricoveri Covid. La rilevazione degli ospedali sentinella aderenti a Fiaso fa registrare un complessivo -16% nell’ultima settimana del 2023. Secondo l'ultima rilevazione Fiaso i virus influenzali stanno avendo un impatto in termini assoluti maggiore sugli ospedali
di V.A.
Covid: le varianti sono emerse in risposta al comportamento umano
Le varianti del virus Sars-CoV-2 potrebbero essere emerse a causa di comportamenti umani, come il lockdown o le misure di isolamento, le stesse previste per arginare la diffusione dei contagi. Queste sono le conclusioni di uno studio coordinato dall’Università di Nagoya e pubblicato sulla rivista Nature Communications. Utilizzando la tecnologia dell’intelligenza artificiale e la modellazione matematica […]
Covid: in commercio terapie di dubbia sicurezza ed efficacia
Ci sono la bellezza di 38 aziende che hanno messo in commercio presunti trattamenti a base di cellule staminali e di esosomi (vescicole extracellulari) per la prevenzione e il trattamento del Covid-19
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.