Meteo 9 ottobre 2018

Undici nuovi ambasciatori per la Calabria 2018

 Sono ben undici e si sono distinti nei loro rispettivi ambiti professionali come esempio di valori positivi e apprezzati sia a livello nazionale che sul piano internazionale. Figli della Calabria che, in alcuni casi, si sono fatti strada fuori dalla loro regione di origine, ma hanno mantenuto un rapporto forte e continuo con la loro […]

 Sono ben undici e si sono distinti nei loro rispettivi ambiti professionali come esempio di valori positivi e apprezzati sia a livello nazionale che sul piano internazionale. Figli della Calabria che, in alcuni casi, si sono fatti strada fuori dalla loro regione di origine, ma hanno mantenuto un rapporto forte e continuo con la loro terra. In una parola, ognuno di loro è un testimonial spontaneo positivo e un acceleratore delle potenzialità che la Calabria può esprimere. E’ stato questo il criterio che ha ispirato le scelte della Regione Calabria che ha “arruolato” personaggi di chiara fama internazionale per aiutare una delle zone più belle ma anche meno conosciute del nostro paese a comunicare il meglio. I nomi parlano da sé.

Hanno accettato la sfida:

  • Il regista Domenico Calopresti, film maker distintosi per aver dato alla luce film e documentari pluripremiati come “La seconda volta”, “La parola amore esiste”, il documentario “Tutto era Fiat”, “Preferisco il rumore del mare”, “Volevo solo vivere”, “La Fabbrica dei tedeschi”;
  • La campionessa paraolimpica Giusy Versace, conduttrice televisiva e atleta, la prima italiana della storia a correre con amputazione bilaterale. In 7 anni ha collezionato ben 11 titoli italiani e segna diversi record nazionali. Ambasciatrice della campagna internazionale di promozione dell’integrità sportiva tra i giovani “Save the Dream” insieme a sportivi di fama internazionale tra cui Alex Del Piero;
  • Giuseppe Bono,  già amministratore delegato di FINMECCANICA, oggi LEONARDO, e, dal 2002 amministratore delegato Fincantieri, Gruppo cantieristico conosciuto come uno più importanti e diversificati nel mondo. Nel 2014 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro;
  • Agostino Saccà, due volte direttore di Rai1, tra il 1997 e il 2002. Ha realizzato i migliori Festival di Sanremo, per ascolto e qualità riconosciuta, della storia della Rai;
  • Giuseppina Amarelli, Presidente della Amarelli di Rossano (CS), una delle più antiche imprese familiari nel mondo, che produce liquirizia sin dal 1731. Docente universitario, avvocato e giornalista pubblicista;
  • Il direttore del Palazzo Reale e dei musei scientifici milanesi, Domenico Piraina, che ha diretto la realizzazione di più di 1500 mostre diventando uno dei manager culturali e museologici più noti in Italia e con ampie relazioni con le più importanti Istituzioni museali del mondo intero;
  • Renato Cortese, Questore di Palermo;
  • Francesco Adornato, dal 2016 è Rettore dell’Università di Macerata;
  • Beniamino Quintieri, attualmente Presidente di SACE SpA e professore ordinario di Economia Internazionale presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, di cui è stato in passato anche Preside;
  • Emanuele Amodei, direttore di Palazzo Spinelli a Firenze, ricopre oggi un ruolo importante nel settore della conservazione, restauro e valorizzazione dei beni culturali e nell’ambito della progettazione culturale. E’ Ambasciatore culturale della città di Firenze;
  • Renato Guerino Turano, già membro del Senato della Repubblica Italiana dal 2006 al 2008 per rappresentare i cittadini italiani della Circoscrizione America Settentrionale e Centrale.

Sono gli 11 ambasciatori che avranno il compito di aiutare a veicolare i contenuti positivi della regione. Ognuno di loro si è fatto carico di ‘adottare’ un progetto eccellente col compito di accompagnarlo in un percorso di valorizzazione ulteriore dei propri contenuti in contesti nazionali ed esteri.

«Il progetto, presentato nella sede della Stampa Estera di Roma, è la continuazione di un percorso di newtworking finalizzato a promuovere eccellenze e territorio della nostra regione attraverso persone di indiscussa qualità che generosamente hanno accettato di aiutare la loro terra di origine – ha spiegato Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria – . Contiamo di realizzare altri appuntamenti durante il 2018, in modo da costruire un vero e proprio percorso che illumini il più possibile quanto di positivo e di prestigioso viene realizzato nella nostra Regione».

Articoli correlati
Calabria, Giulia Grillo: «Con bandi pubblici finalmente nomine trasparenti nella sanità. Essenziale ruolo dei commissari Cotticelli e Schael»
«Bandi pubblici in Calabria significa dare reale possibilità di cambiamento a una Regione che da troppi anni versa in gravi condizioni rispetto all’assistenza sanitaria da offrire ai cittadini. I bandi scadono il 26 febbraio ed è importante che tanti decidano di presentare la propria candidatura. I calabresi onesti sappiano che il Governo è dalla loro parte» così Giulia Grillo in una nota
Infiltrazioni mafiose, creato comitato ad hoc in ambito sanitario. Morra (Antimafia): «Salute settore che scatena appetito criminale, serve trasparenza»
Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali sottolinea il particolare caso della Calabria: «Qui da circa 10 anni SSN è guidato da un commissario ma abbiamo registrato un abbassamento dei LEA e un innalzamento del deficit, si capisce c’è qualcosa di strano». Sul contenzioso medico paziente: «Bene iniziative volte a ridurlo ma serve migliorare qualità offerta sanitaria»
Aggressioni a medici, Dieni (M5S): «Aperti a contributi di operatori e opposizioni. Presto legge per tutelare chi salva vite»
La vicecapogruppo dei Cinque Stelle alla Camera assicura l’impegno del Movimento sul tema e apre a modifiche sul Ddl governativo. «Anche sblocco del turn over più aiutare a risolvere problema, stiamo lavorando in questa direzione»
Aggressioni ai medici, Ministro Grillo: «È emergenza, ho chiesto militari in ospedale come soluzione tampone per arginare il fenomeno»
Nella seconda parte dell’audizione alle Commissioni Affari Sociali e Sanità riunite la titolare della Salute ha affrontato anche il tema della formazione post laurea: «Ho in mente schema che riprende il percorso europeo sulla formazione-lavoro, senza bloccare i neo laureati»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...