Voci della Sanità 20 Luglio 2020

Dati Inail, Regimenti (Lega): «Infermieri più colpiti dal virus, Governo li tuteli»

«Rivolgo un appello accorato al Governo: non dimentichi gli operatori della sanità, che tanto hanno dato nel momento più virulento della pandemia, sacrificando se stessi e la propria famiglia» sottolinea l’eurodeputato della Lega commentando i dati Inail dal 15 al 30 giugno sui contagi dal Covid-19 al lavoro

«Sono dati allarmanti quelli diffusi dall’Inail sui contagi da Covid-19 in Italia e che indicano, in particolare, gli infermieri tra le categorie professionali più colpite, con oltre l’83% di denunce su un quadro complessivo di 40,6% di infezione. A preoccupare è soprattutto il dettaglio dei casi mortali, pari all’11,8%, con i tecnici della salute che incidono per il 63%. Rivolgo un appello accorato al Governo: non dimentichi gli operatori della sanità, che tanto hanno dato nel momento più virulento della pandemia, sacrificando se stessi e la propria famiglia, nonostante la mancanza cronica dei dispositivi di protezione individuale e le difficoltà delle strutture sanitarie, giunte quasi al collasso e con precarietà strutturali vecchie di decenni di incuria e abbandono da parte delle istituzioni». Ad affermarlo è Luisa Regimenti, europarlamentare della Lega e responsabile Sanità per il partito nel Lazio, in merito ai dati Inail contenuti nel sesto report nazionale dell’istituto sui contagi sul lavoro da Covid-19 in Italia.

«Il virus ha colpito con forza e percentuali significative anche medici, operatori socio-sanitari e socio-assistenziali, il personale non qualificato nei servizi sanitari, come ausiliari, portantini e barellieri – sottolinea Regimenti – in un contesto di contagi da Covid-19 nei luoghi di lavoro che secondo il report dell’Inail sono 965 in più in soli quindici giorni, dal 15 al 30 giugno, con 252 casi mortali e 16 in più rispetto alla rilevazione precedente. È il segnale – conclude l’eurodeputata del Carroccio – di un’emergenza ancora in atto e che occorre affrontare con tutti gli strumenti a nostra disposizione».

Articoli correlati
Real World Evidence e Covid, Trifirò (farmacologo): «Con studi sul “mondo reale” dati per decisioni certe»
«In una situazione di emergenza sanitaria i trial clinici non forniscono risultati in tempi ragionevoli. Gli studi osservazionali, basati su dati di Real Evidence, sono più veloci e, se condotti da professionisti esperti, molto attendibili»
di Isabella Faggiano
Migranti, interrogazione di Regimenti (Lega) a Commissione Ue: «Salute pubblica a rischio, valuti blocco navale per gestire flussi»
In una interrogazione alla Commissione Regimenti chiede anche di «affrontare la questione degli sbarchi nei Paesi del Mediterraneo in coordinazione col Consiglio, con riferimento al pericolo costituito dai migranti contagiosi», risultati positivi al Covid-19
«Quando parliamo di coronavirus dobbiamo usare la parola razzismo»
Due articoli paralleli su New England Journal of Medicine e Lancet affrontano il peso delle disparità razziali: il Covid-19 non colpisce tutti allo stesso modo. Sei misure per intervenire
di Tommaso Caldarelli
Strascichi psichiatrici per più di metà dei guariti da Covid-19, i risultati di uno studio italiano
Le più colpite sono le donne, in cui gli straschichi psichiatrici sono più forti: depressione, ansia e insonnia. Tra le causa risposta immuntaria e stress
Sanità, Regimenti (Lega): «Anche da Corte dei Conti esigenza recupero Forlanini»
i«Il recupero dell’ospedale Forlanini di Roma è un’esigenza da perseguire anche per la Corte dei Conti. Il presidente della Regione Lazio Zingaretti, che nel 2015 chiuse questo nosocomio, punto di riferimento per lo sviluppo, la ricerca e l’assistenza e polo d’eccellenza e di avanguardia per la cura delle malattie polmonari, ne prenda atto e non […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...