Mondo 7 Agosto 2019

Filippine, dengue causa oltre 600 morti e 146mila casi di contagio. È “epidemia nazionale”

Colpiti soprattutto i bambini sotto i 10 anni. L’epidemia segue il divieto della vendita e della distribuzione di un vaccino accusato di causare morti infantili

Nelle Filippine è in corso una “epidemia nazionale di dengue“: il virus ha già ucciso 622 persone e i casi di contagio registrati dall’inizio dell’anno sono 146.062. Il 98% in più rispetto allo stesso periodo del 2018. I più colpiti sono i bambini sotto i 10 anni di età.

L’epidemia segue il divieto, emesso a febbraio a livello nazionale, della vendita e distribuzione del vaccino Dengvaxia, prodotto dalla casa farmaceutica francese Sanofi Pateur. La società è stata al centro di uno scandalo nelle Filippine, tra il 2017 e il 2018, con decine di morti tra i bambini vaccinati, nell’ambito di un programma di prevenzione a livello nazionale.

La Sanofi ha ammesso che il prodotti poteva mettere a rischio alcuni bambini. Dengvaxia, al momento, è l’unico vaccino per la dengue disponibile sul mercato, ma l’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda di somministrarlo solo a chi si trova in aree ad alto rischio. Raramente è usato in programmi di vaccinazione di massa.

Di origine virale, la dengue è un’infezione trasmessa da zanzare, diffusa nei Paesi tropicali. Può portare a emorragie e disfunzioni degli organi interni e in molti casi non c’è un trattamento specifico.

LEGGI ANCHE: BRASILE, I MORTI PER FEBBRE DENGUE SALGONO DEL 163% IN SEI MESI

Articoli correlati
Covid-19, l’epidemiologo: «Virus più debole grazie al lockdown, ma non meno pericoloso»
«Il fatto che il virus sia mutato non significa che la malattia sia più lieve. Questo è un virus nuovo, di cui sappiamo ancora pochissimo. Non dobbiamo mollare la presa o i contagi riprenderanno a salire». Facciamo chiarezza con il professor Massimo Ciccozzi del Campus Bio-Medico di Roma
Fase 2, il rilancio della medicina territoriale: «Sinergia tra tutti i livelli della sanità»
Peperoni (Sumai): «Riattivarsi sulle cronicità e sulla messa in sicurezza degli operatori sanitari». Bartoletti (Fimmg): «Ruolo di sentinella per la medicina generale. Implementare formazione su corretto uso DPI»
Covid-19 e Fase 2, Osservatorio sulla salute delle regioni: «In Lombardia e Marche zero contagi non prima di fine giugno»
La previsione del “giorno zero” per ogni regione basata sui dati delle Protezione Civile. Ma per il professor Lopalco (Igiene Università Pisa): «Dei dati non possiamo fidarci, valutare altri fattori»
di Gloria Frezza
Anziani e Coronavirus. Conversano (HappyAgeing): «Meno fragili con vaccino contro pneumococco, influenza e herpes zoster»
“L’Esperto risponde”, un servizio online gratuito curato da HappyAgeing, promuove l’invecchiamento attivo ai tempi del lockdown: «Mangiare in modo sano per non aggravare le patologie esistenti, praticare attività fisica in casa e chiacchierare tutti i giorni con i propri cari, anche se a distanza»
di Isabella Faggiano
Guariti da Covid-19, Vineis (CSS): «Risposta immunitaria durerebbe almeno 6 mesi, ma sono solo opinioni dei ricercatori»
«Per stimare la circolazione del virus in Italia è utile un’indagine campionaria di popolazione con un test anticorpale, ma non sappiamo molto sulla durata o l'efficacia dell'immunizzazione. E senza un test efficace e accurato, c'è il rischio di falsi positivi che darebbero ai soggetti la falsa sensazione di essere protetti». L’intervista al Vicepresidente del Consiglio Superiore di Sanità Paolo Vineis
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 giugno, sono 6.651.047 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 391.439 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino delle ore 18:00 del 5 giugno: nel...
Formazione

Fuga dagli ospedali, 500 specialisti hanno tentato il concorso di Medicina Generale

Sono soprattutto internisti, chirurghi, radiologi, geriatri e anestesisti a scegliere di provare a tornare sui territori. Lo studio dell'Associazione Liberi Specializzandi
di Tommaso Caldarelli
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco