Voci della Sanità 2 Aprile 2019 14:59

Salute pubblica, al Liceo Orazio il dibattito sulla bellezza del Servizio Sanitario Nazionale

Al termine del confronto sarà proiettato il Io, Daniel Blake di Ken Loach, vincitore della Palma d’oro al Festival de Cannes 2016

Nell’ambito della giornata mondiale per la salute indetta dall’Organizzazione Mondiale della sanità (OMS/WHO) il 7 aprile, il III Municipio, all’interno del progetto di pedagogia pubblica “Grande come una città”, al pari di altre istituzioni e movimenti sociali di tutto il mondo, intende promuovere un’occasione di confronto e dibattito sul tema della salute pubblica.

Pensiamo che la cultura sia uno strumento di educazione al confronto e all’immaginazione della società, nelle mani di una moltitudine di persone che si mette in rete riappropriandosi degli spazi pubblici e privati, trasformando giardini, parchi, cortili, piazze, circhi, librerie, cinema, scuole, biblioteche in piccole agorà, snodi di un tessuto comunitario, luoghi in cui desideri, riflessioni e punti di vista trovano espressione e ascolto.

L’iniziativa avrà luogo il 6 aprile al Liceo Classico Orazio, dalle 14:30 alle 18:30, secondo il seguente programma:

– ore 14:30 Presentazione da parte dell’Assessore alla cultura del III Municipio Christian Raimo;

– ore 15:00 Relazione: “La bellezza del Servizio Sanitario Nazionale pubblico, un patrimonio di tutte/i: storia e criticità: la parola a un testimone”, Prof. Ferdinando Terranova, già Professore ordinario di “Tecnologie per l’igiene edilizia e ambientale” alla Sapienza Università di Roma;

– ore 15:30 Relazione: “Quali prospettiva per il Servizio Sanitario Nazionale in Italia?” Prof. Ivan Cavicchi, sociologo, docente dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata;

– ore 16:00 Relazione: “La sanità tra unità d’ Italia e regionalismo differenziato: l’articolo 32 della Costituzione”, Prof. Gaetano Azzariti, Professore ordinario alla Sapienza Università di Roma;

– ore 16:30 Dibattito;

– ore 17:15 Proiezione del film Io, Daniel Blake di Ken Loach, vincitore della Palma d’oro al Festival de Cannes 2016

Articoli correlati
La commissione nominata dall’Oms critica la Cina: «Poche azioni forti e incisive all’inizio dell’epidemia»
Il documento prodotto dal gruppo indipendente nominato dall’Oms sottolinea le inefficienze ed i fallimenti della risposta internazionale e nazionale alla pandemia. La stessa Oms «avrebbe dovuto dichiarare in anticipo un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale»
Incubo terza ondata, i numeri tornano a salire in tutto il mondo
Risalgono i contagi in tutto il mondo, gli esperti temono la terza ondata. Al primo posto gli Stati Uniti con 3 milioni di nuovi casi in 15 giorni, segue il Regno Unito vittima della variante inglese. Italia ottava con tasso di mortalità ancora alto. In Cina si torna a morire per Covid
Recovery Plan, per la sanità 20 miliardi. Come verranno utilizzati
Cosa prevede il capitolo "Salute" del Recovery Plan approvato ieri dal Consiglio dei Ministri
Robotica per la salute, Campus Biomedico-Inail-S. Anna avviano tre progetti innovativi
Caratterizzati dal forte approccio multidisciplinare di “WiFi-MyoHand”, “RGM5” e “3D-AID” puntano su soluzioni tecnologiche innovative e personalizzate per il recupero delle funzionalità motorie in persone amputate di arto superiore
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 gennaio, sono 97.536.545 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.091.848 i decessi. Ad oggi, oltre 57,58 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Lavoro

Medici di famiglia vaccinatori, Scotti (Fimmg): «Impensabile coinvolgerci a queste condizioni»

Il Segretario Nazionale si scaglia contro la mancanza di programmazione: «Per noi nessun fondo in Finanziaria, ma non esiste vaccinazione di massa senza medicina del territorio»