Voci della Sanità 21 Marzo 2020

Coronavirus, l’emendamento di Tuzi (M5S): «Tamponi obbligatori a tutto il personale sanitario in maniera ciclica»

La proposta del deputato e medico dei Cinque Stelle è contenuta in emendamento: «Leggiamo in queste ore di medici positivi che hanno infettato alcuni loro colleghi. Ne va oltre che della salute dei medici stessi e dei loro colleghi, anche di quella dei loro familiari»

«Bisogna effettuare i tamponi sul coronavirus a tutto il personale sanitario che lavora per fermare l’emergenza COVID-19, in maniera ciclica. Affinché questo diventi obbligatorio ho preparato un emendamento che sarà discusso a breve». Così il deputato medico del Movimento 5 Stelle Manuel Tuzi.

Tuzi spiega: «Alcune regioni stanno agendo in autonomia al riguardo. Come avvenuto con gli altri decreti ritengo doveroso uniformare l’intero Paese. I miei colleghi mi riportano situazioni al limite nei reparti, come già sanno tutti grazie ad alcuni servizi giornalistici».

«Oltre a medici, infermieri e personale sanitario negli ospedali – prosegue Manuel Tuzi – dobbiamo tutelare anche i medici di base, oggi in grande difficoltà, i pediatri ed il personale dei presidi di continuità assistenziale».

«Leggiamo in queste ore di medici positivi che hanno infettato alcuni loro colleghi. Ne va oltre che della salute dei medici stessi e dei loro colleghi, anche di quella dei loro familiari. Bisogna fare di tutto per tutelare tutte le nostre donne e uomini in prima linea», conclude il deputato 5 Stelle.

Articoli correlati
Covid-19, 43mila infezioni di origine professionale denunciate all’Inail. Il 72% da Sanità e assistenza sociale
Pubblicato il terzo report elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto, con la collaborazione della Direzione centrale organizzazione digitale. I casi mortali sono 171 (+42) e circa la metà riguarda il personale sanitario e socio-assistenziale
Covid-19 e HCV, la proposta: «Abbinare ai test sierologici gli screening per l’Epatite C»
«L’opportunità di effettuare questi test per rilevare la presenza di HCV non ha precedenti. Auspichiamo un Paese senza Covid, ma anche senza Epatite C. E per questo, più persone potremo curare, più ci avvicineremo all’obiettivo», evidenzia il Prof. Massimo Galli
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 22 maggio, sono 5.410.439 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 345.105 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 24 maggio: Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 24 maggio, il totale delle persone […]
Analisi mortalità Inps: in Italia i decessi sono aumentati del 48%, nelle province lombarde più colpite si supera il 200%
Il primato a Bergamo, con un aumento tra 400% e 500%. Più colpiti gli uomini delle donne, al Sud le variazioni meno significative. Dai dati del report: «Veneto ha gestito la crisi meglio della Lombardia»
Covid19, Fondo di solidarietà esteso a tutte le professioni sanitarie. Beux: «Ora tavolo di confronto con gli Ordini»
«In vista dei decreti attuativi, è necessario convocare senza indugio il tavolo di confronto per realizzare la procedura di conciliazione» sottolinea il Presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 maggio, sono 5.410.439 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 345.105 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 24 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...