Voci della Sanità 4 Maggio 2021 16:20

Digital trasformation dell’ospedale: in Emilia Romagna le ultime novità per la gestione di code e per il pagamento di ticket 

Grazie alla realizzazione e alla messa in opera di kiosk multifunzione, gestiti e monitorati in remoto da software all’avanguardia si abbattono i tempi di attesa e si ottimizzano le attività di manutenzione, assistenza e installazione

Negli ultimi dodici mesi, il tema della digitalizzazione ha catturato l’attenzione di tutti i settori presenti sul mercato: in piena emergenza sanitaria, sociale ed economica, è stato necessario coadiuvare i processi offline con i sistemi online, il tutto per rispettare le direttive in materia di sicurezza e di social distancing.

Con l’insorgere della pandemia da Covid-19, anche il mondo ospedaliero ha dovuto rivedere la propria organizzazione e innovare il sistema di gestione delle attività di cura, controllo e assistenza. Nell’ultimo periodo si è registrato un importante incremento dell’impiego di soluzioni kiosk, conseguente alla necessaria chiusura delle casse con operatore. Proprio le casse automatiche, spesso posizionate in siti strategici delle strutture ospedaliere, sono diventate per l’utenza un canale fondamentale per la gestione e il pagamento dei servizi sanitari.

A guidare la trasformazione digitale dell’ospedale è l’implementazione di soluzioni kiosk full service, che permettono attività che vanno dal semplice pagamento di ticket sanitari e altri servizi (ad esempio, buoni mensa, copia di cartelle cliniche) sino alla gestione di code, evitando possibili assembramenti in luoghi spesso trafficati.

Inoltre, è proprio grazie alla realizzazione e alla messa in opera di kiosk multifunzione, gestiti e monitorati in remoto da software all’avanguardia, che si abbattono i tempi di attesa e si ottimizzano le attività di manutenzione, assistenza e installazione.

L’impiego di tecnologie integrate permette anche un controllo ottimale sulla gestione della contabilità e dell’unità portavalori, digitalizzando così operazioni che in tempo erano gestite in prima persona da chi seguiva i punti accoglienza e le casse con operatore all’interno degli ospedali locali.

Un esempio lungimirante in questo senso, è stato quello proposto dalla partnership nata tra Custom Group e Sigma S.p.A.: la prima, un hi-tech company attenta alle esigenze di tutto il mercato, leader nello sviluppo di soluzioni integrate, personalizzate, ad alto valore aggiunto, inerenti a stampa, scansione, lettura del dato e automazione del servizio;  la seconda, un’azienda specializzata nella progettazione, produzione e fornitura di soluzioni e servizi nel settore dell’automazione bancaria, di sistemi di bigliettazione self-service e di pedaggio.

Una collaborazione iniziata nelle ASL emiliano-romagnole che ha permesso l’evoluzione in ottica 4.0 dell’ospedale: attraverso l’introduzione di soluzioni kiosk multiservizio è stato possibile migliorare la user experience all’interno delle strutture sanitarie e mantenere il distanziamento sociale in un momento storico segnato dalla pandemia. Macchine e software intelligenti che – grazie alle precise istruzioni date da algoritmi pensati per coordinare e amministrare costantemente realtà a basso e ad alto utilizzo – permettono la pianificazione proattiva e mirata degli interventi di manutenzione e assistenza, garantendo così all’utente finale la continuità e l’ottimizzazione del servizio offerto.

Articoli correlati
Covid, arriva ordinanza per Emilia-Romagna, Friuli e Veneto. Le nuove misure per chi vive nella “fascia gialla plus”
Un accordo tra i governatori di Emilia, Friuli e Veneto ha portato all'adozione di una nuova ordinanza. Mercati chiusi, nei negozi uno per famiglia, sport solo nei parchi e consumazione vietata ovunque nei luoghi pubblici. Quali sono le altre restrizioni?
Il Covid non ferma l’Ospedale Bufalini di Cesena, primo hub ‘Diamante’ in Italia per la cura dell’ictus cerebrale
Eccellenze della sanità | L’Ospedale romagnolo ha ottenuto l’ESO-Angels Award Diamond, progetto che ha già coinvolto più di 600 centri nosocomiali in tutta Europa. Più posti letto e riduzione dei tempi di presa in carico i punti di forza
Il Policlinico Sant’Orsola diventa IRCCS. Il via libera dalla Conferenza Stato-Regioni
«Il Policlinico Sant’Orsola, insieme a due unità operative dell’Ospedale Maggiore di Bologna, Chirurgia toracica e Chirurgia A e d’urgenza, diventa IRCCS, il primo Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico interaziendale dell’Emilia-Romagna, coinvolgendo sia l’Azienda Ospedaliero-Universitaria che l’Azienda Usl: il via libera è arrivato oggi a Roma dalla Conferenza Stato-Regioni». Lo rende noto la […]
Coronavirus, Batani (Nursing Up Emilia Romagna): «Siamo soldati che vanno in guerra con le armi spuntate»
«Le persone che entrano in questi reparti vengono chiusi in una stanza senza niente e senza la possibilità di salutare i familiari. Il picco non è ancora stato raggiunto e l’età media si sta abbassando»
Elezioni Emilia-Romagna, Bonaccini punta sulla sanità: «Riapriremo i punti nascita in montagna»
Lo scontro elettorale si sposta sui servizi sanitari regionali. Il governatore uscente annuncia una nuova politica sui punti nascita e maggiori stanziamenti per i caregiver. Critiche sono arrivate dalla candidata della Lega, Lucia Borgonzoni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 maggio, sono 163.642.990 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.390.316 i decessi. Ad oggi, oltre 1,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...