Voci della Sanità 5 Giugno 2018 15:03

A Conegliano nasce un nuovo reparto di riabilitazione ortopedica

Con la ristrutturazione della sede del Centro di medicina, con un investimento di oltre 1.5 milioni di euro, nasce a Conegliano un nuovo reparto di riabilitazione con particolare attenzione all’ortopedia. Collegato sullo stesso piano alla Radiologia, vede al suo interno una equipe di fisiatri e ortopedici, fisioterapisti e laureati in scienze motorie, con una disposizione ottimale […]

Con la ristrutturazione della sede del Centro di medicina, con un investimento di oltre 1.5 milioni di euro, nasce a Conegliano un nuovo reparto di riabilitazione con particolare attenzione all’ortopedia. Collegato sullo stesso piano alla Radiologia, vede al suo interno una equipe di fisiatri e ortopedici, fisioterapisti e laureati in scienze motorie, con una disposizione ottimale su di un unico piano di tutti i servizi fondamentali per la soluzione rapida di patologie articolari, dalla diagnosi alla riabilitazione. Nuovi ambulatori, due palestre – per l’attività a corpo libero (100 metri quadrati) e per il circuito riabilitativo (150 metri quadrati)  – ed una decina di nuovi box fisioterapici.

L’inaugurazione del restyling della struttura si terrà sabato 9 giugno 2018 alle ore 11 presso la sede di Conegliano in viale Venezia 91. La struttura, dotata di una sala chirurgica per gli interventi ambulatoriali, è collegata al reparto di Ortopedia (chirurgica e riabilitativa) della Casa di cura Villa Maria di Padova. La clinica del gruppo dove, grazie alla presenza di due blocchi operatori, si effettua la chirurgia di alta complessità. La clinica, autorizzata per la chirurgia ortopedica sia privata sia convenzionata (per i fuori regione) dispone di 140 posti letto, di cui 101 autorizzati per la riabilitazione  post operatoria convenzionata.

Il nuovo Reparto di Conegliano diventa quindi un punto di riferimento per la  riabilitazione del paziente post chirurgico e post traumatico, oltre che per percorsi di rieducazione, come quello dedicato al Parkinson, e fibromialgia (cura linfedema e lipedema). Grazie alla nuova palestra a corpo libero, viene introdotta anche la psicomotricità relazionale, che attraverso il gioco stimola la crescita del bambino, e la attività motoria adattata, per gli adulti.

Tra le novità del nuovo intervento anche la creazione di un’area dedicata alla medicina dello sport.

Articoli correlati
Chiuso per ferie? Rossetto (FLI): «La riabilitazione non può andare in vacanza»
La presidente della Federazione Logopedisti Italiani: «In estate non solo difficoltà di accesso ai servizi sanitari nazionali, ma anche di continuità di erogazione delle prestazioni in corso, riabilitazione compresa. Negare la terapia riabilitativa significa aggravare la condizione di malati gravi e cronici»
Ambulatori aperti di sera e nel weekend: il nuovo corso della sanità lombarda
Grazie al PNRR Regione Lombardia mette in campo strategie per abbattere le liste d’attesa ma resta l’incognita del personale. Medici e infermieri sono ancora insufficienti per soddisfare le esigenze del territorio
Ictus ischemico, una scarica indolore al cervello potrebbe accelerare il recupero della funzione motoria
Grassi (neuroscienziato): «La ricerca, per ora basata solo su modelli animali, apre la strada a nuovi interventi di riabilitazione da intraprendere subito dopo il danno, per minimizzare la disabilità post-ictus». Sono già in corso studi sperimentali su pazienti colpiti da ictus ischemico i cui risultati saranno noti nei prossimi due anni
Nuovo trattamento distrugge i calcoli renali con le onde sonore, addio dolore e bisturi
Un nuovo trattamento chiamato litotrissia a onde esplosive distrugge i calcoli renali
A quattro anni le salva la vita, 30 anni dopo la ritrova collega in sala operatoria
Per Alessandro Giamberti, responsabile della Chirurgia Pediatrica del Policlinico San Donato di Milano, l’incontro con Valeria Terranova è stata una grande emozione. Nota la cicatrice di questa giovane anestesista specializzanda proveniente da Siena arruolata nel periodo Covid, e scopre che ad operarla era stato proprio lui. Oggi vanno insieme nelle missioni in Africa per salvare i bambini cardiopatici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 agosto, sono 587.500.701 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.427.422 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale