OMCeO, Enti e Territori 26 Settembre 2017

Ema: Lorenzin, expertise vera carta vincente per Milano

“L’expertise” è la vera carta vincente di Milano per conquistare l’Agenzia europea del farmaco (Ema), che traslochera’ da Londra per la Brexit. Ne e’ convinta il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a Bruxelles, in un roadshow internazionale col sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco del capoluogo lombardo, […]

“L’expertise” è la vera carta vincente di Milano per conquistare l’Agenzia europea del farmaco (Ema), che traslochera’ da Londra per la Brexit. Ne e’ convinta il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a Bruxelles, in un roadshow internazionale col sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, e il consigliere Enzo Moavero Milanesi, per mettere in luce i punti di forza della candidatura di Milano – in corsa contro altri 18 pretendenti, in vista della pubblicazione delle ‘pagelle’ della Commissione Ue, il 30 settembre. “Se vince Milano, vinceranno l’Ema, l’interesse dei cittadini e il mercato unico”, spiega Gozi. “Stiamo lavorando in squadra per farcela”, ma “e’ una partita difficile e in salita”, riconosce.

Milano e’ una delle sedi “piu’ competitive sotto il profilo della capacita’ tecnica ed economica”, ma “c’è chi pensa ai criteri geopolitici, e non e’ l’unica candidatura forte”. Entro il 30 settembre l’esecutivo comunitario pubblicherà la sua valutazione delle offerte, basandosi sui criteri oggettivi fissati dagli Stati: continuita’ operativa, collegamenti, scuole, accesso a lavoro e sanita’ per le famiglie e la distribuzione geografica delle agenzie. Tra le altre, sono in corsa Amsterdam, Barcellona, Stoccolma, Bonn. La decisione finale spetterà comunque ai 27 ministri, a novembre, con una votazione al consiglio affari generali Ue, dove il pericolo e’ che a prevalere possa essere la logica dell’equilibrio geo-politico, che punterebbe a est, verso Bratislava. “Milano ha tutte le caratteristiche per vincere. E’ il dossier piu’ forte. Spero che vengano messe da parte le scelte politiche”, auspica il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che si dice disponibile a ragionare sul canone per il Pirellone, e vede “nell’indebolimento di Angela Merkel” un possibile “aiuto”. Nelle settimane scorse era circolata voce del tentativo di Parigi e Berlino di spartirsi Ema e Eba (l’Autorità bancaria europea, che come l’Agenzia del farmaco dovrà traslocare da Londra). Anche per il sindaco di Milano “il timore e’ che prevalga qualche inciucio politico. Ma – evidenzia – la nostra proposta è straordinaria”. “A noi interessa una valutazione tecnica e strategica degli elementi”, ha detto Lorenzin. “La competizione e’ durissima – ammette -. Ma Milano ha una marcia in più, grazie anche alla sua rete e al suo ‘know how’. Se l’Italia non fosse in pole position, significherebbe che non sono stati presi in considerazione i requisiti tecnici. Ma assegnare Ema a un Paese che non ha requisiti, significherebbe un blocco mortale per una delle economie più in crescita in Europa”.

Domani scenderanno in campo anche i rappresentanti del sistema produttivo italiano, in un evento organizzato da Confindustria, Farmindustria, Federchimica, Fondazione Milano per EXPO 2015, Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi e Assolombarda, per una nuova azione di ‘moral suasion’. Piatti forti: lo stile di vita, la cultura, il food italiano, le eccellenze nel settore della ricerca, la logistica.

Articoli correlati
Contenzioso medico-paziente, Rossi (OMCeO Milano): «Patient satisfaction? Se c’è certificazione allora può aiutare»
«Nessuno deve poter pensare che i dati possono essere in qualche modo drogati», spiega il presidente dell’Ordine dei Medici di Milano, Roberto Carlo Rossi. La soluzione è stata proposta da Consulcesi durante l'evento milanese “Responsabilità professionale e arbitrato della salute”
Blockchain e diritti, a Milano la nuova tecnologia che misura la “patient satisfaction” per ridurre i contenziosi
Permette di raccogliere in tempo reale le opinioni di pazienti sulle cure ricevute nelle strutture sanitarie e negli studi medici. Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Cambierà completamente il paradigma nel mondo sanitario»
Congresso ICAR, l’immunologo Silvestri: «Non abbassare la guardia contro l’Aids, contagi non si stanno fermando»
A Milano il congresso dell’Italian Conference on AIDS and Antiviral Research alla Statale. «Se una persona non si controlla, e non sa di essere infettato, può infettare altri e quindi l’epidemia non si ferma», sottolinea il ricercatore dell'Università di Atlanta
di Federica Bosco
“Fotografare la voce”: a Milano il disagio di chi soffre di balbuzie raccontato attraverso le immagini
Al centro Vivavoce fino al 9 giugno la mostra che racconta il mondo delle persone affette da balbuzie. Il curatore Marezza: «Comunicare è importante e la comunicazione è un’emozione che ci viene data da chi comunica, indipendentemente dal modo in cui comunica»
di Federica Bosco
La blockchain a Striscia La Notizia, Marco Camisani Calzolari spiega agli italiani la tecnologia del futuro (anche per la salute…)
VIDEO | Dalla formazione medica alla patient satisfaction, l’esperto digitale di Canale 5 illustra i nuovi campi di applicazione della ormai celebre tecnologia della “catena a blocchi”. A Tirana l'evento Consulcesi con Marco Camisani Calzolari proprio su blockchain e formazione medica. E il 5 giugno a Milano appuntamento su blockchain e sanità all’Ordine dei Medici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Politica

Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici

Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui ...
Politica

Europee, ecco i risultati. Vanno bene i camici bianchi

Entra nel Parlamento europeo Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa candidato con il Partito Democratico che conquista nella circoscrizione insulare oltre 135 mila voti, secondo nelle preferenze solo ...