Mondo assicurativo 12 settembre 2016

Fatti contabili amministrativi: la polizza per colpa grave non basta

Ma un dirigente medico sanitario del Ssn può essere chiamato a rispondere per responsabilità contabile amministrativa? Sono stato da poco nominato direttore di presidio in un’azienda ospedaliera laziale. Il mio assicuratore, con il quale in passato stipulai una polizza a copertura della mia responsabilità per colpa grave, mi ha informato del fatto che dovrei ampliare questa […]

di Ennio Profeta - Consulente SanitAssicura

Ma un dirigente medico sanitario del Ssn può essere chiamato a rispondere per responsabilità contabile amministrativa? Sono stato da poco nominato direttore di presidio in un’azienda ospedaliera laziale. Il mio assicuratore, con il quale in passato stipulai una polizza a copertura della mia responsabilità per colpa grave, mi ha informato del fatto che dovrei ampliare questa polizza estendendola anche alla copertura dei danni di natura contabile amministrativa. Mi fido del mio assicuratore ma proprio non riesco a capire cosa mai c’entri la professione del medico con i fatti contabili amministrativi. Gradirei che lei mi spiegasse questo aspetto, poco comprensibile.

 

Un pubblico dipendente, come Lei è, risponde dei danni di qualsiasi natura che possa procurare a terzi ovvero all’Ente di appartenenza o alla P.A. ( in ogni caso limitatamente al caso di accertata colpa grave). Tutto questo in base al codice civile ed alle leggi che regolamentano i rapporti tra dipendenti e Pubblica amministrazione. I danni procurati possono essere individuati in due grandi categorie: in primo luogo quelli fisico/materiali che più direttamente attengono alla professione del medico (il danno procurato all’integrità fisica del paziente) e le loro eventuali conseguenze di natura patrimoniale; in secondo luogo i danni di natura puramente patrimoniali (quelli che si verificano a prescindere da un danno di natura fisico/materiale). Orbene, nella sua qualità di direttore di presidio, lei gestisce beni e risorse umane appartenenti alla Pubblica Amministrazione. Conseguentemente lei è responsabile nei confronti del suo Ente in caso di erronea e quindi dannosa gestione di tali risorse. La polizza per colpa grave da lei stipulata copre il danno di natura fisico/materiale, quello di natura tipicamente sanitaria. Pertanto, ove ritenga di garantirsi anche di quel ulteriore profilo di rischio riveniente dalla sua funzione di gestore di risorse pubbliche, dovrà stipulare un’altra polizza, in verità di un costo veramente contenuto. In tal la sua copertura sarà effettivamente integrale:

  • La polizza incorso per colpa grave sanitaria (a copertura dei danni di carattere fisico e materiale)
  • Una nuova polizza per colpa grave contabile amministrativa (a copertura dei danni puramente patrimoniali)
Articoli correlati
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Liste d’attesa, Bologna (M5S): «Ora Dg saranno valutati anche per questo. Sanità più trasparente e funzionale ci aiuterà a prevenire anche le aggressioni»
In legge di Bilancio previsti 350 milioni di euro per contrastare le lunghe attese. La neurologa Cinque Stelle annuncia: «Con Dl Fiscale altri fondi per la digitalizzazione»
Liste d’attesa, Piano del Governo trasmesso alle Regioni. Grillo: «Fondi triplicati in manovra. Mai stanziate in passato risorse su questo»
Il provvedimento prevede la digitalizzazione delle agende di prenotazione e l’uso delle classi di priorità per visite e ricoveri. «È un primo passo concreto verso un cambiamento reale. La sanità del Paese deve ritornare in cima alle priorità dell’agenda politica», sottolinea la titolare della Salute
Crollo Ponte Morandi, Viale (Ass. Sanità Liguria): «Mettiamo a disposizione del Sistema Paese la nostra risposta ad una emergenza unica nel suo genere»
Intervenuta al Forum Risk Management di Firenze, la titolare della sanità ligure sottolinea: «Siamo stati in mezzo alle persone e tutto il sistema ha funzionato: è stato un gioco di squadra importante». Poi aggiunge: «Genova non è in ginocchio, ora fare giustizia su quello che è accaduto»
Sanità, memorandum d’intesa Italia-Qatar: focus su ricerca biomedica e farmaceutica
L’intesa firmata dal sottosegretario alla Salute, Armando Bartolazzi, e dal ministro della Salute pubblica del Qatar, Hanan Mohammed Al Kawari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...