Mondo assicurativo 20 Dicembre 2016

Ma cosa c’entra un medico del Ssn con la responsabilità contabile amministrativa?

Il mio assicuratore, il quale cura e gestisce le mie polizze personali compresa quella per la colpa grave, mi ha suggerito di stipulare anche una polizza per la mia responsabilità amministrativa. Io sono il direttore di farmacia di un’azienda ospedaliera pubblica in Toscana. Il mio assicuratore mi ha parlato dell’importanza di questa ulteriore assicurazione riferendosi […]

di Ennio Profeta - Consulente SanitAssicura

Il mio assicuratore, il quale cura e gestisce le mie polizze personali compresa quella per la colpa grave, mi ha suggerito di stipulare anche una polizza per la mia responsabilità amministrativa. Io sono il direttore di farmacia di un’azienda ospedaliera pubblica in Toscana. Il mio assicuratore mi ha parlato dell’importanza di questa ulteriore assicurazione riferendosi ad eventuali danni erariali che io potrei provocare alla Pubblica Amministrazione nell’espletamento della mia funzione di gestore della farmacia. In verità io continuo a non comprendere cosa c’entri un farmacista con le questioni contabili e amministrative. Può per cortesia provare a farmelo capire dandomi una spiegazione convincente?

 

In verità, se può essere relativamente complesso spiegare ad un medico che può essere chiamato a rispondere di fatti contabili, questo compito dovrebbe essere invece più semplice e quindi comprensibile per un dirigente come Lei che gestisce direttamente beni patrimoniali pubblici. Nell’espletamento della sua funzione, come e maggiormente di qualsiasi altro pubblico dipendente, Lei amministra beni e risorse pubbliche; conseguentemente è responsabile nei confronti della P.A.  in caso di loro cattiva gestione. Questa tipologia di responsabilità non risulta coperta nella sua polizza per colpa grave; infatti questa polizza limita la sua efficacia ai danni fisici e materiali conseguenti all’attività sanitaria e non comprende invece i danni meramente patrimoniali, cioè quelli che si sostanziano in una perdita economica cagionata al terzo o alla pubblica amministrazione non conseguente ad un danno fisico. Il rischio di incappare in questo tipo di responsabilità evidentemente si connota con diversa intensità a seconda che il ruolo del medico comporti o meno la gestione di risorse pubbliche, siano esse risorse umane ovvero beni patrimoniali. Per esempio un capo dipartimento, un direttore sanitario, un direttore di presidio, risultano particolarmente esposti al rischio di cagionare danni patrimoniali.

Ci si può legittimamente chiedere perché gli assicuratori non abbiano previsto di coprire le due tipologie di responsabilità – quella per danni di natura sanitaria e quest’ultima per danni di natura contabile amministrativa –  in una unica polizza? Credo e spero che al più presto questa soluzione razionale e vantaggiosa per tutti verrà presto adottata. Per adesso dobbiamo accettare il fatto che gli Assicuratori coprano i due rischi con due distinte polizze: una polizza per la colpa grave sanitario (danno erariale cagionato da lesioni fisiche e/o danni materiali) ed un’ulteriore polizza per la colpa grave contabile amministrativa (danno erariale cagionato da lesione patrimoniale)

Articoli correlati
Sanità, Aifi festeggia 60 anni e guarda al futuro
L’AIFI, l’Associazione italiana fisioterapisti, compie 60 anni e ripercorre le tappe che l’hanno portata a rappresentare la categoria, a tutelare professionisti e cittadini e a proiettarsi verso i nuovi bisogni di salute della popolazione contribuendo alla sostenibilità del Servizio sanitario nazionale. Oltretutto cambiando ancora ‘pelle’ a seguito della legge 24 del 2017 (legge Gelli) per […]
ECM, l’annuncio del ministro Grillo: «Nuovo sistema di incentivi e premialità per la formazione dei professionisti sanitari»
Si è insediata al ministero la nuova Commissione nazionale per la formazione presieduta dal ministro della Salute, che ha commentato: «Da oggi cambio di rotta per il bene del nostro SSN: superare l’attuale sistema sanzionatorio e punitivo»
Contenzioso medico-legale, un costo enorme per ospedali e Asl. La spesa più alta nel meridione
Una spesa di 190 milioni di euro nel 2018 per il SSN derivante dalle cause di contenziosi in sanità. Le strutture sanitarie meridionali le più colpite con il 63% delle spese legali complessive. È quanto emerge dall’indagine di Demoskopika sulle performance delle regioni italiane in sanità
Infezioni ospedaliere, Bartoletti (Fimmg): «Riorganizzare e potenziare assistenza sanitaria sul territorio»
Il vicesegretario nazionale della Fimmg denuncia le condizioni strutturali degli ospedali italiani e auspica nuovi modelli organizzativi dell’assistenza per prevenire le infezioni: «Se nei Pronto soccorso ci sono anziani che rimangono lì per giorni, la contaminazione batterica diventa certezza»
La Società Oftalmologica Italiana compie 150 anni. Piovella (Presidente SOI): «Garantire a tutti le migliori terapie»
«Il nostro obiettivo è dare le cure migliori a tutti, noi non vogliamo fare scelte o discriminazioni. Per me una persona ha lo stesso valore di un'altra, indipendentemente dall’età o dalla professione che svolge». Queste le parole del Presidente della SOI a Sanità Informazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Politica

Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici

Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui ...
Politica

Europee, ecco i risultati. Vanno bene i camici bianchi

Entra nel Parlamento europeo Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa candidato con il Partito Democratico che conquista nella circoscrizione insulare oltre 135 mila voti, secondo nelle preferenze solo ...