Voci della Sanità 21 Aprile 2020

Coronavirus, Regimenti (Lega): «Su app Immuni serve chiarezza e confronto in Parlamento»

Secondo l’europarlamentare della Lega l’app di tracciamento scelta dal governo «rischia di trasformarsi in uno strumento pericoloso per la tutela della privacy dei cittadini»

«La app Immuni, scelta dal Governo italiano come tracciamento anti-Covid 19, rischia di trasformarsi in uno strumento pericoloso per la tutela della privacy dei cittadini. Per questo occorre estrema chiarezza sulle modalità d’impiego del sistema, un confronto serio in Parlamento e l’intervento del Garante nella gestione dei dati sensibili, sulla cui raccolta, conservazione e proprietà sappiamo ancora ben poco». Lo afferma l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti, che a Bruxelles si occupa del dossier sulla digitalizzazione della Sanità, a proposito della app di ‘contact tracing’ Immuni, scelta dal Governo italiano per contenere la diffusione della pandemia da Covid-19.

«Non possiamo barattare la sicurezza dei dati personali, soprattutto sanitari, con delle paventate esigenze di sanità pubblica senza prima avere tutte le garanzie circa l’affidabilità del sistema» continua Regimenti, che sottolinea come sia «estremamente importante la massima trasparenza nella gestione tecnica di Immuni».

«Ad oggi – aggiunge l’europarlamentare leghista – di Immuni sappiamo solo che la licenza d’uso sul software è concessa gratuitamente dalla società per azioni milanese Bending Spoons, scelta fra le oltre 300 offerte dal Governo. Non è noto, ad esempio, il tipo di cloud da utilizzarsi, né, quindi, in che termini questa applicazione sarà collegata ai colossi Google e Apple, con il rischio che i dati possano finire sui server di multinazionali straniere. E non si sa neanche – conclude – dove saranno ubicati i server e quali saranno le politiche di conservazione e cancellazione dei dati profilati».

Articoli correlati
MMG e tamponi, Regimenti (Lega): «Accordo non doveva essere obbligatorio. Ora medici rischiano salute e ricorsi»
L’europarlamentare del Carroccio è critica verso l’ACN che ha imposto ai medici di famiglia l’esecuzione dei tamponi rapidi. «Andava data loro la possibilità di effettuarli in tutta sicurezza, in locali idonei messi a disposizione in modo capillare sul territorio»
Covid-19, Regimenti (Lega): «Suicidi in aumento, Ue promuova programmi nazionali a sostegno popolazione»
«Si constata la mancanza di dati e statistiche aggiornate sui tassi di suicidio in Europa, la cui considerazione potrebbe invece stimolare l'adozione di programmi nazionali a sostegno della popolazione e in particolare delle fasce vulnerabili» spiega l'europarlamentare della Lega
Immuni, quasi 10 milioni di download ma poche notifiche. Volpi (M5S): «Servono linee guida per i medici di famiglia»
La deputata del Movimento 5 Stelle: «Le Asl non sempre hanno caricato i dati, con call center possibile svolta»
Covid-19, Regimenti (Lega): «Medici di base preziosi, ma costretti a fare test e tamponi in condomini»
«Servono più cure domiciliari, telemedicina e assunzioni di personale, non si possono obbligare i medici di base a svolgere questi test nel loro studio senza metterli nelle condizioni di farlo in sicurezza» sottolinea l'eurodeputata della Lega
Emergenza Covid, Regimenti (Lega): «Situazione critica. Test e tamponi anche in farmacia e dal MMG»
«La situazione rischia di esplodere ed è figlia di una politica nazionale fatta di aridi Dpcm e non di misure a sostegno della cittadinanza» sottolinea l'eurodeputata della Lega
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 30 novembre, sono 62.789.645 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.460.049 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 30 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli