Voci della Sanità 10 Febbraio 2020

Coronavirus, monitoraggio nelle scuole per studenti di ritorno dalla Cina. Cifaldi (Cisl Medici): «Ora siamo più sereni»

Il Ministero della Salute, d’accordo con il Ministero della Istruzione, ha provveduto ad aggiornare al principio di massima precauzione la circolare del 01/02/2020 che conteneva “Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina”. Sull’argomento, è intervenuto Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio: «Interessanti […]

Il Ministero della Salute, d’accordo con il Ministero della Istruzione, ha provveduto ad aggiornare al principio di massima precauzione la circolare del 01/02/2020 che conteneva “Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina”.

Sull’argomento, è intervenuto Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio: «Interessanti momenti di conforto si ricavano dalla lettura di alcuni stralci dell’intervista rilasciata dal Ministro dell’Istruzione al più importante quotidiano torinese – commenta il Segretario del sindacato – . “Se gli studenti rientrati dalla Cina devono restare a casa o meno, lo decidono i medici”. “Solo gli studenti che non presentano sintomi possono scegliere se andare a scuola o rimanere a casa”. “Ci sarà un monitoraggio quotidiano degli studenti di ritorno dalla Cina. Non da parte delle scuole, ma delle Asl di riferimento. La questione è medica, non scolastica”. “Si devono fidare tutti delle autorità sanitarie. Hanno già dimostrato quanta bravura ci sia tra i nostri medici”. Amen, verrebbe da dire».

«Poi – prosegue Cifaldi – la mente ritorna al periodo caotico dei vaccini quando la confusione regnava sovrana tra annunci di obbligatorietà e successivo rinvio della stessa con possibilità di autocertificazione. Autocertificazione. Era il marzo 2019 quando un emendamento mirante di fatto a cancellare la legge Lorenzin affermava come non fosse necessario alcun certificato per frequentare l’asilo e in pratica sanciva come la presentazione della documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni non avrebbe più costituito il requisito di accesso alla scuola né motivo di impedimento per l’iscrizione».

«E chi c’era in testa ai firmatari dell’emendamento? La stessa esponente politica, allora non ministro nel governo giallo-verde, che oggi afferma che la decisione sul rientro o meno a scuola degli studenti di ritorno dalla Cina è questione di pertinenza dei medici che sono bravi e lo hanno pure dimostrato. Grazie Ministro. Ora siamo più sereni – ammette – e lo saremmo ancor più se venissimo ascoltati senza pregiudizi su argomenti scientifici sui quali non è razionale dividersi in guelfi e ghibellini».

«E saremmo ancor più sereni se venissimo ascoltati dalla politica quando ci lamentiamo delle aggressioni che i medici, e gli altri operatori sanitari, subiscono quotidianamente. Quando l’emergenza del coronavirus verrà meno non vorremmo assistere all’ulteriore diffondersi in maniera pandemica del virus dell’indifferenza. E se iniziassimo una campagna vaccinale nelle scuole con dosi massicce di educazione civica come investimento in prevenzione per le generazioni future di pazienti e medici? Ministro ci faccia un pensierino o un emendamento» conclude.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Patente di immunità, Rezza (ISS) frena: «Al Nord potrebbe aiutare, ma dove virus ha circolato poco serve altro»
Il Direttore del Dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità invita alla cautela sui test sierologici per scoprire l’immunità da Covid-19: «Sono ancora in via di validazione, quindi bisogna avere un po’ di cautela di fronte ai risultati». Poi aggiunge: «Stiamo valutando l'uso obbligatorio delle mascherine»
La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 4 aprile, sono 1.120.752 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 58.982 i decessi e 227.019 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 3 aprile: Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 85.388 […]
Coronavirus, Gazzi (CNOAS): «Siamo seduti su una bomba sociale. Serve Fondo di solidarietà per Terzo Settore»
Le proposte dell’Ordine degli Assistenti sociali: «’Nessuno resti indietro’ non sia uno slogan. Allargare Reddito di Cittadinanza a chi ha perso qualsiasi reddito»
Portiamo la musica in ospedale. Non si tratta di un lusso, ma di un elemento necessario a tutti
Può la musica rispondere al bisogno di sostegno emotivo per i ricoverati ammalati di Coronavirus?
di Alessio Pesce, Infermiere Ospedale Santa Maria Misericordia, Albenga
Coronavirus, l’appello di Psichiatria Democratica: «L’emergenza sanitaria non lasci indietro i pazienti psichiatrici»
Il Segretario Nazionale Salvatore Di Fede: «L’attuale modello di presa in carico, basato sulla territorialità e la centralità del paziente, è una conquista minata dalle attuale misure di contenimento. Necessarie linee guida ad hoc»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 aprile, sono 1.120.752 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 58.982 i decessi e 227.019 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bolletti...
Salute

Visite domiciliari, cure precoci e controllo da remoto: con il ‘modello Piacenza’ il coronavirus si sconfigge casa per casa

L’oncologo Luigi Cavanna, dell’ospedale di Piacenza, racconta: «Se i sintomi sono quelli del Covid, facciamo un’ecografia e diamo gli antivirali e strumenti di controllo. Poi monitoriamo a dist...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...