Voci della Sanità 19 Maggio 2020 18:28

Sindrome Kawasaki, Cavandoli (Lega): «Governo garantisca attenzione e segnali incremento anomalo dei casi»

Interrogazione al Ministro della Salute Speranza della deputata della Lega Laura Cavandoli: «Secondo i medici del Papa Giovanni XXIII di Bergamo i casi nel mese scorso sono aumentati di circa trenta volte rispetto agli anni precedenti. Occorre pertanto monitorare l’incidenza di questa malattia»

«Il governo non abbassi la guardia sulla sindrome di Kawasaki. Non si faccia trovare impreparato anche su questa malattia, che sta colpendo in prevalenza i bambini sotto i cinque anni. Provveda subito a segnalare alle regioni e agli enti del Servizio sanitario nazionale l’incremento anomalo dei casi assieme agli episodi di micro angiopatie nei bambini». Così la deputata della Lega Laura Cavandoli, componente della Commissione bicamerale e d’inchiesta per l’Infanzia e l’Adolescenza.
«Ho presentato in proposito un’interrogazione al ministro della Salute – aggiunge Cavandoli -. Secondo i medici dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, struttura in prima linea contro l’emergenza Coronavirus, i casi nel mese scorso sono aumentati di circa trenta volte rispetto agli anni precedenti. Studi scientifici ne stanno approfondendo il legame con l’infezione da Covid19. Occorre pertanto monitorare l’incidenza di questa malattia e garantire una risposta quanto più possibile tempestiva ed efficace nel trattamento». Così la deputata della Lega Laura Cavandoli, componente della Commissione bicamerale e d’inchiesta per l’Infanzia e l’Adolescenza.
Articoli correlati
Covid-19, Regimenti (Lega): «Caos vaccini, ritardi inaccettabili e misteri sui contratti»
«L'unico contratto reso pubblico è quello con CureVac, tra l’altro oscurato nelle parti sensibili del testo, mentre quelli di Pfizer e Moderna nessuno li ha letti e c'è chi si guarda bene dal rendere pubblici tali accordi» spiega l'eurodeputata della Lega Luisa Regimenti
Crisi di governo, Boldi (Lega): «Serve governo legittimato per affrontare pandemia. Ora allargare la platea dei vaccinatori»
La Vice Presidente della Commissione Affari Sociali Rossana Boldi spiega: «Crisi crea delle difficoltà, non è il massimo in piena pandemia». Sul piano vaccinale: «Bisogna coinvolgere le farmacie in modo che siano pronte quando arriveranno dei vaccini più gestibili e conservabili in frigorifero»
OMS a Wuhan, Regimenti (Lega): «Si valutino tutte le piste per indagine su origine del virus»
«Tutte le ipotesi dovrebbero essere valutate attentamente: la struttura genetica della SARS-CoV-2 non esclude un'origine del virus in laboratorio» spiega il medico e europarlamentare della Lega Luisa Regimenti
Ue, Regimenti (Lega): «Con 5,1 miliardi di budget, programma EU4Health punto di partenza per rilancio sanità»
«Al Parlamento europeo siamo riusciti a far aumentare il budget a 5,1 miliardi» ricorda l'eurodeputata della Lega Luisa Regimenti che considera comunque il Programma EU4Health «un’opportunità da cogliere per il nostro Paese, per rilanciare una sanità penalizzata negli anni da continui tagli a fondi e finanziamenti»
SMA, Tiramani (Lega): «Quattro bambini stanno rischiando complicazioni, AIFA sblocchi le cure»
«Quattro bambini che stanno rischiando complicazioni gravissime perché non rientrano nel limiti dei sei mesi di vita per ricevere la terapia, tra le più care del mondo» spiega il deputato della Lega Paolo Tiramani
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 gennaio, sono 100.286.643 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.157.790 i decessi. Ad oggi, oltre 71,10 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns ...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Lavoro

Medici di famiglia vaccinatori, Scotti (Fimmg): «Impensabile coinvolgerci a queste condizioni»

Il Segretario Nazionale si scaglia contro la mancanza di programmazione: «Per noi nessun fondo in Finanziaria, ma non esiste vaccinazione di massa senza medicina del territorio»