Mondo 11 Febbraio 2019

La nazionale italiana di medici sciatori è campione d’Europa | GUARDA IL VIDEO

A Moena, le gare di Super-G, Slalom Speciale e Slalom Gigante. Prossima tappa, i mondiali, previsti a Vipiteno per fine marzo. Luigi Bertinato, presidente della Squadra italiana medici sciatori: «Grandi professionisti nell’arte medica ma anche grandi atleti, che oltre a curare gli altri curano anche se stessi»

I campionati europei di sci per medici hanno incoronato la nazionale italiana. Superate la Polonia, la Slovenia, l’Austria e la Germania, la squadra è adesso lanciata verso il mondiale che si svolgerà a Vipiteno a fine marzo.

Tre le gare che si sono svolte a Moena-Lusia in Val di Fassa (TN) e che hanno visto la partecipazione di oltre 100 atleti: Super-G, Slalom Speciale e Slalom Gigante. Campione europeo assoluto 2019 si è laureato l’ortopedico di Desenzano (BS) Piero Giardini, mentre la campionessa femminile è la ginecologa polacca Katarzyna Luterek.

Hanno vinto le loro rispettive categorie Master-Fis (divisione per età) altri italiani, tra cui il medico di medicina generale di Ravenna Sandro Vasina, l’odontoiatra veneziano Rudy Agostini, il neonatologo di Verona Paolo Biban, l’oculista di Savona Federico Solignani ed il cardiologo di Torino Lino Stefanini. Una menzione speciale è andata all’ottantaduenne Pier Giacomo Origlia di Torino.

Tra le donne, si sono comportate molto bene la pediatra Anna Vasina di Verona, l’anestesista Giorgia Picconi, romana che lavora a Bolzano, la chirurga estetica Bruna Mattarelli di Milano e la MMG di Padova Andreina Fiorenzato.

La nazionale, nata nel 1986 per volontà del dottor Mario Cristofolini, dermatologo di Trento e uno degli ideatori della Marcialonga, vanta anche 8 titoli mondiali, di cui 3 sotto l’attuale presidenza di Luigi Bertinato, internista e ricercatore presso l’Istituto Superiore di Sanità.

«Grandi professionisti nell’arte medica – commenta Bertinato – ma anche grandi atleti, che non solo curano gli altri, ma anche se stessi, dando un concreto esempio di stili di vita salutari».

LEGGI ANCHE: SCIARE IN SICUREZZA, L’ESPERTO: «SENZA ADEGUATA FORMA FISICA RISCHIO TRAUMI». ECCO COME EVITARE CADUTE

 

Il video è stato fornito dalla Squadra italiana di medici sciatori

 

Articoli correlati
Giovani medici, Pollifrone (Cao Roma): «Ecco come l’Ordine vi supporta e agevola nell’avviamento alla professione»
«Corsi formativi, il 50% della quota d’iscrizione per i primi tre anni, le consulenze legali e commerciali da parte nei nostri esperti e l’apertura di uno studio medico in sole 24 ore» così Brunello Pollifrone, Presidente Cao
Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo
L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna, Irlanda, Germania e Grecia. Consulcesi avvia la battaglia legale per tutelare i medici e ottenere i risarcimenti
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
Dalla carriera all’aumento economico, tutto quello che c’è da sapere sul contratto dei medici. E su cosa si dividono i sindacati
Un vademecum del sindacato Anaao-Assomed ha provato a riassumere i punti qualificanti del contratto della dirigenza medica. Ma su molti aspetti le interpretazioni dei sindacati firmatari e quelli contrari divergono. Ecco una mappa con le diverse posizioni
Incontro Bussetti-FNOMCeO, obiettivo superare l’imbuto formativo. Anelli: «Allineare numero borse e numero laureati»
Incontro al Miur tra delegazione FNOMCeO e il ministro dell'Istruzione. «Una delle ipotesi al vaglio potrebbe essere quella di un piano straordinario, da condividere con il Ministro della Salute Giulia Grillo, che prevederà, per i prossimi anni, un canale aggiuntivo di accesso alle scuole, con una quota di contratti riservati a coloro che, già laureati da un certo tempo, non abbiano trovato posto nelle specializzazioni», spiega il presidente FNOMCeO Anelli
Sindacati, Anpo-Ascoti-Fials aderisce ad accordo con Cimo-Fesmed: nasce il Patto per la professione medica
Il raggruppamento, con 19mila iscritti, si avvia ad essere il sindacato dei medici dipendenti pubblici e privati più rappresentativo. Presidente designato Guido Quici: «Un soggetto sindacale più forte e unito per i medici ci aiuterà a sostenere una maggiore attenzione ai giovani e al futuro della sanità pubblica»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone