Voci della Sanità 12 Luglio 2019

Carenza medici, Tuzi (M5S): «Con noi record di borse di specializzazione. Viceministro Fioravanti al lavoro per soluzione»

In una interpellanza urgente al viceministro del Miur, Lorenzo Fioramonti, il deputato Cinque Stelle, che ha ricevuto garanzia da parte del viceministro Miur Fioramonti, ha sottolineato: «Il prossimo anno ci saranno 24mila potenziali nuovi candidati e il sistema Universitario attualmente non è in grado di formare più di 11mila medici, va fatto un cambio di passo»

«Il nostro Paese si trova ad affrontare una vera e propria emergenza legata carenza dei medici. Viviamo il paradosso di un sistema che, per anni, da un lato ha vietato ai medici in formazione l’attività professionale, e dall’altro ha assistito passivamente all’inevitabile collasso dei servizi sanitari per carenza di dottori. Questo Governo è riuscito subito a dare una prima ma fondamentale risposta a una situazione emergenziale: nel 2019 abbiamo raggiunto il record storico di quasi 9mila borse di specializzazione e l’investimento fatto assieme alla Medicina generale supera, per la prima volta nella storia di questi concorsi, il numero di laureati». Così Manuel Tuzi, il deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, che oggi ha presentato in Aula un’interpellanza urgente al viceministro del Miur, Lorenzo Fioramonti.

«Siamo comunque consapevoli che così non si puó più andare avanti, il prossimo anno ci saranno 24mila potenziali nuovi candidati e il sistema Universitario attualmente non è in grado di formare più di 11mila medici, va fatto un cambio di passo, assieme alle regioni, al Miur, al ministero dell’Economia e a quello Salute. Mi reputo quindi soddisfatto della risposta del viceministro Fioramonti, che è impegnato a individuare la migliore soluzione possibile a questo annoso problema ereditato da mancati investimenti fatti dal PD nella precedente legislatura», prosegue Tuzi.

«È il momento di pensare a un meccanismo diverso, un nuovo contratto di formazione/lavoro, condiviso con le Regioni, e a un ampliamento della rete formativa che comprenda gli ospedali del territorio, senza diminuire la qualità della formazione in cui deve essere centrale il ruolo dell’Università. Ringrazio il ministro Giulia Grillo per l’importante lavoro che sta portando avanti in questo senso. Pochi medici significa meno servizi o servizi di qualità inferiore per i pazienti. E sono convinto che il Governo voglia fare tutto il possibile per garantire ai cittadini una sanità pubblica efficiente, un’adeguata formazione dei giovani medici e un pieno diritto alla salute», ha concluso il deputato del MoVimento 5 Stelle.

Articoli correlati
Marialucia Lorefice (Affari Sociali): «Covid ci serva da lezione, tagli alla sanità un errore. Ora attenzione al sociale»
Colloquio con la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice (M5S) all’indomani della rielezione. Tra le priorità dei prossimi mesi il budget di salute per la presa in carico delle persone con disabilità e la legge sul fine vita
Specializzazioni, interrogazione di Tuzi (M5S) a Manfredi: «Perchè commissione di esperti e non nomina Osservatorio?»
«Abbiamo offerto al Ministro la possibilità di essere ulteriormente trasparenti. La questione prospettata nasce dal ruolo di vigilanza, giudizio e controllo sugli accreditamenti delle scuole di specializzazione ricoperto dall’Osservatorio» sottolinea IL deputato e medico del M5S Manuel Tuzi
Con lockdown medici in ferie forzate, a rischio indennizzo. C&P: «Nostri legali a lavoro per tutelare diritto»
"Costretti" dal datore di lavoro a prendere ferie pregresse forzate, non avranno alcun diritto all'indennizzo per "ferie non godute" riconosciuto qualche settimana fa da una sentenza della Corte Suprema. Consulcesi & partners: «I nostri legali a lavoro per tutelare un diritto sancito dalla Corte Suprema».
Giornata vittime Covid, Lorefice: «È un dovere non dimenticare. Ora al lavoro per aumentare i fondi per la sanità»
«Nella nostra memoria rimarrà impressa in maniera indelebile la giornata del 18 marzo, durante la quale abbiamo assistito al corteo dei camion militari che trasportavano i feretri nelle strade di Bergamo» sottolinea la presidente della Commissione Affari Sociali nel giorno dell'approvazione del Ddl
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»