Voci della Sanità 3 Dicembre 2020 17:11

Disabilità, Bologna (PP): «RSA, assistenti familiari e smart working: i mie emendamenti alla manovra per favorire l’inclusione sociale»

«L’obiettivo dovrebbe essere la piena inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso la rimozione delle cause che impediscono o ne limitano la piena realizzazione» sottolinea Fabiola Bologna, deputata di Popolo Protagonista

«Sono convinta che un’azione politica concreta debba prevedere l’integrazione sociale, economica e civile, una visione complessiva e trasversale che produca un effettivo miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità e dei loro nuclei familiari. L’obiettivo dovrebbe essere la piena inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso la rimozione delle cause che impediscono o ne limitano la piena realizzazione, in linea con la normativa nazionale e con la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, per valorizzarne il potenziale di crescita e di occupazione lavorativa». Lo scrive in una nota la deputata di Popolo Protagonista, Fabiola Bologna, per la giornata internazionale delle persone con disabilità.

«In legge di bilancio – prosegue – ho presentato emendamenti in questa direzione proponendo l’aumento delle detrazioni fiscali per gli assistenti familiari delle famiglie con una persona non autosufficiente per riuscire a garantire sostenibilità e favorire sia la permanenza a domicilio della persona che ha bisogno di assistenza sia per la corretta gestione del collocamento delle persone con disabilità anche intellettiva, psichica e con malattie rare. Dobbiamo poi essere particolarmente attenti alle Rsa per valorizzarne il personale sanitario e investire sul rinnovamento di queste strutture per trovare soluzioni di offerta assistenziale più vicine alle esigenze delle persone. L’ intento – prosegue Bologna – è dunque quello di lavorare per una piena inclusione di tutti i cittadini e per la tutela dei lavoratori fragili con il ricorso, ove possibile, allo smart working oltre alla garanzia del diritto alla mobilità anche assistita secondo la Convenzione delle Nazioni Unite».

Articoli correlati
Dl Riaperture, Lorefice: «Emendamento M5S su uscite per ospiti Rsa, ora pensare anche a benessere relazionale»
«Con un emendamento a mia prima firma, si consentono le uscite temporanee degli ospiti non affetti da Covid, dalle strutture residenziali di ospitalità per le persone anziane o non autosufficienti» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali
Intergruppo Parlamentare Longevità: «PNRR sia punto di partenza per rivisitare il SSN»
Si è svolta ieri la quinta riunione dell’Intergruppo parlamentare sui nuovi approcci all’assistenza sanitaria: dalle Rsa alla domiciliarità
Malattie Rare, Bologna (PP): «Arrivo in Aula del Testo Unico è grande passo»
«È ufficiale, lunedì 24 maggio arriverà in aula il Testo Unico sulle malattie rare. Mi è stato infatti conferito come Relatrice il mandato per andare in Aula e presentare il Testo Unico in Assemblea così che sia votato e concluda il percorso alla Camera e possa essere affidato al Senato. Il lavoro sul Testo è […]
Firmata ordinanza Rsa: massimo due visitatori per ospite, sconsigliati gli under 6. Cosa prevede
Il Ministro Speranza: «Ringrazio Regioni e Cts che hanno lavorato in sintonia con il Ministero della Salute per conseguire questo importante risultato. È ancora necessario mantenere la massima attenzione e rispettare le regole e i protocolli previsti, ma condividiamo la gioia di chi potrà finalmente rivedere i propri cari dopo la distanza indispensabile per proteggerli»
Le linee guida per tornare a visitare i parenti nelle Rsa, Federanziani: «Attenzione anche all’aspetto psicologico»
Green Pass e misure di sicurezza per riaprire le Rsa: «Per gli anziani il lockdown non è mai finito»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM