Voci della Sanità 26 Settembre 2017 13:16

Ema: Lorenzin, expertise vera carta vincente per Milano

“L’expertise” è la vera carta vincente di Milano per conquistare l’Agenzia europea del farmaco (Ema), che traslochera’ da Londra per la Brexit. Ne e’ convinta il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a Bruxelles, in un roadshow internazionale col sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco del capoluogo lombardo, […]

“L’expertise” è la vera carta vincente di Milano per conquistare l’Agenzia europea del farmaco (Ema), che traslochera’ da Londra per la Brexit. Ne e’ convinta il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a Bruxelles, in un roadshow internazionale col sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, e il consigliere Enzo Moavero Milanesi, per mettere in luce i punti di forza della candidatura di Milano – in corsa contro altri 18 pretendenti, in vista della pubblicazione delle ‘pagelle’ della Commissione Ue, il 30 settembre. “Se vince Milano, vinceranno l’Ema, l’interesse dei cittadini e il mercato unico”, spiega Gozi. “Stiamo lavorando in squadra per farcela”, ma “e’ una partita difficile e in salita”, riconosce.

Milano e’ una delle sedi “piu’ competitive sotto il profilo della capacita’ tecnica ed economica”, ma “c’è chi pensa ai criteri geopolitici, e non e’ l’unica candidatura forte”. Entro il 30 settembre l’esecutivo comunitario pubblicherà la sua valutazione delle offerte, basandosi sui criteri oggettivi fissati dagli Stati: continuita’ operativa, collegamenti, scuole, accesso a lavoro e sanita’ per le famiglie e la distribuzione geografica delle agenzie. Tra le altre, sono in corsa Amsterdam, Barcellona, Stoccolma, Bonn. La decisione finale spetterà comunque ai 27 ministri, a novembre, con una votazione al consiglio affari generali Ue, dove il pericolo e’ che a prevalere possa essere la logica dell’equilibrio geo-politico, che punterebbe a est, verso Bratislava. “Milano ha tutte le caratteristiche per vincere. E’ il dossier piu’ forte. Spero che vengano messe da parte le scelte politiche”, auspica il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che si dice disponibile a ragionare sul canone per il Pirellone, e vede “nell’indebolimento di Angela Merkel” un possibile “aiuto”. Nelle settimane scorse era circolata voce del tentativo di Parigi e Berlino di spartirsi Ema e Eba (l’Autorità bancaria europea, che come l’Agenzia del farmaco dovrà traslocare da Londra). Anche per il sindaco di Milano “il timore e’ che prevalga qualche inciucio politico. Ma – evidenzia – la nostra proposta è straordinaria”. “A noi interessa una valutazione tecnica e strategica degli elementi”, ha detto Lorenzin. “La competizione e’ durissima – ammette -. Ma Milano ha una marcia in più, grazie anche alla sua rete e al suo ‘know how’. Se l’Italia non fosse in pole position, significherebbe che non sono stati presi in considerazione i requisiti tecnici. Ma assegnare Ema a un Paese che non ha requisiti, significherebbe un blocco mortale per una delle economie più in crescita in Europa”.

Domani scenderanno in campo anche i rappresentanti del sistema produttivo italiano, in un evento organizzato da Confindustria, Farmindustria, Federchimica, Fondazione Milano per EXPO 2015, Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi e Assolombarda, per una nuova azione di ‘moral suasion’. Piatti forti: lo stile di vita, la cultura, il food italiano, le eccellenze nel settore della ricerca, la logistica.

Articoli correlati
Milano, all’ospedale militare di Baggio 1330 vaccini al giorno per farmacisti, psicologi e over 80
Al COM nuovo padiglione gestito da ASST Santi Paolo e Carlo. AstraZeneca per il personale sanitario e Pfizer per gli anziani. Da lunedì prima chiamata per gli insegnanti
di Federica Bosco
L’Ema ha avviato la valutazione del vaccino russo Sputnik V
Dopo molte attese l'Agenzia europea del Farmaco ha dato inizio alla rolling review su Sputnik V, il vaccino russo che mostra di funzionare molto bene. I tempi per la messa in commercio non sono chiari, ma Ema assicura: «Dovrebbe richiedere meno tempo del normale»
Covid, il primario di cardiologia del Sacco: «Nella terza ondata su 100 nuovi casi, 99 per stupidità»
La terapia ideata dal cardiologo a base di eparina e aspirina funziona, ma una sovra infezione da batteri può essere letale. Viecca «Per uscire dal tunnel serve un piano vaccinale efficace e un comportamento più responsabile»
di Federica Bosco
Ema dice sì al vaccino Oxford/Astrazeneca dai 18 anni in su
Arriva l'approvazione dell'Ema per il vaccino Oxford/AstraZeneca. Il prodotto si basa su un vettore virale ed è efficace al 100% sulle forme gravi di Covid-19. Sì anche alla somministrazione agli over 55. Mancano i dati sulle varianti
Vaccino Moderna, anche Aifa dà l’ok. Resta il nodo del coinvolgimento di MMG e pediatri
Dopo quello di Pfizer-BioNtech, è il secondo vaccino che riceve la convalida dell'Ema. Già dalla prossima settimana le prime dosi in Italia. Sul coinvolgimento di MMG e pediatri nella somministrazione Fnomceo e Smi favorevoli, frena la Fimmg
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’8 marzo, sono 116.859.911 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.593.931 i decessi. Ad oggi, oltre 300,10 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elabo...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolt...
Voci della Sanità

Covid-19, Comitato Cure Domiciliari vince ancora al Tar: «Medici devono poter prescrivere farmaci che ritengono opportuni»

Sconfessata la nota Aifa del 9 dicembre 2020 contente i “principi di gestione dei casi Covid-19 nel setting domiciliare”, che prevede nei primi giorni di malattia la sola “vigile att...