Mondo 11 Febbraio 2019 18:54

La nazionale italiana di medici sciatori è campione d’Europa | GUARDA IL VIDEO

A Moena, le gare di Super-G, Slalom Speciale e Slalom Gigante. Prossima tappa, i mondiali, previsti a Vipiteno per fine marzo. Luigi Bertinato, presidente della Squadra italiana medici sciatori: «Grandi professionisti nell’arte medica ma anche grandi atleti, che oltre a curare gli altri curano anche se stessi»

I campionati europei di sci per medici hanno incoronato la nazionale italiana. Superate la Polonia, la Slovenia, l’Austria e la Germania, la squadra è adesso lanciata verso il mondiale che si svolgerà a Vipiteno a fine marzo.

Tre le gare che si sono svolte a Moena-Lusia in Val di Fassa (TN) e che hanno visto la partecipazione di oltre 100 atleti: Super-G, Slalom Speciale e Slalom Gigante. Campione europeo assoluto 2019 si è laureato l’ortopedico di Desenzano (BS) Piero Giardini, mentre la campionessa femminile è la ginecologa polacca Katarzyna Luterek.

Hanno vinto le loro rispettive categorie Master-Fis (divisione per età) altri italiani, tra cui il medico di medicina generale di Ravenna Sandro Vasina, l’odontoiatra veneziano Rudy Agostini, il neonatologo di Verona Paolo Biban, l’oculista di Savona Federico Solignani ed il cardiologo di Torino Lino Stefanini. Una menzione speciale è andata all’ottantaduenne Pier Giacomo Origlia di Torino.

Tra le donne, si sono comportate molto bene la pediatra Anna Vasina di Verona, l’anestesista Giorgia Picconi, romana che lavora a Bolzano, la chirurga estetica Bruna Mattarelli di Milano e la MMG di Padova Andreina Fiorenzato.

La nazionale, nata nel 1986 per volontà del dottor Mario Cristofolini, dermatologo di Trento e uno degli ideatori della Marcialonga, vanta anche 8 titoli mondiali, di cui 3 sotto l’attuale presidenza di Luigi Bertinato, internista e ricercatore presso l’Istituto Superiore di Sanità.

«Grandi professionisti nell’arte medica – commenta Bertinato – ma anche grandi atleti, che non solo curano gli altri, ma anche se stessi, dando un concreto esempio di stili di vita salutari».

LEGGI ANCHE: SCIARE IN SICUREZZA, L’ESPERTO: «SENZA ADEGUATA FORMA FISICA RISCHIO TRAUMI». ECCO COME EVITARE CADUTE

 

Il video è stato fornito dalla Squadra italiana di medici sciatori

 

Articoli correlati
Covid-19, la grande fuga dagli ospedali. Il sondaggio di Anaao-Assomed
Solo il 54% dei medici si vede ancora in un ospedale pubblico tra due anni e il 75% ritiene che il proprio lavoro non sia stato valorizzato. Più positivo il giudizio dei dirigenti sanitari (biologi, chimici, fisici, psicologi, farmacisti)
Recovery Plan, Carbone (Fials): «Nove miliardi alla sanità una presa in giro, ne servono almeno 35-40. Abolire il numero chiuso»
Il Segretario generale del sindacato Fials tuona contro la bozza del Recovery Plan e chiede più risorse per la sanità. Poi contesta la discriminante sulle indennità tra professioni sanitarie nella Legge di Bilancio: «Non riempiamoci la bocca continuando a chiamarli eroi e poi materialmente li discriminiamo»
Salgono a 251 i medici caduti per il Covid. Il cordoglio della FNOMCeO
Gli ultimi camici bianchi deceduti sono Francesco Gasparini, anestesista veneziano, già in pensione ma rientrato per l’emergenza, e Flavio Bison, medico di famiglia di Legnano, con studio ad Arconate, comuni della Città metropolitana di Milano
«Ospedali sovraccarichi, non allentare le restrizioni». L’appello di medici e dirigenti sanitari
L’Intersindacale Medica, Sanitaria e Veterinaria prende posizione nel dibattito sulle possibili riaperture, in particolare in prossimità delle festività natalizie
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 15 gennaio, sono 93.129.104 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.994.440 i decessi. Ad oggi, oltre 35,57 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...